laRegione
24.01.21 - 11:05

Lockdown e quarantene: ‘Evitati in Svizzera 35'000 morti’

Lo rivela uno studio effettuato da due dottorandi dell'Usi: il danno economico sarebbe stato superiore di 100 miliardi. Intanto Berset ha incontrato Chiesa

Ats, a cura de laRegione
lockdown-e-quarantene-evitati-in-svizzera-35-000-morti
Ti-Press

Due dottorandi dell'Università della Svizzera italiana (Usi) hanno elaborato un modello di calcolo su scala nazionale secondo cui il tasso di diffusione del coronavirus è cambiato a seguito delle misure di quarantena e isolamento. Secondo questo modello – rileva oggi la ‘Nzz am Sonntag’ – la riduzione e, in taluni periodi, il blocco delle attività non strettamente necessarie ha evitato nella prima metà del 2020 circa 35'000 morti in Svizzera. I ricercatori stimano il danno economico evitato in almeno 100 miliardi di franchi. La cifra è più del doppio della spesa aggiuntiva, sempre a livello nazionale, sopportata l'anno scorso a causa della pandemia. Il calcolo si basa sull'ipotesi che a una vita umana può essere assegnato un valore medio di 6,7 milioni di franchi.

Faccia a faccia sulle divergenze

Cifre che cozzano contro le convinzioni di una parte importante del mondo economico e imprenditoriale elvatico, critico con la strategia adottata dalla Confederazione. Essendo la distanza fra le varie posizioni incolmabile, il consigliere federale Alain Berset ha incontrato il presidente dell'Udc nazionale Marco Chiesa, nel tentativo di chiarire la situazione. Il ticinese, secondo quanto pubblicato dal ‘SonntagsBlick’, ha dichiarato che l'incontro è stato sincero e che entrambi hanno potuto esporre le loro opinioni risultate divergenti. L'Udc, ricordiamo, si oppone con decisione alla strategia adottata dal Consiglio federale per combattere il coronavirus sostenendo che le chiusure siano troppo restrittive, soprattutto perché dal punto di vista economico si rischia di mettere in ginocchio numerose attività.

L'incontro fra i due pesi massimi fa seguito a un attacco frontale al ministro della sanità sferrato dal capogruppo Udc alle Camere federali Thomas Aeschi, avvenuto nel contesto della Commissione della sanità. Il democentrista ha accusato il governo di scavalcare il Parlamento. Secondo l'Udc, Berset ha inoltre troppa influenza in un Consiglio federale a maggioranza borghese. A detta della formazione di destra, il ministro socialista esporrebbe le proposte del suo dipartimento sempre troppo tardi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Video
Ticino
11 ore
La Chiesa si mette in attesa ‘un po’ particolare’ del Natale
Messaggio alla Diocesi ticinese del vescovo Alain de Raemy in occasione domenica dell’inizio del cammino d’Avvento
Luganese
14 ore
A2, PoLuMe anche da Gentilino alla Vedeggio-Cassarate
L’Ustra conferma: in autostrada si potrà usare la terza corsia d’emergenza come ‘dinamica’ in caso di necessità fino a Lugano nord
Ticino
14 ore
Cantonali ’23, Andrea Giudici torna in pista. E lo fa con l’Udc
Deputato liberale radicale dal 2003 al 2019, l‘avvocato locarnese proverà a tornare in Gran Consiglio: ’I democentristi rappresentano meglio le mie idee’
VIDEO
Locarnese
14 ore
‘Non si può ammazzare una donna per un ciuffo di capelli’
Tre 18enni che frequentano il Liceo Papio hanno deciso di compiere un gesto simbolico a sostegno delle donne iraniane che lottano per i propri diritti
Bellinzonese
23 ore
‘Hanno dato il massimo ma sono stati travolti da una tempesta’
La difesa dei vertici della casa anziani di Sementina chiede l’assoluzione contestando anche le direttive di Merlani. Morisoli: ‘Fatto il possibile’
Ticino
23 ore
Targhe, il governo rilancia con 2 proposte. Dal Centro nuovo No
Il Consiglio di Stato tende la mano con delle alternative di calcolo. Gli iniziativisti non ci stanno, la sinistra sì. Ognuno per la sua strada, ancora
Ticino
1 gior
‘Polizia unica? Sfruttiamo le potenzialità del sistema attuale’
Fsfp in assemblea. E sul delicato e controverso dossier si attende che la politica decida.‘Venga però sentita anche la nostra Federazione’
Gallery
Mendrisiotto
1 gior
Boffalora: al posto della villetta arrivano due palazzine
Altro cantiere residenziale in vista alla porta nord di Chiasso. L’operazione annuncia un investimento di oltre 6 milioni di franchi
Locarnese
1 gior
Picchiò un ragazzo in Piazza Grande, 3 anni di carcere
Un 19enne di origini siriane residente nel Luganese colpevole anche di rapina, infrazione e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti
Ticino
1 gior
Il salario minimo legale non sarà adeguato al rincaro
Il Consiglio di Stato boccia la mozione di Ivo Durisch (Ps): ‘Un adeguamento sarebbe contrario alla volontà del legislatore e alla legge’
© Regiopress, All rights reserved