laRegione
19.01.21 - 18:02
Aggiornamento: 18:41

'Strade sicure subito', passi avanti a Berna

La Commissione trasporti del Nazionale dà il via libera all'iniziativa cantonale ticinese di Storni (Ps). Approderà in aula nella sessione di giugno

strade-sicure-subito-passi-avanti-a-berna
Ti-Press

Fa un passo avanti a Berna l'iniziativa cantonale ticinese ‘Strade sicure subito’, la quale chiede che tunnel e valichi alpini posano essere transitabili solo per camion dotati di sistemi di sicurezza come frenata d'emergenza e avviso deviazione della corsia. La Commissione trasporti e telecomunicazioni del Consiglio nazionale, infatti, ha approvato la modifica di legge trasmettendola al Nazionale per la sessione di giugno. “È chiaro che i tempi politici sono estremamente lunghi, essendo trascorsi quasi cinque anni da quando presentai l'iniziativa al Gran Consiglio” scrive il consigliere nazionale socialista Bruno Storni. Ricordando che “quello approvato è il sesto passaggio commissionale, dopo il primo agli Stati ce ne sono stati cinque al Nazionale. Intanto l'Unione europea ha previsto l'obbligo di ulteriori sistemi di sicurezza sui mezzi pesanti a partire dal 2022”. In questa proposta, riprende Storni, “chiedevo l'entrata in vigore per la data dell'apertura della Galleria di base del Ceneri, che concludeva l'Alptransit e offriva capacità adeguate al trasbordo dei camion non in regola. Il Gran Consiglio posticipò la data all'apertura del centro di controllo di Giornico nel 2022”. Nell'attesa, conclude il deputato al Nazionale, “speriamo solo che nel frattempo non succeda quanto successo il 26 luglio 2016 a Quinto quando un camion tamponò un'autovettura schiacciandola contro il camion che la precedeva uccidendo i quattro occupanti, una famiglia tedesca. Un incidente che il sistema di frenata d'emergenza avrebbe evitato”. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
33 min
Mobilità Usi al top: ‘Coltiviamo la dimensione internazionale’
L’ateneo ticinese è tra i pochi in Svizzera (4 su 36) ad aver raggiunto l’obiettivo del 20% dei diplomati con un’esperienza all’estero. Ecco i motivi
Orselina
1 ora
Nuovo albergo-ristorante Funicolare, c’è la licenza edilizia
Da novembre il cantiere per l’edificazione ex novo della struttura, simbolo turistico collinare soprastante la Madonna del Sasso
chiasso
2 ore
Un Nebiopoli all’insegna del vero spirito del Carnevale
Svelato il programma dell’evento, che dopo due anni di pandemia torna ‘in grande’. Ne abbiamo parlato con il presidente del comitato Alessandro Gazzani
Grigioni
2 ore
Giovane morta dopo il party: nessuno voleva perdere la patente
Le persone interrogate hanno confermato che si è atteso a lungo prima di portare la 19enne in ospedale per paura di incappare in controlli di polizia
Bellinzonese
3 ore
Quartiere Officine: per i Verdi ‘ancora troppi posteggi’
Giulia Petralli apprezza che il Municipio di Bellinzona abbia rivalutato il progetto iniziale, ‘ma ci sono ancora punti che non ci soddisfano’
Luganese
3 ore
Lugano mantiene la tradizione del Pane di Sant’Antonio
Con una decisione presa a maggioranza, il Municipio ha incaricato la Cancelleria e la Divisione attività culturali di preparare un progetto
Ticino
4 ore
Pensioni, la rete ErreDiPi evolve e diventa un’associazione
La scelta, dice il portavoce Quaresmini, ha l’obiettivo di essere interlocutori solidi e di partecipare attivamente agli incontri tra governo e sindacati
Luganese
4 ore
Trattamento stazionario a un giovane reo di tante ‘bravate’
Inflitti 22 mesi da espiare a un 23enne che, in pochi giorni, ha commesso diversi reati. Pena sostituita con il ricovero in una struttura chiusa
Luganese
5 ore
Incidente sulla A2, code in direzione sud
Si segnalano disagi al traffico tra Muzzano e la galleria di Collina d’Oro
Luganese
6 ore
Inserimento professionale, Lugano tira le somme
Presentato il rapporto d’attività 2022 del Settore formazione e lavoro della Divisione socialità
© Regiopress, All rights reserved