laRegione
berna-sorda-agli-appelli-della-ristorazione
Un intero settore duramente colpito (Ti-Press)
05.01.21 - 16:34

'Berna sorda agli appelli della ristorazione'

In attesa di nuove misure da parte del Consiglio federale GastroTicino mette le mani avanti: 'Non siamo gli untori per eccellenza'

 

Domani, mercoledì 6 gennaio, sono attese nuove misure dal Consiglio federale. Nell'attesa GastroSuisse e le Sezioni cantonali come GastroTicino "marcano stretto" il governo. L'auspicio dei gastronomici è che da Berna "non facciano trovare a bar e ristoranti, nella calza della befana, un altro mese di chiusura senza aiuti rapidi, concreti e tangibili". Anche perché, secondo l'associazione di categoria, "i dati sull’evoluzione della pandemia lasciano trasparire il fatto che non è la gastronomia l’untore per eccellenza".

GastroTicino, in linea con altre sezioni, non scenderà in piazza ma chiederà ancora aiuti e risarcimenti soprattutto a fondo perso, "rapidi e a favore di tutto il settore". L'appello agli associati è di astenersi da azioni illegali, così come da blocchi stradali o aperture clandestine dei propri locali. Da parte sua GastroSuisse invita gli associati a inviare una lettera al Consiglio federale.

E proprio in vista delle prossime comunicazioni a livello federale e cantonale, ecco l'elenco delle rivendicazioni di GastroTicino:

  • Riapertura in tempi relativamente brevi oppure si chiude tutto, ma proprio tutto come in primavera, questo per coerenza e correttezza nei confronti di un settore che in media ha speso 10'000 franchi per esercizio in misure di sicurezza! Gli altri settori a parte mettere un po’ di nastro adesivo per terra o spray rosso sulla neve cosa hanno fatto?
  • Risarcimento a fondo perso a copertura dei costi vivi non coperti da una chiusura forzata e ingiustificata.
  • Abbassamento sensibile della soglia per cui si ha diritto agli aiuti previsti dai casi di rigore
  • Riattivazione crediti COVID a tasso 0.
  • ILR per tutti al 100%, gerenti di società compresi! e indipendenti senza lungaggini burocratiche,  allo stesso tempo cancellazione maturazione giorni di vacanza in regime ILR.
  • Diritto agli aiuti e risarcimenti anche per le Startup.
  • Proroghe su AVS e oneri sociali con rinuncia a interessi di mora.
  • IVA di favore per quando si potrà ripartire.
  • Piani di sostegno per tutti coloro che loro malgrado si ritroveranno in disoccupazione causa perdita del lavoro oppure causa chiusura totale. 

 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
consiglio federale gastrosuisse gastroticino
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
13 min
Sparatoria ad Agno, confermato l’arresto del padre del 22enne
Il 49enne di Rovio è accusato di tentato assassinio subordinatamente omicidio nonché infrazione alla Legge federale sulle armi
Luganese
27 min
Lugano: figli maltrattati, condannati i genitori
Tredici mesi, interamente sospesi per lei e parzialmente da espiare per lui e divieto di contattare i bimbi per due anni. Madre espulsa dalla Svizzera.
Luganese
3 ore
L’eredità del padre sparita: ‘Lui col fucile voleva spaventarlo’
Tentato assassinio di Agno: il 22enne giovedì avrebbe sottratto la somma alla nonna ed è scomparso. La disperata ricerca da parte del padre e gli spari
Ticino
5 ore
L’impresa sostenibile, tra marketing e realtà
A colloquio con l’economista Marialuisa Parodi sulla cosiddetta ‘finanza Esg’, basata cioè su rating di adeguatezza ambientale e sociale
Luganese
8 ore
Flp, lunghe attese e ritardi coi bus sostitutivi
Alcune persone questa mattina non sono riuscite a salire sui mezzi troppo pieni
Mendrisiotto
10 ore
Age e Aim, la rete idrica è sempre sottopressione
Rimangono in vigore le raccomandazioni all’uso parsimonioso dell’acqua e i divieti. La situazione è critica, ma alcuni Comuni riescono a cavarsela
Locarnese
13 ore
Tegna, ‘no alla variante che finirà per cancellarci’
L’Associazione sportiva preoccupata per le mire pianificatorie del Municipio per la zona dei Saleggi, con il sacrificio del campo da calcio (e del club)
Ticino
22 ore
Ipct, Pronzini si rivolge alla Commissione di mediazione
Il deputato dell’Mps ha chiesto alla cassa pensioni la decisione sulla riduzione del tasso di conversione. Accesso differito. Il parlamentare non ci sta
Luganese
23 ore
Soprusi, schiaffi e ustioni ai figli per 4 anni, il caso in aula
Genitori alle Correzionali, la pubblica accusa chiede pene parzialmente da espiare. Una perizia ha accertato la loro incapacità genitoriale
Luganese
1 gior
Rovio, il movente sarebbe il furto del figlio alla nonna paterna
Il padre avrebbe sparato alla schiena del 22enne forse a causa degli 80’000 franchi spariti dalla casa di Gravesano della parente
© Regiopress, All rights reserved