laRegione
e-alessandro-speziali-il-nuovo-presidente-del-plr
Ti-Press/Crinari
Ticino
22.11.20 - 16:220

È Alessandro Speziali il nuovo presidente del Plr

Al secondo turno con 375 voti ha sconfitto Emilio Martinenghi che ne ha raccolti 305. Eliminata al primo turno Natalia Ferrara

Alessandro Speziali è il nuovo presidente del Partito liberale radicale ticinese. Con 375 voti ha superato Emilio Martinenghi, che si è fermato a 305. Rispetto al primo turno, che ha visto l'eliminazione di Natalia Ferrara, si contano una cinquantina di voti espressi in meno tra i delegati liberali radicali.

Speziali, prendendo la parola, concede «l'onore delle armi a Ferrara e Martinenghi». La parola «competizione non è sempre negativa, ho imparato tantissimo. E ringrazio anche Bixio Caprara, sono convinto che per lui come per altri presidenti il tempo sarà giustamente galantuomo. I gruppi di lavoro del progetto di rilancio sono già un treno in corsa». La sua sarà «una squadra agile, delle regioni, delle professioni, delle età, una piccola TicinoMiniatur. Il motore della politica liberale radicale rilancerà le attività del partito, e nei prossimi giorni dovrò convincere chi era scettico del progetto che abbiamo in mente. Il presidente è presidente di tutti, il primo obiettivo non sarà ringraziare chi mi ha sostenuto, ma recuperare ogni atomo del nostro partito. Vi ringrazio tutti». 

Martinenghi nel suo discorso di saluto dopo la sconfitta si dice «sicuro che il nostro partito avrà le carte da giocare un ruolo da protagonista nel nostro cantone, ringrazio tutti coloro che si sono spesi per la mia candidatura. Si è creato un movimento di simpatia inatteso, soprattutto per me che sono entrato in politica in modo improvviso. Ce l'ho messa tutta per competere».

TOP NEWS Cantone
Luganese
1 ora
Il Gpc dispone la scarcerazione di Azzolino Chiappini
Il giudice Paolo Bordoli rinuncia alla misura coercitiva per il sacerdote 80enne, che rimane sotto inchiesta
Ticino
2 ore
Molestie in Rsi: malandazzo da anni
L’azienda radiotelevisiva collaborerà con il sindacato Ssm per «perfezionare ulteriormente gli strumenti esistenti»
Ticino
2 ore
Covid, il Gran Consiglio dibatte. Priorità? Ognun per sé
La discussione su come il governo ha gestito la pandemia conferma l'ordine sparso in cui viaggiano i partiti. E la voglia di essere ascoltati dal Consiglio di Stato
foto e video
Luganese
3 ore
In fiamme il mulino di Maroggia
Un enorme rogo ha avvolto la struttura a Maroggia, paura e preoccupazione fra gli abitanti per il timore che l'incendio si estenda alle case vicine
Luganese
3 ore
Il sacerdote di Lugano Chiappini viveva immerso tra le scatole
Il giudice dei provvedimenti coercitivi decide a breve se disporre o meno il carcere. Mentre proseguono gli interrogatori delle persone vicine alla Curia
Luganese
3 ore
Il Municipio di Morcote perde pezzi: lascia anche Rinaldi
L'unico municipale liberale radicale getta la spugna: 'In disaccordo con Morcote Viva'. Il partito propone come subentranti Giacomo Caratti ed Ercole Levi
Ticino
3 ore
Polizia unica, la Vpod la ripropone
Il comitato: ‘Durante la gestione della prima fase della pandemia, il comando centralizzato ha funzionato’
Ticino
3 ore
L'sms di Ermani a Pagani, nessuna rilevanza penale
In merito alla segnalazione fatta da Matteo Pronzini (Mps), la Procura ha emanato una decisione di 'non luogo a procedere'
Bellinzonese
4 ore
Schweitzer e Cook chiedono 4,6 milioni ad Acquarossa e Otr
La coppia anglo-elvetica sollecita un cospicuo risarcimento per il progetto sfumato in merito alla realizzazione del centro turistico-alberghiero
Luganese
5 ore
Ospiti positivi alla 'Stella Maris' e alla 'Ca' Rezzonico'
Sei residenti della casa anziani di Bedano contagiati sono stati trasferiti nel reparto Covid della struttura. A Lugano collaboratori tutti negativi
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile