laRegione
la-commissione-parlamentare-sentira-i-cinque-pp
Ticino
28.09.20 - 11:510
Aggiornamento : 23:45

La commissione parlamentare sentirà i cinque pp

Vicenda preavvisi, la decisione è stata presa stamattina dalla 'Giustizia e diritti'

La commissione 'Giustizia e diritti' del Gran Consiglio ascolterà i cinque procuratori pubblici la cui rielezione è stata preavvisata negativamente dal Consiglio della magistratura. La decisione è stata presa questa mattina nel corso della riunione commissionale. La 'Giustizia e diritti' dà così seguito all'istanza inoltratale dai magistrati interessati, i quali, come abbiamo riferito nell'edizione online di venerdì, hanno anche chiesto al Consiglio della magistratura l'accesso agli atti per capire come si siano formati i giudizi particolarmente duri espressi nel loro confronti dalla stessa autorità che vigila sul sistema giudiziario in vista dell'imminente rinnovo delle cariche al Ministero pubblico da parte del parlamento.

L'articolo 29 della Costituzione federale

Una richiesta di accesso agli atti per sapere su quali elementi il Consiglio della magistratura ha fondato i propri pareri e poter esercitare quindi con piena cognizione di causa il diritto di essere sentito. Tuttavia sino a oggi pomeriggio dal Consiglio della magistratura non risulta sia arrivata una risposta alla richiesta dei pp. Una risposta che i cinque hanno sollecitato la scorsa settimana. Per il momento, dunque, tutto tace. Consiglio silente. E questo nonostante l'articolo 29 ("Garanzie procedurali generali") della Costituzione federale, articolo che al secondo capoverso recita: "Le parti hanno diritto d’essere sentite". Per esercitare con cognizione di causa questo diritto, sancito costituzionalmente, i cinque procuratori hanno appunto sollecitato l'accesso agli atti.

'Rientra comunque negli approfondimenti'

Mentre si aspetta una presa di posizione del Consiglio della magistratura sull'istanza dei pp, la 'Giustizia e diritti' compie un passo significativo. «Dal momento che ci hanno chiesto di essere ascoltati, abbiamo ritenuto giusto procedere alla loro audizione, un'audizione che rientra comunque negli approfondimenti che di questa vicenda stiamo facendo», spiega, contattato dalla 'Regione', il presidente della commissione, il popolare democratico Luca Pagani. La data dell'incontro con i cinque procuratori non è stata ancora fissata. Anche perché, aggiunge Pagani, «non conosciamo, per ora, l'esito della richiesta di accesso agli atti presentata dai cinque pp al Consiglio della magistratura». 

Sulla genesi degli impietosi pareri, formulati dal Consiglio della magistratura presieduto dal giudice d'Appello Werner Walser nei riguardi di ben un quarto dei pp che compongono la Procura, ci si attende che la 'Giustizia e diritti' faccia piena luce. Come si spiegano quei preavvisi negativi alla loro rielezione se i cinque inquirenti non sono stati oggetto in precedenza di richiami formali o ammonimenti? Quale ruolo ha avuto il presidente del Tribunale penale cantonale Mauro Ermani nella formazione dei preavvisi in questione? Visto il tenore degli stessi, come mai il Consiglio della magistratura e/o il procuratore generale Andrea Pagani non si sono mossi prima? Questi e altri gli interrogativi che la vicenda solleva e che necessitano di un chiarimento a trecentosessanta gradi da parte della commissione parlamentare, ovvero del Gran Consiglio, che è l'autorità chiamata a designare procuratori e giudici. 

TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
1 ora
Capanna Gorda verso l'ampliamento
Il Comune di Blenio intende contribuire con 200mila franchi. Parallelamente avanzano i preparativi per l'osservatorio astronomico
Luganese
5 ore
Vico Morcote, 'si istituisca il Consiglio comunale'
Ecco l'esito del sondaggio: l'80% dei votanti vuole abbandonare l'Assemblea. A dicembre la decisione definitiva in seduta ordinaria
Grafici
Ticino
6 ore
Coronavirus, in Ticino 257 nuove infezioni e un decesso
Nelle ultime 24 ore 10 persone hanno dovuto essere ricoverate a causa del Covid-19
Ticino
10 ore
‘Nuove misure contro il Covid? Attenzione all’impatto psicologico’
Tra stanchezza pandemica e contagi in aumento, lo psichiatra Michele Mattia: ‘Responsabilità civile importante, ma si tenga conto della psiche delle persone’
Bellinzonese
10 ore
Aggregazione Bassa Leventina: si vota nei Cc a febbraio
Avanza il progetto a quattro, nonostante la contrarietà di Pollegio. Ne abbiamo parlato con il sindaco: 'Non porterebbe un valore aggiunto'
Luganese
10 ore
Colpo da 3 milioni e sequestro, mezza banda in aula a Lugano
Alla vigilia del processo per la rapina al portavalori di Monteggio emerge la somma sottratta nel luglio 2019. All'appello mancano tre dei sei malviventi
Locarnese
10 ore
Tegna, tra Comune e Parrocchia una convenzione del 1811
I rapporti fra le due istituzioni non sono dei più idilliaci. Si attende il rinnovo dell'accordo tra le parti, che, due anni fa, il legislatio non approvò
Ticino
20 ore
Cassa pensioni cantonale, i 500 milioni sono 'imprescindibili'
Daniele Rotanzi (direttore dell'Ipct): la sostenibilità finanziaria futura dell'istituto dipende anche dall'approvazione del parlamento del mezzo miliardo
Luganese
21 ore
Deposito Arl di Viganello, il Municipio: 'Sì alla tutela'
Esecutivo favorevole a una modifica pianificatoria per la salvaguardia dello storico stabile, ma con possibilità edificatorie attorno e in altezza
Ticino
22 ore
Radar un po' per tutti, ma soprattutto per il Luganese
Ecco i controlli di velocità previsti in Ticino tra il 26 ottobre e il 1° novembre 2020
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile