laRegione
permessi-interrogazione-a-roma-sulla-politica-di-gobbi
Norman Gobbi
Ticino
18.09.20 - 20:250
Aggiornamento : 19.09.20 - 19:54

Permessi, interrogazione a Roma sulla politica di Gobbi

L'ha presentata il senatore dem Alessandro Alfieri. Il sindaco di Luino Pellicini: 'Una pulizia etnica amministrativa'

Gli atteggiamenti ostili che sarebbero stati messi in atto dal Dipartimento istituzioni nei confronti dei lavoratori stranieri in Ticino in relazione a concessione e rinnovo dei permessi, stando a quanto emerso dalla recente inchiesta giornalistica di Falò (Rsi), sono arrivati sulla scrivania di Luigi Di Maio, ministro degli Esteri, dopo che il senatore dem Alessandro Alfieri ha presentato un'interrogazione per ''richiedere il massimo livello di tutela per i nostri connazionali coinvolti in questi fatti''.

L'iniziativa del senatore varesino, che per conto del governo segue da vicino i problemi transfrontalieri, fa seguito al durissimo attacco del sindaco di Luino Andrea Pellicini a Norman Gobbi. Pellicini, sindaco ancora per pochi giorni in quanto domenica e lunedì nel comune del Verbano si vota, per le amministrative, ha infatti rilasciato dichiarazioni molto pesanti a ''Varesenews.it''. Parla di ''pulizia etnica amministrativa contro i frontalieri'', per cui afferma che ''le nostre autorità statali e regionali devono far sentire le loro proteste: bisogna intervenire al più presto a difesa dei nostri connazionali per far cessare questi palesi abusi nell'interpretazione della legge''. A tanto il sindaco di Luino è arrivato dopo aver attentamente visionato il servizio di Falò, andato in onda lo scorso 3 settembre. Pellicini sostiene che ''il Dipartimento delle Istituzioni del governo ticinese, guidato da Norman Gobbi, politico della Lega dei Ticinesi, ha messo in pratica una vera e proprio ''caccia alle streghe'' nei confronti dei cittadini italiani che vivono in Ticino e nei confronti dei frontalieri''questo perché ''l'ufficio stranieri che dipende dal Dipartimento di Gobbi sta attuando una politica di 'pulizia etnica amministrativa' nei confronti dei nostri connazionali, respingendo moltissime richieste di rinnovo di permesso B e C e di permessi G per frontalieri''. Continua il sindaco di Luino: ''Non lo diciamo solo noi, ma anche molti partiti ticinesi che non si riconoscono nei metodi da stato di polizia usati dal Dipartimento di Gobbi. I nostri connazionali, soprattutto quelli che da anni hanno fissato in Ticino il centro della loro vita, vengono setacciati e fatti oggetto di perquisizioni all'interno delle loro abitazioni, perché la Polizia mira a verificare se vivono realmente in Ticino. Vi sono vere e proprie violazioni della privacy. Questi rapporti della polizia fanno scattare i dinieghi dei rinnovi dei permessi, con pregiudizio enorme per la vita di moltissime famiglie, molte delle quali non hanno le risorse economiche per fare ricorso. Non è possibile tollerare questi metodi''. 

 

 

TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
1 ora
Capanna Gorda verso l'ampliamento
Il Comune di Blenio intende contribuire con 200mila franchi. Parallelamente avanzano i preparativi per l'osservatorio astronomico
Luganese
5 ore
Vico Morcote, 'si istituisca il Consiglio comunale'
Ecco l'esito del sondaggio: l'80% dei votanti vuole abbandonare l'Assemblea. A dicembre la decisione definitiva in seduta ordinaria
Grafici
Ticino
7 ore
Coronavirus, in Ticino 257 nuove infezioni e un decesso
Nelle ultime 24 ore 10 persone hanno dovuto essere ricoverate a causa del Covid-19
Ticino
11 ore
‘Nuove misure contro il Covid? Attenzione all’impatto psicologico’
Tra stanchezza pandemica e contagi in aumento, lo psichiatra Michele Mattia: ‘Responsabilità civile importante, ma si tenga conto della psiche delle persone’
Bellinzonese
11 ore
Aggregazione Bassa Leventina: si vota nei Cc a febbraio
Avanza il progetto a quattro, nonostante la contrarietà di Pollegio. Ne abbiamo parlato con il sindaco: 'Non porterebbe un valore aggiunto'
Luganese
11 ore
Colpo da 3 milioni e sequestro, mezza banda in aula a Lugano
Alla vigilia del processo per la rapina al portavalori di Monteggio emerge la somma sottratta nel luglio 2019. All'appello mancano tre dei sei malviventi
Locarnese
11 ore
Tegna, tra Comune e Parrocchia una convenzione del 1811
I rapporti fra le due istituzioni non sono dei più idilliaci. Si attende il rinnovo dell'accordo tra le parti, che, due anni fa, il legislatio non approvò
Ticino
20 ore
Cassa pensioni cantonale, i 500 milioni sono 'imprescindibili'
Daniele Rotanzi (direttore dell'Ipct): la sostenibilità finanziaria futura dell'istituto dipende anche dall'approvazione del parlamento del mezzo miliardo
Luganese
21 ore
Deposito Arl di Viganello, il Municipio: 'Sì alla tutela'
Esecutivo favorevole a una modifica pianificatoria per la salvaguardia dello storico stabile, ma con possibilità edificatorie attorno e in altezza
Ticino
22 ore
Radar un po' per tutti, ma soprattutto per il Luganese
Ecco i controlli di velocità previsti in Ticino tra il 26 ottobre e il 1° novembre 2020
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile