laRegione
vitta-si-potra-discutere-pure-di-aumento-del-coefficiente
TI-PRESS
Christian Vitta
Ticino
09.08.20 - 14:420
Aggiornamento : 21:05

Vitta: 'Si potrà discutere pure di aumento del coefficiente'

Così il ministro delle finanze e dell'economia. La reazione dell'Udc: ci opporremo a qualsiasi aumento d'imposta. Il no della Lega

In una ampia intervista apparsa oggi sul 'Caffè', intitolata "Contro il dissesto finanziario un fronte comune", Christian Vitta, direttore del Dipartimento delle finanze e dell'economia, si esprime fra l'altro sulla proposta del Ps di sospendere provvisoriamente il freno al disavanzo e di aumentare il coefficiente cantonale d'imposta dall'attuale 97% al 100%. "Per il 2021 è un dato di fatto che non potranno essere rispettati tutti i criteri del meccanismo del freno al disavanzo. Sarà però necessario evitare un dissesto finanziario che comprometterebbe poi l'attività politica nei prossimi anni. Il meccanismo ci ha permesso di risanare le finanze prima che arrivasse questa improvvisa crisi e ciò ha rappresentato un supporto importante", sostiene Vitta, aggiungendo che "dovremo prevedere un percorso di riequilibrio dei conti che permetta allo Stato di disporre delle necessarie risorse per far fronte alle future nuove necessità. Nel definire questo percorso di riequilibrio si aprirà inevitabilmente un confronto sul tema degli ambiti di intervento che andrà a toccare sia il fronte delle uscite che quello delle entrare. In quel contesto potrà essere discusso dalle parti anche il tema del coefficiente cantonale".

'Ferma opposizione'

Parole quest'ultime che innescano la reazione dell'Udc, che in un comunicato ricorda di aver "sempre ribadito la nostra ferma opposizione a usare come alibi il dramma del Coronavirus per spendere di più e male e per alzare le imposte". Osserva il partito presieduto da Piero Marchesi: "Certamente, per colpa della pandemia si spenderà più del previsto, ma c’è modo e modo di spendere, e soprattutto ci vuole la determinazione e il coraggio anche di non spendere sebbene la pressione di singoli, associazioni e partiti possa essere alta". Se questa "è la linea di negoziazione tra i partiti per l’equilibrio, diciamo da subito che faremo opposizione dura, senza escludere anche gli strumenti della democrazia diretta. Riteniamo oggi, ancora più di ieri, che sia invece proprio la politica fiscale l’unica leva adatta e necessaria per far ripartire le imprese ticinese e mantenere il potere d’acquisto dei ticinesi". Anche la Lega esprime la propria “totale contrarietà a ogni e qualsiasi aggravio fiscale, a cui ci opporremo anche facendo ricorso ai diritti popolari”, scrive Lorenzo Quadri in un comunicato ritenendo “inaccettabile mettere ulteriormente le mani nelle tasche dei cittadini e dell’economia, a maggior ragione in periodo di crisi”. Il Cantone a suo dire “deve semmai cominciare a risparmiare, stabilendo finalmente delle priorità nella spesa pubblica”. 

TOP NEWS Cantone
Ticino
6 ore
'Serve più trasparenza' sui premi di cassa malati
Abbiamo discusso dell'aumento in Ticino dei premi con l'esperto Carlo De Pietro (Supsi): 'Non abbiamo a disposizione i dati necessari per valutare'
Mendrisiotto
6 ore
Autolinea Mendrisiense, la ripresa non è ancora completa
Il dopo lockdown dà comunque indicazioni positive. Oltre a potenziamenti serali e nel fine settimana, il cambio orario porterà nuove assunzioni
Luganese
7 ore
Elezioni comunali 2021: in forse l'esistenza di 'Morcote Viva'
Il municipale già Plr, poi confluito nella formazione civica, Massimo Suter, sceglie l'indipendenza e riflette su una possibile non ricandidatura. Così il sindaco Nicola Brivio.
Ticino
7 ore
Procuratori pubblici, indennizzi per chi non è rieletto
Cosa succederebbe se i magistrati bocciati dal Consiglio della magistratura non venissero rieletti? Le 'buonuscite' sono importanti
Luganese
9 ore
Pink Panther arrestati a Pregassona sul banco degli imputati
Chieste a Zurigo pene fra i 5,5 e i 7 anni a carico dei tre dei quattro presunti membri della banda arrestati dalla Polizia cantonale
Ticino
10 ore
Dal Gran Consiglio sì a pieni voti al pacchetto scolastico
Dopo la riforma fiscale e le misure per la socialità arriva il si anche ai 19 milioni per la diminuzione degli allievi per classe alle medie e altre modifiche
Bellinzona
10 ore
Paglia: 'Non ritengo di dovermi dimettere'
Il municipale di Bellinzona risponde alle critiche dopo i risultati degli audit sui superamenti di spesa in tre cantieri comunali
Locarnese
10 ore
Losone, quarantena e dietrofront: ‘Le famiglie hanno capito’
Alle Medie, dove per una questione di tempistica è rientrato il ‘caso’ legato a una positività, il direttore ha fatto informazione
gallery
Luganese
11 ore
Camion cisterna perde gasolio su via Cantonale a Magliaso
Il liquido inquinante si è riversato in parte sul campo stradale provocando grossi disagi alla circolazione.
Locarnese
12 ore
Sonogno, vandalismi al Verzasca Foto: ‘Inciviltà senza confini’
Alcune fotografie del bernese Spring sono state divelte e deturpate da ignoti. Una mancanza di rispetto per il lavoro fatto con ‘cuore, spirito e fatica’
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile