laRegione
l-italia-riapre-ma-il-traffico-in-dogana-non-aumenta
(foto: Ti-Press)
03.06.20 - 19:10
Ats, a cura de laRegione

L'Italia riapre, ma il traffico in dogana non aumenta

Anche l'Austria da domani abolirà i controlli ai confini con la Svizzera, mentre la Confederazione ribadisce che da parte elvetica la data resta il 15 giugno

Nonostante l'apertura unilaterale delle frontiere da parte dell'Italia, in vigore da oggi, il traffico al confine sud non si è intensificato. È quanto rileva l'Amministrazione federale delle dogane (Afd), sollecitata da Keystone-ATS.

Rispetto alla settimana scorsa "non è stato registrato alcun aumento significativo del traffico transfrontaliero", fa sapere l'ufficio stampa dell'AFD. Nei prossimi giorni verranno pubblicati i dati consolidati e analizzati sull'evoluzione della situazione.

Come noto, Roma ha scelto di abolire da oggi le restrizioni in entrata, ma Berna ha giudicato prematuro fare altrettanto. Ci si può quindi recare in Italia dalla Svizzera - pur se il Consiglio federale lo sconsiglia e non è permesso andarci per fare shopping - mentre il contrario non è ancora possibile.

La Confederazione ha già concordato con Francia, Germania e Austria di abolire definitivamente le restrizioni alle frontiere dal 15 giugno. Lo stesso potrebbe avvenire anche con la vicina Penisola, ma le autorità per ora non hanno preso una decisione definitiva.

L'Austria riapre, la Svizzera no

Per quanto riguarda la situazione con l'Austria, Vienna ha comunicato oggi che da domani cadranno i controlli ai confini con sette Paesi, Svizzera compresa. Malgrado questa mossa, la Segreteria di Stato della migrazione (SEM) ha confermato tramite una nota che, da parte elvetica, la riapertura totale non verrà anticipata, ma resta in calendario, come previsto, per metà mese.
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
4 ore
Ipct, Pronzini si rivolge alla Commissione di mediazione
Il deputato dell’Mps ha chiesto alla cassa pensioni la decisione sulla riduzione del tasso di conversione. Accesso differito. Il parlamentare non ci sta
Luganese
6 ore
Soprusi, schiaffi e ustioni ai figli per 4 anni, il caso in aula
Genitori alle Correzionali, la pubblica accusa chiede pene parzialmente da espiare. Una perizia ha accertato la loro incapacità genitoriale
Luganese
6 ore
Rovio, il movente sarebbe il furto del figlio alla nonna paterna
Il padre avrebbe sparato alla schiena del 22enne forse a causa degli 80’000 franchi spariti dalla casa di Gravesano della parente
Mendrisiotto
7 ore
Chiasso, due campi esterni da padel all’ex Boffalorino
La domanda di costruzione per il progetto sarà presentata entro fine mese. L’area nel frattempo è stata sistemata
Bellinzonese
7 ore
Progetto Ritom a tetto: così cambia l’idroelettrico leventinese
Ffs e Aet presentano l’avanzamento del cantiere. Poi toccherà alla centrale del Piottino. Valutazioni in corso per Lucendro e alcune riversioni
Luganese
8 ore
Montagnola, auto urta un muretto e si ribalta: un ferito
Le condizioni del guidatore non dovrebbero destare particolari preoccupazioni
Bellinzonese
10 ore
‘Più zone naturali per combattere le isole di calore’
È la richiesta dei Verdi in un’interpellanza rivolta al Municipio di Bellinzona, che riprende a sua volta una proposta della Lista civica di Mendrisio
Locarnese
13 ore
Abusi edilizi, Municipio di Losone bacchettato dagli Enti locali
Vanno contro le disposizioni pianificatorie cantonali alcune licenze legate alla sopraelevazione d’immobili rilasciate. Parte l’interrogazione
Luganese
14 ore
Approvvigionamento energetico, Ail stoccano gas in Italia
Il Ticino è dipendente dalla disponibilità del Paese limitrofo, unica rete alla quale è collegato, a continuare a lasciar transitare gas verso la Svizzera
Locarnese
16 ore
Gordola, il percorso alternativo per le bici non si trova
Il Municipio risponde all’interpellanza che chiedeva un tracciato più sicuro in collina, in direzione diga della Verzasca. Proposta che non convince
© Regiopress, All rights reserved