laRegione
laR
 
12.05.20 - 19:20
Aggiornamento: 21:22

Fabrizio Cieslakiewicz: 'Gli aiuti sono stati tempestivi'

BancaStato ha concesso già oltre 200 milioni di franchi di crediti garantiti dalla Confederazione per dare liquidità alle Pmi colpite dagli effetti del coronavirus

di Generoso Chiaradonna
fabrizio-cieslakiewicz-gli-aiuti-sono-stati-tempestivi
Il presidente della direzione generale di BancaStato (Ti-Press)

La situazione economica determinata dall'emergenza sanitaria è seria. La Confederazione ha attivato lo strumento del credito garantito alle Pmi che ha permesso di fare arrivare liquidità immediata alle aziende. Solo BancaStato ha concesso nell'ultime settimane circa 200 milioni di franchi. "Le richieste più importanti sono state effettuate dalle Pmi attive nei settori “commercio e riparazioni di veicoli”, “costruzioni”, “alberghi e ristoranti”, “servizi domestici” e “attività professionali, scientifiche e tecniche”. Per i crediti inferiori a 500 mila franchi l’importo medio è pari a circa 120mila franchi, per quelli superiori a 825mila", afferma Fabrizio Cieslakiewicz, presidente della direzione generale di BancaStato il quale precisa che sono circa 1'450 i crediti Covid-19 erogati dal suo istituto. 

Una grave crisi economica, secondo molti esperti, è alle porte. Quali settori, secondo voi, hanno bisogno di un maggior sostegno per evitare gravi fallimenti? 

Io ritengo che è veramente difficile fare una previsione: ci sarà sicuramente una recessione la cui gravità dipenderà però molto dall’evoluzione dell’urgenza e, quindi, dalla “velocità” di ritorno a una situazione nel limite del possibile vicina alla normalità. Reputo opportuno rilevare che gli interventi della Confederazione e dei Cantoni, alcuni effettuati anche in collaborazione con le banche, sono stati tempestivi, concreti e significativi e hanno per ora permesso di evitare situazioni insostenibili. Alcuni settori saranno però sicuramente più toccati di altri. Per il Ticino penso ad esempio al settore alberghiero e della ristorazione o del turismo in generale: per questi settori sono sicuramente necessarie misure supplementari. 

Il settore turistico in generale, ma non solo, è quello più colpito dagli effetti negativi delle misure per contenere l'epidemia di coronavirus. Lo stimolo da voi promosso insieme al Dfe e Att mira a contenere parte di questi effetti. È sufficiente? È possibile che venga riproposto in altre forme anche il prossimo anno, magari rivolto anche al resto della Svizzera? 

Con la campagna 'Vivi il tuo Ticino' BancaStato ha deciso, in collaborazione con il Cantone (Dipartimento delle finanze e dell’economia) e l'Agenzia turistica ticinese, di sostenere il turismo con 6,2 milioni di franchi. Oltre a tale importante aiuto diretto, la campagna si prefigge di convincere i ticinesi a trascorrere le loro vacanze estive in Ticino soggiornando nei nostri datori di alloggio, cenando nei nostri ristoranti e vivendo le attrazioni del nostro bel Cantone. Quindi, se i ticinesi aderiranno in modo massiccio all’iniziativa, l’indotto sarà molto più elevato dei 6,2 milioni (si stima un ventina di milioni, ndr) e contribuirà concretamente al rilancio del settore. Infine, è importante rilevare che la campagna è stata pensata in modo 'modulare': ogni azienda attiva sul territorio può facilmente 'agganciare' degli sconti per la propria clientela agli sconti di 'base' previsti a favore di tutti i residenti. In questo modo se altre aziende dovessero decidere “d’intervenire” per sostenere il turismo potranno farlo “sfruttando” il “meccanismo” già in essere.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
34 min
Arogno, il sentiero resta: respinto il ricorso di Franco Masoni
L’ex consigliere agli Stati riteneva illegittimo il ‘declassamento’ di una strada sterrata per raggiungere la sua proprietà
Luganese
36 min
Origlio, l’avventura di un negozietto di paese
Peter Murer per 22 anni lo ha gestito guadagnandosi l’affetto della gente. Ora lascia ma ‘Bondì’ resterà
Luganese
12 ore
Direttore arrestato, ‘bisogna cogliere i segnali d’allarme’
Secondo il criminologo Franco Posa allievi, docenti e genitori devono poter far affidamento su una rete esterna per evitare situazioni spiacevoli
Ticino
12 ore
‘Cdm, competenze da ampliare o meccanismi da rivedere’
Consiglio della magistratura, lettera del governo alla commissione parlamentare Giustizia e diritti. Nicola Corti: spunti di riflessione interessanti
Ticino
12 ore
Rincari: ‘Non si scarichino le responsabilità su chi è malato’
A fronte di un aumento dei premi di cassa malati che si prospetta vertiginoso, per Acsi, cliniche private, Eoc, medici e farmacisti serve cambiare sistema
Luganese
22 ore
Lugano prevede di adeguare il rincaro del 3%
Lo annuncia il Municipio nella risposta all’interrogazione presentata dalla sinistra. La decisione definitiva verrà presa il prossimo dicembre
gallery
Bellinzonese
23 ore
Morobbia: dopo 20 anni e 22 milioni, inaugurato l’acquedotto
Entrato in funzione questa estate, in passato era stato contestato dalla Città e oggi produce anche elettricità per oltre mille abitanti
Ticino
1 gior
Le settimane passano, ma non i radar, ed è ottobre
Comune per comune i punti ‘osservati speciali’ dell’azione di controllo della velocità in un’ottica di prevenzione
Bellinzonese
1 gior
Stazione di Biasca senza biglietteria, per il CdS va bene così
Sportelli fisici usati solo dal 5% dei viaggiatori: il governo non entra nel merito della decisione adottata dalle Ffs
Bellinzonese
1 gior
Nuove scuole a Lodrino entro il 2028
Il progetto Meta si è aggiudicato il concorso per la progettazione del comparto scolastico. Investimento complessivo di 38 milioni di franchi
© Regiopress, All rights reserved