laRegione
Sampdoria
Napoli
18:30
 
Torino
Lazio
18:30
 
MANAFOV V./MATUSZEWSKI P.
HUESLER M./STRICKER D.
18:15
 
SORRIBES TORMO S. (ESP)
BENCIC B. (SUI)
18:00
 
rsi-12-posti-di-lavoro-in-meno-licenziamenti-non-esclusi
Ombre all'orizzonte (Ti-Press)
Ticino
19.02.20 - 13:000
Aggiornamento : 20.02.20 - 09:51

Rsi, 12 posti di lavoro in meno: 'Licenziamenti non esclusi'

I tagli, spiega Il direttore Canetta, saranno effettuati principalmente attraverso prepensionamenti e mancate sostituzioni. Syndicom: 'Forte preoccupazione'

Saranno 12 posti di lavoro quelli che salteranno alla Rsi. Lo conferma alla 'Regione' il direttore Maurizio Canetta, che stamattina ha incontrato il personale per dare loro la comunicazione. «Queste sono le prospettive determinate dai nuovi dati finanziari. Rispetto a quanto previsto dal piano R dovremo sopprimere altri 12 posti di lavoro. Il nostro obiettivo è di riuscire senza dover fare dei licenziamenti, ma purtroppo non possiamo escluderli». Inizialmente i tagli, ha spiegato Canetta, saranno effettuati attraverso prepensionamenti e mancate sostituzione dei partenti.  A pesare soprattutto sulle cifre della Radiotelevisione è il calo delle entrate pubblicitarie.

Canetta ha inoltre precisato un dato erroneamente anticipato dal portale 'Ticinonews': Il citato 'piano R' prevede la diminuzione del numero dei dipendenti dell'emittente pubblica che da 991 full time equivalent (tempi pieni, in buona sostanza) attive a dicembre 2019 deve scendere entro la fine del 2020 a 978. Ora la cifra dei dipendenti a tempo pieno della Rsi dovrà abbassarsi ulteriormente: entro la fine di quest'anno l'organico sarà composto da 966 unità. 

Syndicom: 'Esempio terribilmente negativo'

Da parte del Sindacato dei media e della comunicazione syndicom «c'è forte preoccupazione», dice il segretario regionale  Nicola Morellato, da noi raggiunto per una prima reazione. C'è forte preoccupazione, riprende Morellato, «nel vedere che il servizio pubblico dell'informazione mette in atto tagli che hanno ripercussioni sul personale, anziché rivedere e ottimizzare i processi interni, ridurre gli sprechi ed eventualmente rivalutare l'organigramma a livello dirigenziale». Oltretutto, prosegue il segretario di syndicom, «in un momento complicato per le redazioni giornalistiche in generale, le misure annunciate dalla Rsi sono un esempio terribilmente negativo, che rischia di ripercuotersi sull'editoria privata».

Dal 2016 circa 120 persone in meno

"Abbiamo preso atto delle comunicazioni del direttore Canetta, siamo coscienti che le difficoltà a livello di introiti introiti a causa della diminuzione della pubblicità, e l'evoluzione tecnologica obbliga a fare scelte diverse da quelle fatte finora. Ma a pagare queste scelte non devono essere i lavoratori". È netto Rolando Lepori, del Sindacato svizzero dei mass media, nel commentare l'informazione data stamattina dalla direzione della Rsi ai propri dipendenti. "Come sindacato siamo disposti a ragionare assieme per contenere, se possibile azzerare, l'impatto sul personale", aggiunge. Quindi, "trovare misure, correttivi che possano portare a una diminuzione di costi, a una valutazione di certe voci di spesa ma senza toccare chi lavora ogni giorno per la Rsi". E sul punto, Lepori ricorda come "dal 2016 a oggi grossomodo ci sono 120 persone in meno. I programmi non sono diminuit, anzi. Ma il medesimo lavoro, se non aumentato, deve essere effettuato dal 10% in meno di operatori". Dovessero ridurre ancora, "non vorrei diminuisse troppo l'offerta e la qualità dei programmi". Senza dimenticare, prosegue il sindacalista dell'Ssm, "che c'è un mandato di servizio pubblico che la Ssr svolge su mandato del Consiglio federale. E dunque ci vuole anche la consapevolezza del governo e del parlamento che i soldi ricevuti non sono sufficienti".

Preoccupazione da parte dell'Associazione ticinese dei giornalisti

“L'Associazione ticinese dei giornalisti (Atg) è preoccupata per i risparmi che la Rsi dovrà realizzare nei prossimi mesi”, afferma Generoso Chiaradonna, membro di comitato dell'Atg. Come associazione di giornalisti “auspichiamo che queste riduzioni di organico avvengano senza licenziamenti“. Siamo anche coscienti che i risparmi non si esauriranno con i piano annunciato dai vertici dell'ente radiotelevisivo. "Ricordiamo alla Rsi il suo ruolo di servizio pubblico e chiediamo che si comporti con i suoi dipendenti e gli utenti rispettando i principi della responsabilità sociale". L'Atg, inoltre, vigilerà sulle novità, per ora solo annunciate e non contestualizzate, relative alle reti radiofoniche. "Se destinate al miglioramento del prodotto, senza incidere sul personale, possono risultare un fattore positivo”. Positivo pure l'annunciato potenziamento dell'Academy e in generale della formazione interna in altri ambiti che prepareranno una decina di persone in più rispetto alle 20 attuali.

 

 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
7 min
Lugano, fermati due presunti ladri in centro città
Il fermo è avvenuto nell’ambito di un’inchiesta già in corso e i due uomini sono attualmente sottoposti agli interrogatori delle forze dell’ordine
Ticino
1 ora
Frontalieri, versati oltre 90 milioni di franchi di ristorni
In Ticino, Grigioni e Vallese sono 67’472 i lavoratori che ogni giorno attraversano il confine con l’Italia
Ticino
1 ora
Il governo: ‘Basta con le punizioni corporali sui bambini’
Il Consiglio di Stato passa dagli impegni ai fatti e, dando seguito alla mozione Dadò/Imelli, scrive al Consiglio federale: ‘Sottoscrivere l’Appello di Berna’
Ticino
5 ore
Sul salario minimo c’è accordo su controlli e monitoraggio
Incontro questa mattina fra il Direttore del Dfe Christian Vitta, i sindacati e le associazioni economiche. Fra i temi anche la salvaguardia dei posti di lavoro
Bellinzonese
6 ore
Case anziani Bellinzona, ‘se la proposta arriva da noi...’
L’Mps critica il voto d’irricevibilità della sua mozione sulle camere singole ‘mentre il Municipio sta riflettendo sulla medesima ipotesi’
Luganese
6 ore
Casinò di Campione d’Italia, paghe sui 3’600 euro lordi
In vista della riapertura della casa da gioco, si delinea il nuovo Contratto collettivo di lavoro dei 156 dipendenti (più una trentina part-time)
Locarnese
6 ore
Nuovo responsabile scientifico per le Isole di Brissago
Alessio Maccagni di Tenero dallo scorso primo agosto si occupa della gestione e della valorizzazione del giardino botanico
Locarnese
7 ore
Galleria Moscia-Acapulco: ‘Berna dovrebbe sussidiarla’
Interpellanza del consigliere nazionale Ps Bruno Storni: ‘D’altronde la litoranea è una strada internazionale’
Ticino
7 ore
Ancora un decesso in Ticino, 36 i contagi in 24 ore
Secondo il sito dell’Adicasi, una persona è deceduta per Covid in una delle due strutture attualmente colpite dal virus. Sale il numero dei ricoverati
Locarnese
7 ore
Alle Fart il marchio ‘Swisstainable’
Riconosciuto l’impegno per la sostenibilità profuso dall’azienda di trasporto pubblico del Locarnese e Valli
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile