laRegione
28.10.18 - 22:14
Aggiornamento: 23:35

Infiltrati? Su Argo 1 Unia risponde a Sansonetti

Dopo le accuse dell'ex responsabile di Argo 1, il sindacato replica: ‘Rivendichiamo con orgoglio quanto detto e fatto su questa vicenda’

a cura de laRegione
infiltrati-su-argo-1-unia-risponde-a-sansonetti

Marco Sansonetti, ex responsabile operativo della ditta di sicurezza Argo 1, in un’intervista concessa al domenicale ‘Il Caffè’ racconta la sua versione dei fatti legata allo scandalo sulla gestione degli asilanti nei Centri migranti. “Non ci fu alcuna corruzione per l’ottenimento da parte dell’Amministrazione cantonale dell’incarico per la gestione della sicurezza nei Centri”, sostiene. “Non so capacitarmi di come sia stato possibile, eppure è accaduto, che nell’arco di una giornata sia stata cancellata una società, la Argo 1, che per circa tre anni aveva gestito la sicurezza dei Centri migranti. Con piena soddisfazione dei vertici del Dipartimento della sanità e della socialità e della Polizia cantonale”.

Sansonetti muove pure accuse dirette al ‘superteste’, dalle cui dichiarazioni è partito tutto: “D’accordo con il sindacato Unia, lui e un altro dipendente hanno illecitamente raccolto della documentazione da un computer della ditta. E per di più alcuni conteggi fatti dal sindacato, quelli che poi hanno determinato l’accusa di usura, non sono corretti. Lo stesso sindacato li ha successivamente rettificati. Quindi non c’è affatto usura”.

«I pagamenti in nero sono confermati dall’inchiesta penale in corso – replica da noi raggiunto Giangiorgio Gargantini di Unia – e l’accusa mossa ai due dipendenti è la stessa veicolata già da un media quando parlò di ‘infiltrati’. Quel media è già stato censurato dal Consiglio svizzero della stampa. Noi da questo punto di vista siamo sereni».

Su tutta la linea? «Il caso è nato proprio da una denuncia di Unia, e noi assumiamo con orgoglio quanto abbiamo detto e fatto a livello sindacale su questa vertenza. Quello che è successo fin dall’inizio – continua Gargantini – accade ogni volta che un lavoratore si rivolge a un sindacato». Nel senso che «viene con delle accuse o con delle domande specifiche sul suo rapporto di lavoro, constatiamo con lui se la questione sia conforme o no alla legge, chiediamo quali prove possa fornire. Abbiamo fatto questo e lo rivendichiamo».

Su Sansonetti pendono 14 accuse, tra reati principali e ipotesi alternative. Si va dal sequestro di persona aggravato all’abuso di autorità, dall’usura alla truffa, dalla falsità in documenti all’infrazione alla legge sull’Avs e la previdenza professionale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
9 ore
Ad Airolo-Pesciüm l’inverno scatta il 16 dicembre
Una nuova stagione invernale ricca di interessanti proposte e attività per tutti gli amanti della neve scalpita
Locarnese
9 ore
Ascona, inaugurato il Centro diurno socio-assistenziale
Offre una sessantina di appartamenti a pigione moderata a persone anziane o invalide. Promotrice è la Parrocchia, a gestirlo è la Fondazione San Clemente
Bellinzonese
11 ore
La casa Aranda di Giubiasco festeggia un’ultracentenaria
Erminia Addor di Cadenazzo mercoledì 7 dicembre ha superato la bella età di 102 anni attorniata dai familiari
Locarnese
12 ore
Centovalli, riaperta la strada
Dopo lo smottamento di martedì sera, i lavori di sgombero sono stati eseguiti e la tratta fra Camedo e il bivio di Palagnedra è di nuovo percorribile
Mendrisiotto
12 ore
Chiasso, per riaprire la piscina è urgente investire
La richiesta di credito ammonta a 582mila franchi e sarà votata il 19 dicembre. Verrà chiesto aiuto ai comuni convenzionati
Ticino
13 ore
In Ticino 1’483 nuovi contagi Covid e cinque decessi
I posti letto occupati da pazienti con Coronavirus sono 141, per un +23% rispetto alla scorsa settimana. Sei i pazienti che si trovano in cure intense
Luganese
22 ore
Viganello, restano grigie le facciate di Casa Alta
Trovato il compromesso, che prevede la rinuncia al tinteggio blu, dopo l’incontro tra Cantone, Città e presidente dell’assemblea dei proprietari
Grigioni
22 ore
A San Bernardino (e non solo) mercato immobiliare congelato
Dopo tre intensi anni di compravendite, oggi la forte domanda non trova più offerta. Vigne dell’Ente turistico: ‘Qui come nel resto del Moesano’
Bellinzonese
1 gior
Pedone investito sulle strisce a Bellinzona. Ferite serie
L’uomo è stato travolto da un’auto su un passaggio pedonale di viale Portone. Chiuso un tratto di strada
Mendrisiotto
1 gior
Intercity, un treno chiamato desiderio. Oggi esaudito
Il via libera della Camera alta alle fermate nel Distretto fa gioire i sindaci di Chiasso e Mendrisio. Che rinviano il confronto sulle stazioni
© Regiopress, All rights reserved