laRegione
08.12.22 - 20:14

Per l’ente turistico un ‘Preventivo 2023 prudente’

Molte incertezze date dalla situazione internazionale. Previsto un disavanzo di oltre 60mila franchi. Circa i pernottamenti il 2022 si prospetta positivo.

per-l-ente-turistico-un-preventivo-2023-prudente
Ti-Press
Vista del Monte Generoso

"I fondi che abbiamo a disposizione sono pochi, troppo pochi per poter considerare di svolgere attività di promozione al pari delle Organizzazioni turistiche regionali (Otr) più grandi, ma sufficienti per compartecipare ad alcune selezionate attività al loro fianco". Si è espressa così Nadia Fontana Lupi, direttrice dell’Otr Mendrisiotto e Basso Ceresio, in occasione dell’assemblea ordinaria che si è svolta mercoledì. Durante l’incontro è stato presentato il Preventivo 2023, che prevede un disavanzo d’esercizio di 63’706 franchi: una cifra di molto superiore agli scorsi anni (per il 2022 era di 18mila franchi). "Restando positivi, ma consapevoli delle ristrettezze finanziarie con le quali la nostra Otr si confronta da tempo, il Consiglio di amministrazione (CdA) ha ritenuto di presentare un preventivo comunque prudente", si legge nel rapporto finanziario dell’ente. Nonostante le difficoltà riscontrate negli ultimi anni, l’organizzazione "si è sempre adoperata per riuscire a presentare il Mendrisiotto e il Basso Ceresio come una destinazione turistica attraente", ha ricordato il presidente del CdA Moreno Colombo. Un obiettivo che sembra essere stato raggiunto: "In questi anni la nostra regione è stata ‘scoperta’ da molte persone, per la maggior parte svizzeri, che ancora non la conoscevano", ha indicato Fontana Lupi. Inoltre "I risultati ottenuti dai nostri partner e dalle loro proposte ricettive ed esperienziali sono state apprezzate". Un anno particolarmente positivo era stato il 2021, durante il quale era stato registrato un ‘boom’ di pernottamenti nella regione, complici le restrizioni di viaggio imposte da molti Paesi a causa della pandemia di Covid-19. Il 2022, secondo i dati aggiornati a fine ottobre, si prospetta anch’esso un anno al di sopra della media.

La sfida: ‘Sviluppare un’offerta sostenibile’

La situazione internazionale attuale continua a essere critica, soprattutto a causa della guerra in Ucraina e della conseguente crisi energetica. Per questo motivo "è importante che la pianificazione, che tende ora a orientarsi al breve-medio termine, risulti flessibile e disposta a pronti cambiamenti di rotta", si legge nel rapporto marketing dell’ente. I mercati di riferimento principali restano comunque Svizzera, Italia e Germania, con uno sguardo anche alla clientela indiana grazie alla collaborazione con il ristorante Shiva di Chiasso. Ora una delle maggiori sfide è quella di "sviluppare un’offerta turistica sostenibile". Un altro elemento rilevante è l’aumento delle temperature che "sollecita la necessità di destagionalizzare il turismo e di realizzare nuove proposte di soggiorni in strutture che decidono di rimanere aperte più a lungo". Altro punto importante, legato ai cambiamenti di questi anni, è il maggior utilizzo dei mezzi digitali da parte dei turisti. Per questo motivo verrà implementata una newsletter. Proseguirà inoltre l’impegno per quanto riguarda il sito web e i social media.

Itinerari ‘bike’ sul San Giorgio ancora fermi

Nel 2023 verranno poi portati avanti i progetti già previsti, tra cui l’Albergo diffuso del Monte Generoso e gli interventi di manutenzione su alcuni sentieri. Resta invece in sospeso la rete di itinerari ‘bike’ sul Monte San Giorgio "la cui licenza di costruzione è stata impugnata da alcuni oppositori", ha ricordato Colombo. Resta pendente pure la concretizzazione del Piano d’utilizzazione cantonale (Puc) per il Monte Generoso. Questo sarà presentato in Gran Consiglio e accompagnato da un credito quadro per la gestione e la pianificazione di interventi e progetti. Previsto anche un gruppo di lavoro che sarà un ente gestore e dunque nuovo partner per l’Otr.

A livello enogastronomico si continuerà a valorizzare e a collaborare con le realtà presenti sul territorio che contribuiscono a "proporre esperienze turistiche davvero uniche come è il caso di degustazioni o visite ai produttori di prodotti Slow Food, di grappe, di Gin, di polenta, di prodotti Bio e miele", ha evidenziato la direttrice. Fiore all’occhiello resta il vino: "Grazie anche ai molteplici premi che i nostri produttori raccolgono costantemente".

Oltre ai temi strategici, di cui Fontana Lupi ha ricordato la priorità, l’ente turistico continuerà anche nel 2023 a collaborare con altri partner e progetti. Tra questi una rete regionale di colonnine per e-Bike, un’iniziativa teatrale, delle offerte speciali con Autopostale. Come pure la cooperazione con organizzatori di eventi ricorrenti come i Trails del Generoso e del San Giorgio, la Festa della musica, la Mangialonga, la Sagra del borgo, le Fiere dell’antiquariato. Senza dimenticare anche eventi particolari che attirano molte persone. Inoltre la direttrice ha segnalato due eventi particolari per il prossimo anno: l’Assemblea svizzera dei segretari comunali e il Campionato svizzero giovanile di nuoto.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
2 ore
‘Approfondiremo il tema, ma così su due piedi sono scettico’
Speziali dice la sua sulla congiunzione delle liste con l’Udc per le ‘federali’. Per il presidente Plr: ‘Differenze piuttosto evidenti tra i due partiti’
Bellinzonese
5 ore
‘Fin lì era filato tutto liscio, poi la bottigliata in testa’
Per il sindaco di Cadenazzo Marco Bertoli, il battibecco di Carnevale sarebbe nato da una sigaretta accesa all’interno del capannone
Bellinzonese
9 ore
Coriandoli ma non solo: a Cadenazzo volano pure pugni e calci
Prima serata di bagordi carnascialeschi segnata da una persona ferita al capannone. Il presidente: ‘Episodio fortunatamente isolato e circosrcritto’
Locarnese
14 ore
Brissago, il bando di pesca finisce imbrigliato nelle reti
Il Tribunale amministrativo concede l’effetto sospensivo al ricorso di un professionista che contesta l’ampliamento dell’area inizialmente concordata
Ticino
1 gior
Città dei mestieri, ‘un punto centrale, ora bisogna irradiarsi’
Presentato il bilancio del terzo anno: in continua crescita gli utenti alla ricerca di informazioni su formazione professionale e mondo del lavoro
Mendrisiotto
1 gior
Truffe per almeno due milioni di franchi: venti mesi sospesi
Condannato alle Assise correzionali di Mendrisio un 67enne per fatti avvenuti tra il 2012 e il 2014. Danneggiate oltre 19 persone.
Ticino
1 gior
Aumento delle stime fiscalmente neutro, oltre 17mila le firme
I promotori dell’iniziativa popolare costituzionale hanno depositato oggi in Cancelleria le sottoscrizioni
Ticino
1 gior
‘La polizia farà la sua parte per ridurre la spesa pubblica’
Lo ha detto Norman Gobbi durante l’annuale Rapporto di Corpo della Cantonale. ‘Positivo il bilancio del 2022 e la capacità di adattamento’
Ticino
1 gior
‘Bandir gennaio’ non bandisce anche i radar
Come ogni venerdì, ecco la lista delle località nelle quali verranno effettuati controlli elettronici della velocità dal 30 gennaio al 5 febbraio
Ticino
1 gior
Aiti: senza garanzie, meglio lo stop al telelavoro da febbraio
L’associazione industriali ticinesi ritiene ‘ragionevole’ la sospensione senza un nuovo accordo che regoli la fiscalità dei frontalieri in telelavoro
© Regiopress, All rights reserved