laRegione
26.10.22 - 12:16
Aggiornamento: 18:04

Riva San Vitale, mobilità lenta nel comparto scolastico

Il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità il credito di 1’887’500 franchi. Il Municipio ha parlato anche delle luminarie natalizie

riva-san-vitale-mobilita-lenta-nel-comparto-scolastico
archivio Ti-Press
Mobilità lenta protagonista

Nel comparto scolastico di Riva San Vitale verrà incentivata la mobilità lenta. Riunito lunedì in seduta, il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità il credito di 1’887’500 franchi chiesto dal Municipio per realizzare le nuove misure e procedere alla sostituzione delle sottostrutture. Nel loro rapporto congiunto, le commissioni della Gestione e delle Opere pubbliche hanno invitato il Municipio a tenere in considerazione due tematiche al momento della definizione dei dettagli e della realizzazione del progetto. Si tratta della posa di un "dissuasore idraulico" per pedonalizzare efficacemente la parte di via Monsignor Sesti tra le scuole e l’oratorio e l’eventualità di approfondire con il Cantone "la possibilità d’introdurre il limite di 20 km/h perlomeno sulla tratta di via Sesti tra l’oratorio e l’incrocio con via delle Bolle.

Approvati, sempre all’unanimità, anche l’aggiornamento del Regolamento acqua potabile, conformato alle norme vigenti, e lo scioglimento di un legato e l’estinzione di un mutuo parrocchiale. Il Consiglio comunale ha inoltre accolto Laura Mambretti Nesti (Lega-Udc-Ind.), che ha prestato fedeltà alla Costituzione e alle Leggi.

Monumenti illuminati ‘per motivi di sicurezza’

L’illuminazione natalizia di Riva San Vitale sarà limitata, ma il Municipio "intende garantire alcuni eventi tradizionali finalizzati a dare serenità e spensieratezza". Lo ha spiegato lo stesso esecutivo, sollecitato da un’interpellanza di Sofia Cereghetti (Unità di Sinistra – Socialisti e Verdi). Nel dettaglio, "l’illuminazione avverrà solo nella piazza con l’albero di Natale e illuminazione sui candelabri della piazza che è regolata dalle Ail che, non è da escludere, subirà spegnimenti puntuali o riduzioni di intensità della luce". Gli alberi a lago, le luminarie su Palazzo comunale e via dell’Inglese non saranno per contro illuminati. "Per motivi di sicurezza difficilmente sarà limitata l’illuminazione ordinaria dei monumenti storici". L’esecutivo ha infine deciso di "non formulare alcuna direttiva comunale: a quanto ci risulta i nostri cittadini e le attività commerciali stanno già valutando misure di contenimento dei costi e delle illuminazioni. In tal senso – conclude il Municipio – ci appelliamo al senso di responsabilità individuale che, ne siamo certi, non mancherà di caratterizzare la popolazione del nostro comune come è sempre avvenuto in momenti di crisi e difficoltà".

Leggi anche:

Riva San Vitale, cambia l’assetto viario nel comparto scuole

Riva San Vitale sensibilizza sul risparmio energetico

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
32 min
Aumento delle stime fiscalmente neutro, oltre 17mila le firme
I promotori dell’iniziativa popolare costituzionale hanno depositato oggi in Cancelleria le sottoscrizioni
Ticino
1 ora
‘La polizia farà la sua parte per ridurre la spesa pubblica’
Lo ha detto Norman Gobbi durante l’annuale Rapporto di Corpo della Cantonale. ‘Positivo il bilancio del 2022 e la capacità di adattamento’
Ticino
1 ora
‘Bandir gennaio’ non bandisce anche i radar
Come ogni venerdì, ecco la lista delle località nelle quali verranno effettuati controlli elettronici della velocità dal 30 gennaio al 5 febbraio
Ticino
2 ore
Aiti: senza garanzie, meglio lo stop al telelavoro da febbraio
L’associazione industriali ticinesi ritiene ‘ragionevole’ la sospensione senza un nuovo accordo che regoli la fiscalità dei frontalieri in telelavoro
Luganese
3 ore
Assolto in Appello l’ex maestro di Montagnola
Per la Carp non è stato possibile accertare un pericolo per lo sviluppo psichico degli allievi. Mauro Brocchi era stato condannato in primo grado nel 2019
Bellinzonese
4 ore
Oltre al carovita, a Bellinzona c’è il ‘caro’- estinto
Secondo un rapporto di Mister Prezzi, il capoluogo ticinese ha le tariffe più alte per cremazione e camera mortuaria fra tutte le capitali cantonali
Bellinzonese
4 ore
Dopo due anni torna il Carnevale Rabadan
La 160ª edizione si terrà a Bellinzona dal 16 al 21 febbraio. Protagoniste la musica, le maschere, la tradizione e la voglia di sano divertimento
Mendrisiotto
9 ore
È ufficiale: l’Fc Chiasso è fallito
Il pretore di Mendrisio non ha potuto che decretare la fine del club rossoblù. ‘Fiumi di parole’, ma nei conti neanche un centesimo
Locarnese
10 ore
La Stranociada, gli altri e lo ‘scherzo’ che (non) vale
Lo spostamento e il raddoppio delle serate del carnevale di Locarno non fanno felici i vicini: Maggia e Gordola chiamati a far buon viso a cattivo gioco
Luganese
13 ore
La torre itinerante simbolo di una necessità condivisa
La Tour Vagabonde fa riflettere sugli spazi indipendenti da Friborgo, dove nasce, fino a Lugano, dove si ergerà fino al prossimo marzo
© Regiopress, All rights reserved