laRegione
15.09.22 - 11:59
Aggiornamento: 19.09.22 - 19:08

Risparmio energetico, Chiasso spenga le luci

Interrogazione interpartitica chiede al Municipio un uso parsimonioso delle risorse e di invitare i privati a fare altrettanto

risparmio-energetico-chiasso-spenga-le-luci
Ti-Press/Archivio
È un bene prezioso, occorre risparmiare

"È importante l’utilizzo parsimonioso e intelligente delle risorse. Senza misure di risparmio, nel prossimo inverno anche la Svizzera è a rischio di temporanei blackout e razionamenti energetici". Lo scrivono otto consiglieri comunali di Chiasso che hanno presentato un’interrogazione interpartitica (prima firmataria Francesca Bernasconi Bedulli) chiedendo al Municipio di "promuovere le buone pratiche", ossia, come hanno fatto diversi Comuni e Città svizzere, spegnere l’illuminazione pubblica esterna quando non serve, invitando i privati a fare altrettanto. L’interrogazione riporta gli esempi virtuosi di Lumino e di comuni più grandi come Val-de-Ruz nel Canton Neuchâtel o delle città di Neuchâtell, Nyon, Friburgo, Losanna e Berna.

Avviare un processo partecipativo

Particolarmente interessante è l’esempio di Berna, che ha introdotto e implementato le proprie misure a seguito di un processo partecipativo con la popolazione e i diversi partner privati. Questo favorisce proposte di risparmio anche per popolazione e commerci, come lo spegnimento la notte dopo una determinata ora di insegne, vetrine, centri commerciali e giardini, solo per enumerare alcuni esempi. La riduzione dell’inquinamento luminoso porterebbe innumerevoli vantaggi, secondo i consiglieri comunali, che invitano il Municipio a modificare i necessari regolamenti comunali o ad adottare un nuovo regolamento comunale concernente l’illuminazione esterna, la riduzione dello spreco e la prevenzione dell’inquinamento luminoso affinché l’illuminazione pubblica e privata esterna sia ridotta allo stretto necessario.

Si promuova la sensibilizzazione

Nell’interrogazione viene chiesto "lo spegnimento dell’illuminazione pubblica e privata esterna nelle ore notturne ovunque questo sia possibile, l’installazione di sensori di movimento e accensione automatica delle luci, rispettivamente dei temporizzatori, dove per motivi di sicurezza non fosse opportuno lo spegnimento totale dell’illuminazione stradale (eccetto strisce pedonali)". L’autorità comunale è pure inviata a promuovere "campagne di sensibilizzazione della popolazione e dei commerci a un uso parsimonioso dell’energia e sensibilizzare alle buone pratiche i professionisti, pianificatori, architetti, ingegneri, installatori locali, per esempio richiedendo l’applicazione della norma SIA 491 (prevenzione delle emissioni di luce esterne inutili) nell’ambito dell’approvazione di nuovi permessi, nonché la partecipazione dei funzionari responsabili a seminari e scambi di esperienza a livello nazionale".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
2 ore
Un fuoristrada, un gatto e l’amore per la (nuova) vita
Grazie al piacere nel viaggiare assieme al suo fedele Jek, il locarnese ‘Jonni’ è riuscito a riprendersi dopo un tragico incidente in cui è quasi morto
Ticino
2 ore
Salario minimo non adeguato all‘inflazione, Durisch: ‘Contesto!’
Il capogruppo Ps dopo la decisione del governo: ‘Assurdo, è una manovra per non arrivare all’ultima forchetta nel 2025: non sta né in cielo né in Terra’
Luganese
8 ore
Lugano, trasporto pubblico più friendly per i disabili
Approvato il maxi credito (13,6 milioni) per adeguare una parte delle fermate cittadine. Polemica in Consiglio comunale sulle telecamere nei parchi gioco.
Luganese
9 ore
Morcote allacciata all’impianto di depurazione del Pian Scairolo
Tra i progetti previsti dal Consorzio l’abbattimento di microinquinanti e l’utilizzo di energie alternative
Ticino
11 ore
‘Quell’iniziativa è superata dagli eventi’
Consiglio della magistratura, così la commissione parlamentare: Assemblea dei magistrati e Gran Consiglio hanno nel frattempo designato il nuovo Cdm
Gallery
Mendrisiotto
11 ore
Volto coperto e armati: commando irrompe in una abitazione
In cinque rapinano una casa privata a Novazzano. Immobilizzate le persone all’interno, gli autori del ‘colpo’ si sono poi dati alla fuga
Ticino
12 ore
‘Riconoscimento del carovita così come proposto dal governo’
Risoluzione della sezione ticinese della Federazione svizzera funzionari di polizia
Ticino
13 ore
Non cambia l’età limite per restare in Magistratura: 70 anni
La commissione parlamentare ‘Giustizia e diritti’ silura la proposta di Filippini di scendere a 68. La democentrista ritira l’iniziativa
Ticino
13 ore
Docenti, ne mancano di tedesco e matematica
Presentata l’offerta formativa per l’anno 2023/24. Bertoli: ‘In Ticino la copertura è comunque sufficiente, non come in altre regioni della Svizzera’
Bellinzonese
14 ore
Archeologia, antiche ricchezze dissotterrate a Giubiasco
Aperto uno dei quattro tumuli venuti alla luce in un cantiere tra viale 1814 e via Ferriere: ritrovati orecchini, fibule, un pugnale e un’urna funeraria
© Regiopress, All rights reserved