laRegione
22.07.22 - 19:15
Aggiornamento: 25.07.22 - 09:42

Mendrisio, una ‘guida’ ai cantieri per rispondere ai cittadini

La Città, a seguito delle sollecitazioni della popolazione, ha deciso di replicare alle domande più frequenti relative ai lavori stradali in corso

mendrisio-una-guida-ai-cantieri-per-rispondere-ai-cittadini
Ti-Press/Archivio
Necessari

L’estate porta il caldo e anche tanti cantieri, che mettono a dura prova la pazienza degli automobilisti e dei residenti. La domanda che tutti si pongono è la stessa: questa moltitudine di lavori è davvero necessaria? La Città di Mendrisio, per sopperire alle molteplici sollecitazioni della popolazione, ha deciso di allestire una serie di possibili domande e risposte che spiegano le ragioni per cui ci sono così tanti cantieri in corso. Vediamone alcune.

Perché si lavora soprattutto d’estate?

Entro il 2023 tutte le strade cantonali devono essere risanate con asfalto fonoassorbente, mentre quelle comunali entro il 2028. In generale l’asfalto non può essere posato a basse temperature, e quello fonoassorbente è ancora più sensibile al freddo. "Impensabile sarebbe di eseguire i lavori d’inverno e lasciare per mesi tratti sterrati in attesa di asfaltarli d’estate".

Perché tutti questi cantieri?

Mendrisio ha una rete stradale pari a 78 chilometri di strade ai quali se ne aggiungono 24 di marciapiedi. Inoltre, le strade nei vari quartieri sono state costruite in periodi differenti. Di conseguenza, difetti, buche e irregolarità sono dietro l’angolo, poiché la continua usura dovuta alla mole degli utenti della strada e al sovraccarico di veicoli pesanti non fanno altro che rovinare le strade. I lavori sono perciò necessari in modo "da garantire delle strade all’altezza delle esigenze odierne e delle disposizioni della legge".

Chi decide ed esegue gli interventi?

I motivi per cui si apre un cantiere stradale sono numerosi e particolarmente diversi tra loro. "La Città ha un programma di manutenzione ordinaria e straordinaria dei manti stradali e inoltre deve realizzare le opere contenute nei vari piani adottati dal Consiglio comunale, secondo una certa scala di priorità". Altre esigenze possono essere invece puntuali come "gli allacciamenti privati per acqua, elettricità e gas ai quali si aggiungono gli allacciamenti e i tracciati di aziende private". Per quanto riguarda il Cantone, ha un proprio programma d’invertenti sulle strade comunali come per esempio "la posa di asfalto, la creazione di corsie o piste ciclabili, la ridefinizione di una fermata del trasporto pubblico o ancora la conversione di un incrocio in rotatoria". Può capitare, inoltre, che sia proprio la popolazione stessa a sollecitare degli interventi, facendo segnalazioni al Municipio o ai servizi comunali. "Sono dunque numerose le esigenze e le richieste che si susseguono e si moltiplicano, coinvolgendo diversi attori ed esecutori".

Da cosa dipende la durata dei cantieri?

Bisogna sapere che quando l’usura della strada si estende per diverse decine di metri solamente i rappezzi dell’asfalto non bastano ed è quindi necessario procedere con il rifacimento totale che comprende anche lo strato di fondazione. In questo caso è bene verificare se siano anche necessari lavori riguardanti le sottostrutture per evitare di riaprire più volte lo stesso tratto. Per di più si deve verificare se la zona in questione sia interessata eventualmente da collegamenti d’interesse sovracomunale e se faccia parte di progetti regionali o cantonali. "Un cantiere stradale è il risultato di una grande collaborazione perché condensa su di sé gli interventi da parte di più attori ed esecutori, ognuno con i propri tempi tecnici, le proprie modalità e condizioni. Il ritmo dei lavori è inoltre dettato dagli spazi più o meno ridotti del cantiere, dalla possibilità o meno d’impiegare certi macchinari e dall’intensità del traffico giornaliero".

Scelte ponderate a vantaggio di tutti

La Città si dice infine consapevole degli aspetti critici che portano i cantieri ed è per questo che cerca sempre di compiere delle scelte ben ponderate e a vantaggio di tutte le parti coinvolte: limitare i rumori, ridurre le interruzioni alla viabilità, garantire il passaggio dei trasporti pubblici e scolastici e lavorare di notte sono tutti accorgimenti fondamentali.

Il documento si può trovare sul sito www.mendrisio.ch nella sezione Cantieri e viabilità in città.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
11 ore
Arogno, il sentiero resta: respinto il ricorso di Franco Masoni
L’ex consigliere agli Stati riteneva illegittimo il ‘declassamento’ di una strada sterrata per raggiungere la sua proprietà
Luganese
11 ore
Origlio, l’avventura di un negozietto di paese
Peter Murer per 22 anni lo ha gestito guadagnandosi l’affetto della gente. Ora lascia ma ‘Bondì’ resterà
Luganese
23 ore
Direttore arrestato, ‘bisogna cogliere i segnali d’allarme’
Secondo il criminologo Franco Posa allievi, docenti e genitori devono poter far affidamento su una rete esterna per evitare situazioni spiacevoli
Ticino
23 ore
‘Cdm, competenze da ampliare o meccanismi da rivedere’
Consiglio della magistratura, lettera del governo alla commissione parlamentare Giustizia e diritti. Nicola Corti: spunti di riflessione interessanti
Ticino
23 ore
Rincari: ‘Non si scarichino le responsabilità su chi è malato’
A fronte di un aumento dei premi di cassa malati che si prospetta vertiginoso, per Acsi, cliniche private, Eoc, medici e farmacisti serve cambiare sistema
Luganese
1 gior
Lugano prevede di adeguare il rincaro del 3%
Lo annuncia il Municipio nella risposta all’interrogazione presentata dalla sinistra. La decisione definitiva verrà presa il prossimo dicembre
gallery
Bellinzonese
1 gior
Morobbia: dopo 20 anni e 22 milioni, inaugurato l’acquedotto
Entrato in funzione questa estate, in passato era stato contestato dalla Città e oggi produce anche elettricità per oltre mille abitanti
Ticino
1 gior
Le settimane passano, ma non i radar, ed è ottobre
Comune per comune i punti ‘osservati speciali’ dell’azione di controllo della velocità in un’ottica di prevenzione
Bellinzonese
1 gior
Stazione di Biasca senza biglietteria, per il CdS va bene così
Sportelli fisici usati solo dal 5% dei viaggiatori: il governo non entra nel merito della decisione adottata dalle Ffs
Bellinzonese
1 gior
Nuove scuole a Lodrino entro il 2028
Il progetto Meta si è aggiudicato il concorso per la progettazione del comparto scolastico. Investimento complessivo di 38 milioni di franchi
© Regiopress, All rights reserved