laRegione
01.06.22 - 16:12
Aggiornamento: 17:13

Potenziamento dell’A2, per i Verdi è un progetto ‘da congelare’

Il comitato firma una risoluzione e chiede a Cantone e Confederazione di puntare maggiormente sulle alternative al mezzo privato

potenziamento-dell-a2-per-i-verdi-e-un-progetto-da-congelare
archivio Ti-Press
Quante corsie?

Il progetto di potenziamento dell’autostrada A2 tra Lugano Sud e Mendrisio (PoLuMe) va congelato "puntando fin da subito maggiormente sulle alternative al mezzo motorizzato privato". È quanto chiede a Confederazione e Cantone il comitato dei Verdi del Ticino. In una risoluzione firmata dal presidente del comitato Fabiano Cavadini, i Verdi si dicono "contrari" perché "il progetto immagina un futuro della mobilità regionale facendo ricorso a visioni del passato ancora basate sull’aumento della capacità stradale e dimenticando le alternative". Un progetto che "promuove ulteriormente il traffico individuale motorizzato, con pesanti ricadute di ordine finanziario, ambientale e di qualità della vita, sia in fase di cantiere che a medio-lungo termine". Oltre a questo, il progetto PoLuMe rappresenta una "rischiosa concorrenza per l’ulteriore sviluppo ferroviario dell’asse Nord-Sud e rischia di contribuire a far fallire la strategia di trasferimento del traffico dalla gomma alla rotaia sia per le persone che per le merci". Per i Verdi "è prioritario investire le limitate risorse finanziarie a disposizione nel potenziamento del mezzo di trasporto pubblico, sia a livello regionale che interregionale, con una celere realizzazione di AlpTransit a sud di Lugano, ben prima di quanto prevede attualmente la Confederazione, con lo scopo d’integrare la rete ferroviaria svizzera in quella europea".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
8 ore
‘I detenuti con misure terapeutiche vanno adeguatamente seguiti’
La richiesta al governo delle commissioni ‘Giustizia’ e ‘Carceri’ è ora nero su bianco. La mozione firmata da tutti i gruppi parlamentari
Ticino
9 ore
‘Avanti’, la porta è aperta a tutti
Presentato il nuovo movimento fondato da Mirante e Roncelli dopo le dimissioni dal Partito socialista. ‘Una forza di centro sinistra, moderna e aperta’
Luganese
9 ore
Pura, condannata a 4 anni la donna che accoltellò l’ex marito
La Corte ha accolto integralmente le richieste di pubblica accusa e accusatore privato, sostenendo che l’imputato abbia mentito per costruirsi un alibi
Ticino
10 ore
Primo incontro fra partiti sul dopo Carobbio agli Stati
Domani rendez-vous tra i vertici cantonali delle forze politiche rappresentate a Berna. Per scongiurare un ‘bel pasticcio’, Farinelli dixit
Grigioni
10 ore
Val Calanca, strada forse riaperta prima del weekend
Nella migliore delle ipotesi i lavori di sgombero inizieranno domani. Anche oggi il meteo ha ostacolato la valutazione dei rischi di nuovi scoscendimenti
Luganese
11 ore
Sottrasse mezzo milione a un conoscente, ma non fu riciclaggio
Appropriazione indebita: inflitti 15 mesi di carcere, sospesi con la condizionale, a un 39enne comparso di fronte alle Assise criminali di Lugano
Bellinzonese
12 ore
Ultima tappa per completare la fibra ottica nel Bellinzonese
Amb e Swisscom comunicano che l’anno prossimo saranno connessi anche a Pianezzo, Paudo, Claro, Gudo, Moleno e Preonzo
Bellinzonese
12 ore
‘Via Roggia dei Mulini rimarrà sicura anche con le palazzine’
Il Municipio di Bellinzona risponde all’interpellanza di Boscolo e Sansossio, confermando che il comparto rientra nella mobilità sostenibile
Ticino
12 ore
‘Il nuovo accordo fiscale è molto favorevole per i frontalieri’
Lo scrive in una lettera ai giornali lombardi il ministro dell’Economia italiano Giorgetti, che fa il punto della situazione sull’annoso dossier
Luganese
13 ore
Lugano-Montarina, Villa Ganser e Casa Walty salvate dalla Stan
Il Tribunale amministrativo cantonale accoglie il ricorso presentato contro la licenza concessa dal Municipio per un progetto edilizio
© Regiopress, All rights reserved