laRegione
valle-muggio-progetti-in-4-punti-dai-formaggini-al-macello
Ti-Press
Assemblea in serata a Morbio Superiore
19.05.22 - 23:07

Valle Muggio, progetti in 4 punti: dai formaggini al ‘macello’

Creati i gruppi di lavoro all’assemblea dell’associazione per i prodotti Muggio e Val Mara. La bozza già accettata dall’Ufficio federale agricoltura

Compie un significativo passo avanti, con la progettazione concreta degli interventi previsti e già approvati dalle autorità cantonali e federali, il progetto di sviluppo agricolo regionale suddiviso in 4 punti promosso dall’Associazione per i prodotti della Valle di Muggio e della Val Mara (Apvmm). Il sodalizio si è riunito ieri sera in assemblea a Morbio Superiore dove è stato presentato e dove sono stati creati i gruppi di lavoro. Il progetto è sostenuto dall’Associazione dei Comuni del Generoso. La segretaria, Cristina Solari, agronoma, evidenzia: «L’obiettivo generale del progetto è quello di interfacciare vari contenuti e settori economici per poter permettere di migliorare lo sviluppo dell’agricoltura». Ma ecco i contenuti. Si comincia dai formaggini, con l’obiettivo di ottenere il riconoscimento da Berna delle tecniche di produzione non contemplate nella legislazione federale attuale. Concretamente si richiedono "Linee direttive per buone pratiche procedurali per i formaggi freschi" e il riconoscimento da parte dell’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria. Lo scopo? Codificare le tecniche di produzione, segnatamente potrebbe essere ripresa la loro produzione a latte crudo, che permetterebbe di diversificare l’offerta rivolgendosi a una nicchia di consumatori interessati a prodotti speciali con un alto valore aggiunto.

‘Macellazione d’urgenza, si mira alla licenza edilizia’

Il secondo punto riguarda invece la creazione di un micro-macello per la macellazione d’urgenza per sopperire alle necessità locali. «L’esigenza è stata espressa dai contadini e sostenuta dal veterinario di condotta del Mendrisiotto e approvata dal veterinario cantonale» - spiega Cristina Solari. «Questo permetterebbe di recuperare i capi, stimati tra i 100 e i 200 all’anno, che da oltre dieci anni vengono sprecati a causa della mancanza di un macello disponibile e inoltre di lottare contro la epizoozie». Il progetto non cozza contro il macello cantonale di Cresciano gestito da Macello Ticino Sa? «Noi abbiamo il consenso per allestire la progettazione di un micro-macello. Questa tappa mira a ottenere la licenza edilizia».

Ma il progetto di sviluppo regionale illustrato all’assemblea riguarda anche il tema "commercializzazione" per cui sono previste numerose misure per migliorare appunto la vendita di prodotti. Il fine è quello di elaborare una strategia e il relativo concetto di marketing per i prodotti, rafforzando la comunicazione del marchio Associazione per i prodotti della Valle di Muggio e della Val Mara e del negozio "ProVaMM", la presentazione delle aziende e dei loro prodotti e la logistica di fornitura dei prodotti offerti in vendita diretta dagli agricoltori. Il concetto di marketing - e non potrebbe essere altrimenti - include anche la comunicazione digitale, vale a dire un sito Internet e i social network. Quarto punto, gli accessi per il recupero di superficie agricola utile e il miglioramento dei collegamenti. Si tratta, insomma, di migliorare precisi tratti di strade o di realizzarne di nuove. Tratti indispensabili ad alcune aziende agricole per favorire il trasporto e aumentare la loro attrattività, nonché per accedere a superfici agricole non servite. Per il Comune di Arogno, ad esempio, si prevede uno studio di fattibilità per accedere alla località Pianca passando per la località Compro, un progetto che fa parte del piano di utilizzo cantonale del Monte Generoso-Puc-Mg. «Le strade che coinvolgono altri enti - osserva Cristina Solari - sono quella del Bonello, incluso il rilievo della stessa, che interessa anche il Patriziato di Cabbio e la famiglia Soldini e quella dell’Alpe della Bolla che interessa il proprietario dell’azienda, Angelo Caverzasio».Un ulteriore capitolo, aggiuntosi lo scorso anno, riguarda il progetto paesaggio Pianspessa, con il quale si intende completare la valorizzazione del territorio del Monte Generoso, segnatamente con il recupero della masseria. In termini di sussidi, sul preventivo complessivo (oltre 800 mila franchi per i 4 progetti e per Pianspessa) - Confederazione e Cantone finanziano l’80% della somma.

Ma in quali tempi sarà realizzato il composito progetto di sviluppo regionale? «Ogni gruppo di lavoro svilupperà uno dei temi. Se ne stima ottimisticamente la conclusione entro un anno, un anno e mezzo. Poi, una volta ottenuto l’avallo da parte delle autorità, saranno i singoli promotori a chinarsi sulla realizzazione» - fa sapere la segretaria dell’Associazione dei Comuni del Generoso, che ha seguito da vicino tutte le fasi di avvicinamento.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cristina solari val mara valle muggio
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
12 min
Mortale di Broglio, ‘Daniele amava la valle e la sua libertà’ 
Il 20enne è deceduto nell’incidente stradale avvenuto stanotte. Nato al ‘piano’ ma col cuore fra le montagne. Il ricordo di parenti e amici.  
Gallery
Luganese
2 ore
Ukraine Recovery Conference, Shmyhal atterrato ad Agno
Il Primo ministro, che guiderà la delegazione ucraina è arrivato in città. Accolto dal presidente Cassis e dal sindaco Foletti
Mendrisiotto
3 ore
Morta sull’A2, gli amici del ritrovo: ‘Una bellissima persona’
Nella regione ha lasciato increduli la morte della 36enne travolta nella notte a Rancate. La giovane donna era mamma di due bambine
Ticino
4 ore
Mafie in Ticino, ‘il pool cantonale non serve’
Risposta del Consiglio di Stato alla mozione di Quadranti (Plr). Il deputato insoddisfatto replica: ‘Porterò il dossier nella commissione competente’
Luganese
5 ore
A Lugano, delegazione italiana guidata da Della Vedova
All’Ukraine Recovery Conference in riva al Ceresio (domani e martedì), per la Penisola ci sarà il sottosegretario
Gallery
Mendrisiotto
11 ore
Cade dalla moto e viene travolta dall’auto che segue
Incidente con esito mortale nella notte sull’A2 all’altezza di Rancate. Autostrada temporaneamente chiusa per i rilievi del caso
Gallery
Locarnese
11 ore
Si schianta contro un palo di cemento. Muore un ventenne
Grave incidente della circolazione nella notte a Broglio, dove perde la vita un giovane. Lievi ferite per altri due passeggeri
Bellinzonese
1 gior
Malore in auto, code fino a 10 km in Leventina
Pomeriggio di passione sull’autostrada A2 in direzione nord a causa di una persona incolonnata all’altezza di Ambrì che si è sentita male
Gallery
Bellinzonese
1 gior
Auto contro moto sulla cantonale a Iragna, un ferito
L’incidente è accaduto attorno alle 14.30. Chiuso per circa un’ora il tratto stradale teatro del sinistro
Ticino
1 gior
Auto in panne, galleria del San Gottardo chiusa (direzione nord)
Mentre al portale urano già dal mattino si registravano code chilometriche, anche a quello di Airolo sono da prevedere disagi
© Regiopress, All rights reserved