laRegione
10.05.22 - 12:05
Aggiornamento: 19:26

Mendrisio, le ragioni di esporre la bandiera europea

Il Municipio ribadisce i motivi dell’esposizione del vessillo del Consiglio d’Europa e continuerà a farla sventolare all’esterno del Palazzo comunale

mendrisio-le-ragioni-di-esporre-la-bandiera-europea
Ti-Press/Archivio
La bandiera svizzera e quella europea

Né poco rispettoso della sensibilità della popolazione nell’insistere a esporre la bandiera del Consiglio d’Europa e nemmeno inopportuna. Ha risposto così, in estrema sintesi, il Municipio di Mendrisio all’interrogazione presentata dal gruppo della Lega dei ticinesi, Udc e Udf che non voleva vederla sventolare all’esterno del Palazzo comunale. L’esecutivo ribadisce le motivazioni all’origine della scelta di esporre la bandiera dell’Ue, adottata all’unanimità dai sei municipali su sette (assente Daniele Caverzasio), lo scorso 3 maggio. Il Municipio non può che respingere la richiesta degli interroganti e conferma che continuerà a esporre la bandiera europea, visto che è la Cancelleria di Stato, su invito annuale rivolto dal Consiglio federale ai Comuni di tutta la Confederazione, a chiedere di esporre la bandiera del Consiglio d’Europa sugli edifici pubblici Il 5 maggio. Perché proprio quella data? La motivazione che sta alla base della richiesta deriva dal fatto che il 5 maggio del 1949 fu adottato a Londra lo statuto del Consiglio d’Europa, la più antica organizzazione politica del nostro Continente, che fin dalla sua fondazione ha contribuito in maniera decisa a una convivenza pacifica, basata sulla democrazia pluralista, sul rispetto dei diritti umani e sullo Stato di diritto. Per commemorare la nascita di questo organismo, avvenuta all’indomani del dramma rappresentato dalle due guerre mondiali, ogni anno anche la Svizzera celebra la Giornata dell’Europa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
3 ore
Fra i 17 e i 27 milioni per la nuova piscina di Trevano
La notizia è trapelata a margine dell’assemblea dell’Ente regionale di sviluppo del Luganese. Passi in avanti per il Parco regionale del Camoghè.
Mendrisiotto
5 ore
Un territorio raccontato attraverso tredici storie di vita
Le conversazioni del poeta Massimo Daviddi e i ritratti del fotografo Aldo Balmelli in un libro che restituisce lo sguardo dei protagonisti
Ticino
6 ore
Tetto ai premi di cassa malati, Carobbio: ‘Grave non parlarne’
Per la consigliera agli Stati il ‘no’ all’entrata in materia è ‘un brutto segnale’. Chiesa: ‘rifiutiamo il principio, e per il Ticino cambierebbe poco’
Luganese
7 ore
Lugano, il futuro del fiume Cassarate passa dal Liceo 1
Per la riqualifica un’inedita collaborazione fra Dipartimento del territorio e ragazzi dell’istituto scolastico, fra nuovi accessi e un percorso didattico
Ticino
8 ore
Vigilanza sulla Procura federale, proposta Fiorenza Bergomi
La Commissione giudiziaria sottopone le proprie indicazioni all’Assemblea federale in vista delle nomine in programma per il 14 dicembre
Ticino
8 ore
Targhe, Dadò: ‘Colpa del governo’. Gobbi: ‘Sei in malafede’
Caos imposta di circolazione, dopo il ritiro dei decreti da parte del Consiglio di Stato è botta e risposta al fulmicotone, tra accuse e puntualizzazioni
Mendrisiotto
9 ore
Scontro fra due auto a Rancate, nessun ferito
Il sinistro è avvenuto poco dopo mezzogiorno sulla strada cantonale.
Bellinzonese
10 ore
Cade col quad nel fiume a Traversa: morto 29enne bleniese
La vittima ha fatto un volo di dieci metri nel greto del torrente Fruda: stava facendo lavori di giardinaggio accanto alla casa di famiglia
Bellinzonese
11 ore
Cima Piazza, più sicurezza grazie a una staccionata più lunga
Il Municipio di Bellinzona ha deciso di aderire parzialmente alle preoccupazioni delle famiglie in merito al parco di Giubiasco
Bellinzonese
12 ore
Nei bandi svelate cifre e atout della nuova Officina Ffs
Castione: sulle opposizioni le Ffs mirano a trovare una soluzione condivisa entro fine 2022. Confermati centrale a cippato, tetti verdi e fotovoltaico
© Regiopress, All rights reserved