laRegione
28.04.22 - 14:58
Aggiornamento: 16:08

Corsia per i Tir sull’A2 nel Mendrisiotto, 1’100 firme contro

Il Distretto Ppd ha depositato le adesioni raccolte negli ultimi mesi, per chiedere a Gran Consiglio e Dipartimento del territorio di rivedere il progetto

corsia-per-i-tir-sull-a2-nel-mendrisiotto-1-100-firme-contro
Veronelli, Pini, Rossi, Agustoni e Fonio

Sono 1’100 le firme raccolte dal Distretto Ppd del Mendrisiotto contro la corsia ad hoc per i camion sull’A2 e depositate oggi a Palazzo delle Orsoline a Bellinzona. La petizione è stata lanciata lo scorso gennaio per chiedere sostanzialmente a Gran Consiglio e Dipartimento del territorio di abbandonare il progetto, adoperandosi in modo attivo con le autorità federali – leggi: con l’Ufficio federale delle strade – a tal proposito. "Questa corsia – sostengono i popolari democratici in una nota – non farebbe altro che causare enormi problemi ambientali e di sicurezza. Il Mendrisiotto, infatti, è già fortemente sotto pressione dal traffico e dalla qualità dell’aria e non può permettersi di realizzare una nuova infrastruttura per la sosta dei camion che aggraverebbe ancora di più le problematiche esistenti".

Le firme sono state consegnate dai deputati momò Maurizio Agustoni e Giorgio Fonio e dalla presidente del Distretto Ppd Valentina Rossi al primo cittadino Nicola Pini e al segretario generale del Gran Consiglio Tiziano Veronelli. Il Ppd del Mendrisiotto, ricordano, si è adoperato da subito per lo stop immediato della corsia ad hoc dei camion, reagendo sia a livello federale, con una domanda al Consiglio federale di Marco Romano, sia a livello cantonale, con due atti parlamentari di Maurizio Agustoni, Giorgio Fonio e Luca Pagani. "Purtroppo – lamentano –, le risposte a livello politico avevano disatteso le richieste, così il Distretto Ppd aveva deciso di non rimanere immobile e di lanciare la petizione".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
1 ora
Gambarogno, i ritocchi ai conti possono attendere
Le finanze del Comune destano preoccupazione, ma le contromisure non saranno per il 2023. Probabile un futuro aumento del moltiplicatore
Mendrisiotto
1 ora
Mendrisiotto, la qualità dell’aria resta osservata speciale
Dopo una settimana pesante è arrivata la pioggia. Nel 2020 registrate quattromila morti premature nelle province pedemontane lombarde
Luganese
1 ora
Lugano, la replica a Lombardi: ‘Coinvolgeteci, ma davvero’
La Commissione di quartiere di Sonvico mette i puntini sulle i, dopo che il municipale si era detto deluso dal presunto inattivismo delle commissioni
Ticino
8 ore
E per la fine dell’anno c’è anche Nez Rouge
Ritorna il servizio che riaccompagna a casa in sicurezza chi non se la sente di mettersi alla guida
Luganese
9 ore
Fiamme in un appartamento di Caslano, danni ingenti
Non si registrano feriti: quando l’incendio è scoppiato i locali erano vuoti. Sul posto pompieri di Caslano e Polizia
Luganese
11 ore
Protezione civile Lugano Città, un altro anno in prima linea
Anche nel 2022 i giorni di servizio sono stati largamente di più di quelli del triennio 2018-20, seppur un po’ meno rispetto al 2021
Grigioni
13 ore
Frana in Val Calanca: ‘Non si può continuare a sfidare la sorte’
Per la vicesindaca di Buseno Rosanna Spagnolatti è necessario individuare una soluzione per una zona già toccata in passato da scoscendimenti
Mendrisiotto
13 ore
Breggia cambia il progetto per l’ex Osteria del sole
Il Municipio ha presentato una nuova domanda di costruzione, che al contrario della precedente, prevede la demolizione integrale della struttura
Gallery
Ticino
13 ore
Nel weekend la Svizzera italiana s’è messa il suo abito bianco
Trenta centimetri a San Bernardino, venti a 1’400 metri di quota: la neve ha fatto capolino anche a Sud del San Gottardo. Disagi contenuti sulle strade
Ticino
15 ore
Il 25 dicembre Gas stacca definitivamente la spina
La testata web indipendente di controinformazione, nata in scia al cartaceo Diavolo, annuncia la sua prossima chiusura
© Regiopress, All rights reserved