laRegione
29.03.22 - 10:47
Aggiornamento: 18:29

Anche Balerna mette un veto su terza corsia e area Tir

Il Consiglio comunale vota una risoluzione e si oppone al potenziamento dell’autostrada nel Mendrisiotto

anche-balerna-mette-un-veto-su-terza-corsia-e-area-tir
Ti-Press
Il fronte istituzionale dei contrari si allarga

Dopo Mendrisio anche il Consigli comunale di Balerna alza un muro davanti al duplice progetto federale di creare, da un lato, una terza corsia dinamica (quindi a fasce orarie) lungo l’autostrada tra Lugano sud e Mendrisio e, dall’altro, di costruire un’area di sosta a lato del tracciato fra Coldrerio e Balerna. A maggioranza - 10 i ‘sì, 9 i ’no’ e 2 gli astenuti - l’aula consiliare lunedì sera ha votato una risoluzione da indirizzare al presidente del Gran consiglio Nicola Pini, al direttore del Dipartimento del territorio Claudio Zali, ai presidenti di tutte le Commissioni regionali dei trasporti del Cantone Ticino, al direttore dell’Ufficio federale delle strade (Ustra) Jürg Röthlisberger e, non da ultima, alla Consigliera federale Simonetta Sommaruga, direttrice del Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni.

Sinistra e Verdi ‘soddisfatti’

Quello espresso a Balerna è un veto "assoluto" a fronte di opere che, come si legge nel documento, "avranno un forte impatto negativo sul territorio, sull’ambiente e sulla salute della popolazione e che ipotecheranno il benessere delle generazioni future, e non è disposto ad accettare compromessi". Il primo gruppo a salutare in modo positivo questa presa di posizione forte è stato quello de La Sinistra e I Verdi. Del resto, si ribadisce in una nota, "allo sciagurato progetto di potenziamento a sei corsie dell’autostrada A2 - ribattezzato PoLuMe, ndr - si oppongono non solo moltissimi cittadini del Mendrisiotto e numerose associazioni ambientaliste, ma anche il legislativo del nostro Comune assieme ad altri consessi politici istituzionali (Municipio di Mendrisio, Consigli comunali di Riva San Vitale, di Mendrisio e di Melano)".

‘Una visione del passato’

Giunti a questo punto, rimarca ancora il gruppo per voce di Rolando Bardelli, già municipale a Balerna, "le autorità cantonali, l’Ustra e le autorità federali dovranno tener conto della forte opposizione al progetto PoLuMe nel distretto del Mendrisiotto, già martoriato dal traffico stradale e dall’inquinamento atmosferico e fonico che ne conseguono". Il nodo gordiano pe ri contrari è chiaro: "Aumentare la capacità autostradale per fluidificare il traffico significa adottare una visione del passato che non farebbe che peggiorare la situazione, con costi elevatissimi sia dal punto di vista finanziario (1,8 miliardi di franchi) che da quello dell’ambiente e della qualità di vita nella nostra regione (cantiere invasivo per almeno dieci anni, ulteriore perdita di terreno libero da infrastrutture di comunicazione)".

Leggi anche:

Il Consiglio comunale fa muro a PoLuMe a Mendrisio

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
13 min
Mafie in Ticino: ‘Tanti i progetti, ma sono davvero operativi?’
A chiederlo è il deputato Quadranti (Plr) sentito in audizione dalla Commissione giustizia e diritti in quanto non soddisfatto delle risposte del governo
Mendrisiotto
20 min
Aim di Mendrisio, crediti quadro più ‘trasparenti e oculati’
La Commissione della gestione richiama le Aziende sull’uso di questo strumento finanziario. E smagrisce l’investimento richiesto di quasi 2 milioni
Bellinzonese
42 min
Giardinieri multati a Bellinzona, ‘le regole sono chiare’
Consegna del verde agli ecocentri, il Municipio replica alle critiche e ammette però la presenza di eccezioni: ‘Solo se accompagnati dai proprietari’
Locarnese
1 ora
Ginecologia e ostetricia, si valuta la collaborazione
Nel Locarnese approfondimenti in corso: nascite alla Carità e ginecologia operatoria alla Santa Chiara
Luganese
1 ora
Campo Marzio nord di Lugano, avviato l’iter senza variante di Pr
Polo turistico e congressuale: il Municipio chiede 306’000 franchi e la revoca della modifica pianificatoria votata dal Consiglio comunale nel 2017
Bellinzonese
1 ora
Pecore moribonde: ‘Chi avrebbe dovuto tutelare la loro salute?’
I Verdi (primo firmatario Marco Noi) interrogano il Consiglio di Stato in merito al gregge abbandonato a se stesso in zona diga del Lucendro
Luganese
5 ore
Usura e migranti: quattro arresti tra il Luganese e Zurigo
Sono sospettati di far parte di un sodalizio internazionale dedito da tempo al trasporto di clandestini provenienti dall’Italia e diretti nel Nord Europa
Locarnese
6 ore
Pedofilo tra Ticino e Thailandia, chiesti 9 anni di carcere
Un 77enne del Sopraceneri è accusato di ripetuti atti sessuali con fanciulli e con persone inette a resistere per fatti compiuti tra il 2000 e il 2021
Bellinzonese
7 ore
Alessandra Genini nuova direttrice di Comundo a Bellinzona
È la principale organizzazione non governativa svizzera di cooperazione allo sviluppo tramite l’interscambio di persone
Mendrisiotto
8 ore
‘Le fermate Ffs di Mendrisio sono di serie B?’
Il Centro lo chiede al Municipio con un’interpellanza dopo che da mesi gli ascensori della stazione di San Martino sono fuori uso
© Regiopress, All rights reserved