laRegione
21.03.22 - 17:17
Aggiornamento: 18:23

Vacallo si prepara ad accogliere i cittadini ucraini

Trovata una ventina di alloggi, adesso mancano suppellettili, alimenti e vestiario. Il Municipio fa appello alla popolazione

vacallo-si-prepara-ad-accogliere-i-cittadini-ucraini
Ti-Press

Tra i 15 e i 20 appartamenti: sono gli alloggi messi a disposizione a Vacallo a favore dei rifugiati ucraini in fuga dalla guerra. Il Municipio locale sta quindi organizzando l’accoglienza, ma ha bisogno dell’aiuto della comunità per assicurare la prima assistenza e arredare gli spazi. Si confida, dunque, ancora una volta nella generosità della popolazione.

Nella lista delle suppellettili e dei prodotti di cui vi è necessità figurano: letti, culle, materassi, armadi, tavoli, sedie e seggioloni, poltrone, divani e divani-letto, televisore, e ancora posate, piatti, bicchieri, tazze, mestoli e utensili da cucina, pentole e caffettiere, aspirapolvere, paletta, scopino, sacchi per l’immondizia, spazzoloni, ferro da stiro, stendibiancheria oltre a elettrodomestici in buono stato.

Mancano all’appello anche alimenti a lunga conservazione come pasta, riso, farina, sale, olio, aceto, dadi, latte, zucchero, caffè, tè, scatolame, biscotti, fette biscottate, marmellata e prodotti per l’igiene personale e la pulizia (sapone, dentifricio, spazzolini, shampoo, assorbenti, pannolini, fazzoletti, detersivi e spugnette, carta igienica).

Servono poi abiti da donna, uomo e bambino inverno-primavera, coperte, piumini-sacco e tutto il necessario per il bebè, piumoni, cuscini, asciugamani, tovaglie e asciugapiatti.

I cittadini in grado di garantire degli elementi d’arredo, in buono stato e puliti (come tutto l’occorrente), possono annunciarsi alla Cancelleria comunale (091 695 27 00) oppure scrivere a ucraina@vacallo.ch. Le persone interessate, invece, a effettuare delle donazioni oppure a mettersi a disposizione quali volontari sono invitate a contattare i servizi comunali.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
2 ore
Caccia alta, sei persone denunciate per gravi infrazioni
Il Dipartimento del Territorio rende noti i dati sulla stagione appena conclusa. Abbattuti più cervi rispetto al 2021, meno cinghiali e camosci
Luganese
2 ore
Direttore arrestato: ‘Si crei uno sportello per genitori’
Per la Conferenza cantonale dei genitori è importante che si riduca il rischio di situazioni simili. Contrastanti, intanto, le reazioni dei genitori.
Ticino
5 ore
Crisi energetica e telelavoro, Ocst: ‘Vigili sì, preoccupati no’
Dal sindacato cristiano sociale un webinar informativo. Isabella: ‘Non c’è giurisprudenza, partenariato importante’. Alari: ’Le spese preoccupano’
Ticino
5 ore
Sicurezza e prevenzione: gli occhi e le orecchie del Gpn
Gestione della minaccia: ruolo e missione del gruppo di specialisti della Polizia cantonale. Al quale il governo vuole ora dare una chiara base legale
Luganese
12 ore
Lugano: in arrivo Expo Ticinotour, grande fiera vintage
L’evento è in programma sabato 1° ottobre al Padiglione Conza: oltre 120 espositori, food-truck, bar, sala giochi, veicoli d’epoca e molto altro
Ticino
14 ore
‘Non si aggiungano ulteriori materie di studio al Liceo’
Tra ‘grandi scetticismi’ e ‘totale concordanza’, il Cantone risponde alla consultazione federale in merito alla Revisione dell’Ordinanza sulla maturità
Luganese
15 ore
Lugano, da Radio Rsi a Città della Musica con 21 milioni
Licenziato il messaggio municipale per l’acquisto dello storico stabile di Besso. Un’operazione che, spiega Badaracco, genererà 55 milioni di investimenti
Gallery
Grigioni
16 ore
A lezione d’integrazione sui banchi di Roveredo
Da lunedì tredici adolescenti fuggiti dall’Ucraina hanno iniziato a districarsi fra matematica e italiano nel padiglione 1 della Casa di cura Immacolata
Bellinzonese
16 ore
Osogna, ‘con macchinisti istruiti si riducono gli infortuni’
È stato inaugurato ufficialmente il Centro di formazione professionale Macchine della Ssic Ticino che, inoltre, valorizza una regione periferica
Mendrisiotto
17 ore
‘Il palazzo reale delle menzogne’, 6 anni al principe Selassié
La Corte delle Assise criminali di Mendrisio lo ha riconosciuto colpevole e condannato per truffa per mestiere e falsità in documenti
© Regiopress, All rights reserved