laRegione
02.03.22 - 16:30

Ripetute rapine a Chiasso, l’autore rinviato alle Criminali

A processo un 42enne accusato di un colpo armato e due tentati. La sua fuga terminata a Zurigo

di Guido Grilli
ripetute-rapine-a-chiasso-l-autore-rinviato-alle-criminali
Ti-Press
Aveva intimato alle vittime di farsi consegnare i soldi prelevando dal bancomat

Rischia fino a cinque anni di carcere il 42enne cittadino croato senza fissa dimora, in detenzione preventiva dallo scorso 18 giugno, autore reo confesso di una rapina con sequestro di persona avvenuta a Chiasso il 2 giugno e di due tentati colpi il 5 giugno. La vicenda giudiziaria approderà a processo il 14 marzo davanti alle Assise criminali di Mendrisio, riunita a Lugano. L’uomo dovrà rispondere di una lunga serie di reati, in particolare di: ripetuta rapina aggravata, consumata e tentata, "siccome commessa con un’arma pericolosa e in maniera particolarmente pericolosa", subordinatamente di rapina semplice e in subordine di ripetuto furto, ripetuto sequestro di persona e rapimento, consumato e tentato, infrazione alla legge federale sulle armi, gli accessori di armi e le munizioni, entrata e soggiorno illegali ripetuti.

Clienti indotti a prelevare dai bancomat sotto la minaccia di una pistola

La Corte, presieduta dal giudice Mauro Ermani (giudici a latere, Carlo Luigi Caimi e Monica Sartori-Lombardi) dovrà ricostruire i gravi episodi compiuti dal 42enne. Il 2 giugno dello scorso anno, il rapinatore ha dapprima minacciato con una pistola un uomo della regione, costringendolo poi a prelevare del denaro da due bancomat. Nonostante privo di patente si è poi messo al volante dell’auto della vittima obbligandolo, sempre sotto la minaccia dell’arma, a salire sulla vettura e a seguirlo fino a Milano dove, dopo averlo scaricato, è fuggito con il veicolo rubato. Il 42enne, difeso dall’avvocato Felicita Soldati, è stato fermato il 18 giugno a Zurigo dalla polizia locale per soggiorno illegale e successivamente identificato, grazie agli accertamenti d’indagine dagli inquirenti. All’autore gli investigatori sono giunti grazie alla stretta collaborazione con la Sezione Volanti della Questura di Milano, il Centro di cooperazione di polizia e doganale di Chiasso e la Polizia comunale di Chiasso. L’accusa sarà sostenuta dal procuratore pubblico capo, Arturo Garzoni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
3 ore
Scontro tra un’auto e un centauro a Vezia
Ferite non gravi per il motociclista scaraventato a terra dall’impatto. Il traffico in via San Gottardo è rimasto perturbato per circa un’ora
Mendrisiotto
4 ore
‘Il ‘caso Cerutti’? Per la Sezione Plr la crisi è superata’
Il gruppo di Mendrisio incassa la ‘piena fiducia’ dei vertici cantonali. Alla Direttiva il municipale non c’era. ‘Non ritenevo fosse necessario’
Ticino
6 ore
‘Il nostro sistema democratico sta vivendo un momento di crisi’
La capacità di affrontare i cambiamenti e coinvolgere la popolazione è stato il tema del quarto Simposio tra Cantone e comuni
Bellinzonese
6 ore
La valorizzazione della Sponda Sinistra si fa professionale
La Fondazione Valle Morobbia ha assunto Sabrina Bornatico per stimolare e coordinare progetti e iniziative della zona collinare del Comune di Bellinzona
Locarnese
7 ore
‘Sfruttare la luce per illuminare anche le zone d’ombra’
È l’obiettivo che la Città di Locarno vuole raggiungere grazie alle indicazioni evidenziate nel rapporto della speciale Commissione municipale economia
Mendrisiotto
7 ore
No alla violenza, il Nebiopoli incontra gli allievi di 4ª media
‘È stato interessante. Ora faremo più attenzione’. Con la visita, i giovani hanno potuto scoprire l’apparato organizzativo e di sicurezza del Carnevale
Locarnese
9 ore
Luce verde per il semaforo alla Pergola: obiettivi raggiunti
Lo indica il Consiglio federale, rispondendo a un’interrogazione di Piero Marchesi: ‘Sull’arco di una giornata risparmiate complessivamente 51 ore’
Ticino
10 ore
Sedicenni in discoteca, ‘ci adeguiamo al resto della Svizzera’
La reazione a caldo di Daniel Perri, gerente di varie discoteche del Locarnese, come il Vanilla, la Rotonda e il Pix: ‘È importante per il turismo’
Mendrisiotto
10 ore
Il Plr ticinese è con la Sezione di Mendrisio
Il partito cantonale prende atto del ‘caso Cerutti’ e dichiara ‘piena fiducia’ ai suoi esponenti locali. Si ‘guarda avanti’
Bosco Gurin
11 ore
Metrò alpino, ‘un’apertura per tutta la Valle’
L’Associazione dei Comuni valmaggesi (Ascovam) scrive al direttore del Dipartimento del territorio per perorare la causa del collegamento con la Formazza
© Regiopress, All rights reserved