laRegione
23.02.22 - 15:26
Aggiornamento: 16:46

Da Bari con l’eroina in auto: pena confermata in Appello

Il secondo grado ha confermato la sentenza del primo: 5 anni e mezzo di carcere e 10 di espulsione per l’uomo fermato a Brogeda con 5 chili di droga

da-bari-con-l-eroina-in-auto-pena-confermata-in-appello
La Corte di Locarno

Pena integralmente confermata. Si è concluso con la stessa sentenza del primo grado il processo – svoltosi lunedì alla Corte di appello e revisione penale (Carp) – con imputato un 42enne macedone residente in Germania, trafficante di droga. L’uomo è stato condannato lo scorso settembre dalla Corte delle Assise criminali di Mendrisio presieduta da Mauro Ermani a cinque anni e sei mesi e a dieci anni di espulsione dalla Svizzera, dopo che era stato fermato alla dogana di Chiasso Brogeda con cinque chili di eroina nascosti nell’auto.

Già in primo grado l’imputato, difeso dall’avvocata Véronique Droz Gianolli, aveva fondamentalmente riconosciuto la propria colpevolezza, come anche i quantitativi di stupefacente trasportati da Bari. A essere contestata era più che altro la commisurazione della pena. Difatti, durante il procedimento in secondo grado, la difesa ha chiesto in via principale tre anni sospesi parzialmente, rimettendosi al giudizio della Corte per stabilire la parte da espiare. In via subordinata invece, una riduzione importante della pena, sempre a discrezione della Corte. In entrambi i casi la riduzione del periodo di espulsione da dieci a cinque anni.

Tuttavia, la Corte presieduta da Giovanna Roggero-Will, assieme ai giudici a latere Rosa Item e Matteo Tavian e alla giuria, ha respinto l’appello, confermando la sentenza. In primo grado la difesa aveva sostenuto che l’uomo si sarebbe trovato immischiato nel trasporto per fare un piacere a un amico di Basilea, che gli aveva chiesto di recarsi in Puglia per recuperare un telefono. Al posto di questo, invece, gli sarebbe stato rifilato un pacchetto contenente la droga, poi effettivamente scoperto dalle Guardie di confine. Una tesi alla quale l’accusa, il procuratore pubblico Moreno Capella, non ha creduto, ritenendo la versione poco credibile.

Non è al momento noto se la Corte ricorrerà ulteriormente.

Leggi anche:

Va a Bari per un telefono e torna con la droga, condannato

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Gallery
Locarnese
12 ore
La Rega decolla nei consensi e nella simpatia
Ben 14’000 visitatrici e visitatori hanno approfittato dell’opportunità di gettare uno sguardo dietro le quinte della base e dell’hangar
Luganese
13 ore
Inaugurato il nuovo Consorzio depurazione acque della Magliasina
Entrato in servizio a Purasca nel 1987 è stato oggetto di ampliamento e ottimizzazione generale fra il 2018 e il 2022
Luganese
17 ore
Precipita mongolfiera: fra curiosi e passanti... la sorpresa
Si è trattato di un’esercitazione congiunta fra la Società svizzera di salvataggio di Lugano e il Gruppo aerostatico Ticino
Mendrisiotto
20 ore
Case ‘Greenlife’, il Municipio nega la licenza edilizia
A Novazzano l‘esecutivo boccia il progetto del complesso abitativo in zona Torraccia. ’Non è in sintonia con il paesaggio’
Locarnese
23 ore
Delitto Emmenbrücke, il presunto colpevole resta in carcere
Richiesti altri tre mesi di carcerazione preventiva per l’uomo sospettato di aver assassinato la 29enne di Losone nel luglio 2021. C’è anche la perizia
Ticino
23 ore
‘Hanno distrutto la vita di mio padre 87enne. E la giustizia?’
Cede dei terreni a due figlie, ma per la terza ‘è un raggiro, non era in grado di capire’. Quando la fragilità della terza età è sfruttata dai famigliari
Mendrisiotto
1 gior
Tra l’Alabama e il Ticino
L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
1 gior
Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico
Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
1 gior
Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi
Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Ticino
1 gior
Un ottobre da... radar
Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
© Regiopress, All rights reserved