laRegione
Mendrisiotto
11.02.22 - 12:48
Aggiornamento: 14:09

Tentò di sgozzare il compagno: condannata a 4 anni e mezzo

Giudicati i fatti di Riva San Vitale, la pena verrà sospesa per un trattamento terapeutico contro l’alcolismo

tento-di-sgozzare-il-compagno-condannata-a-4-anni-e-mezzo
Rescue Media

Poteva finire molto peggio quella sera di maggio a Riva San Vitale. Una lite all’interno della coppia, diventata un assalto all’arma bianca, da parte di lei, in quel momento completamente ebbra. Solo la pronta reazione del compagno, che si difese prima con una gomitata e poi brandendo una sedia, evitò quello che sarebbe stato il fatale affondo del coltello sul suo collo. Ora c’è anche l’epilogo giudiziario: la donna, 44 anni, è stata condannata a 4 anni e mezzo di carcere per tentato omicidio intenzionale, ma la pena è stata sospesa per l’esecuzione, in una struttura chiusa, di un trattamento terapeutico contro l’alcolismo. La sentenza è stata concordata tra le parti, e omologata dalla Corte delle Assise criminali presieduta dal giudice Amos Pagnamenta. La cura è già iniziata in carcere dove la accoltellatrice si trova da 9 mesi, e dove sta cercando di cambiare vita.

Quel giorno la 44enne di alcol ne aveva ingerito parecchio; nel suo sangue risultava presente in quantità fra i 2,6 e i 3,23 grammi/chilo. Bevuto fuori casa; quando rientra, nell’appartamento di lui, mette due bottiglie di vino sul tavolo del salotto, spostandosi poi per prendere un bicchiere. Quando torna, si accorge che il compagno ha vuotato le bottiglie nel lavandino. Gli gira intorno e, davanti al tavolo del salotto, lo attacca con decisione. Una mano contro la nuca, mentre con l’altra, armata di un coltello seghettato, tenta di sgozzarlo. Sentita la lama sul collo (che provocherà una ferita di 4 centimetri) l’uomo reagisce d’istinto, tira una gomitata alla compagna che si trova alle spalle, e col braccio allontana la minaccia. Afferrata una sedia, la tiene a distanza fino all’arrivo della polizia. Erano le 18.30 del 3 maggio 2021, in Piazza Grande: indirizzo già conosciuto dagli agenti che nel tempo erano dovuti intervenire altre volte per precedenti litigi. E così, naturalmente, è finita anche la relazione tra i due: un rapporto chiaramente intossicato dall’alcolismo.

La tipologia di attacco, e la localizzazione della ferita, lunga 4 centimetri proprio in corrispondenza della vena giugulare, vicino al pomo d’Adamo, hanno indotto a valutare questa aggressione come un tentato omicidio sia il procuratore pubblico Zaccaria Akbas che la Corte delle Assise criminali. “La lama del coltello posizionata alla gola della vittima poteva provocarne il decesso” ha confermato il giudice Amos Pagnamenta commentando la sentenza. “Una colpa estremamente grave” quella attribuita alla donna, parzialmente bilanciata giuridicamente da “una grave compromissione psico-fisica”, la pesante sbronza in cui era incappata, tale da configurare una scemata imputabilità di grado grave. Diversamente, ha detto il giudice, si starebbe parlando di un tentato assassinio, con una pena intorno ai 6 anni e mezzo. La donna è stata condannata pure per minaccia per aver brandito un coltello da cucina, in una data precedente, sempre contro l’ex compagno provocandogli un comprensibile spavento.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
3 ore
‘Eros Walter era un vulcano: alla Federviti ha dato moltissimo’
Lutto nel mondo vitivinicolo ticinese: è deceduto lo storico presidente della sezione Bellinzona e Mesolcina. Il ricordo di amici e colleghi
Ticino
4 ore
Marchesi: ‘Se l’Udc entrasse in governo, noi pronti per il Dfe’
I democentristi ribadiscono la loro ricetta per il risanamento delle finanze cantonali: ‘Se ci avessero ascoltato, avremmo già risparmiato 100 milioni’
Luganese
5 ore
Lugano, quel vuoto in piazza della Riforma
Verso la ristrutturazione l’edificio che ospitava il Caffè Federale, sulla cui facciata c’è la più vecchia insegna di caffetteria della piazza
Bellinzonese
6 ore
Zac, via altri alberi a Bellinzona: perché?
I Verdi insorgono con un’interpellanza al Municipio sui tagli eseguiti lungo i viali Franscini e Motta
Ticino
6 ore
Radar: questa settimana sono in un comune su due
L’elenco delle località dove dal 6 al 12 febbraio verranno eseguiti controlli della velocità
gallery
chiasso
7 ore
Nebiopoli, in seimila al corteo dei bambini
L’appuntamento odierno ha visto sfilare 1’500 allievi delle scuole elementari e dell’infanzia
Locarnese
8 ore
Acqua potabile per tutti: Locarno, Losone e Muralto solidali
Raccolti e devoluti a favore delle popolazioni dell’Africa occidentale oltre 28mila franchi. Serviranno alla realizzazione d’infrastrutture idriche
Luganese
9 ore
Lugano, incendio boschivo sul monte Brè
Il rogo è stato segnalato all’altezza di via Pineta a Brè sopra Lugano verso mezzogiorno
Locarnese
12 ore
Tre milioni di franchi per combattere le neofite invasive
È la richiesta di credito formulata, attraverso il relativo messaggio, dal Municipio di Locarno, per una vera a propria strategia sull’arco di 10 anni
Locarnese
12 ore
Più passeggeri nel 2022 sul trenino bianco-azzurro e i bus
Le Fart hanno conosciuto un incremento dei viaggiatori su gomma e rotaia grazie anche al notevole potenziamento del trasporto pubblico regionale
© Regiopress, All rights reserved