laRegione
28.01.22 - 14:16
Aggiornamento: 20:04

Multe per cannabis a Mendrisio, ‘iter corretto e ben definito’

Il Municipio risponde ai consiglieri comunali dell’AlternativA in merito alle infrazioni per possesso inferiore o uguale a 10 grammi

multe-per-cannabis-a-mendrisio-iter-corretto-e-ben-definito
archivio Ti-Press

Era il settembre 2017 quando il Tribunale federale ha stabilito in via definitiva l’imputabilità del possesso di cannabis in qualità inferiore o uguale ai 10 grammi. Sollecitato da un’interrogazione dell’AlternativA (primo firmatario Jacopo Scacchi), il Municipio di Mendrisio spiega che “la Polizia Città di Mendrisio ha applicato le direttive emanate e trasmesse dalla Polizia cantonale”. Ricevuto l’aggiornamento nel febbraio 2020, “la Polizia ha conseguentemente adottato immediatamente le modifiche adattato le proprie direttive interne emanando formalmente la nuova versione con data 30 giugno 2020”.

Dal giorno della citata sentenza a oggi, la Polizia Città di Mendrisio “ha elevato 34 multe per solo possesso di una quantità di cannabis inferiore o uguale a 10 grammi”: 9 nel 2017, 16 nel 2018, 9 nel 2019 e nessuna nel 2020. Si tratta di multe “regolarmente cresciute in giudicato, divenendo così definitive. Non si intravedono dunque ragioni per rimborsare le multe inflitte, dal momento che le procedure contravvenzionali hanno seguito un iter procedurale corretto e ben definito dalle normative applicabili con la facoltà di interporre opposizione alle decisioni emesse prima che queste crescessero in giudicato”. La Città di Mendrisio, quindi, “si scosta da quanto intrapreso dal Municipio di Losone” che nel settembre 2020 ha deciso di rimborsare le multe, riconoscendo il comportamento scorretto della sua Polizia comunale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
26 min
Tilo e arredo stradale, Minusio evita (almeno) il pasticcio
Con l’82,3% di “sì” la popolazione non cade nel tranello di bocciare l’unico credito referendabile, che non riguarda direttamente la fermata Ffs
Grigioni
2 ore
San Vittore, 2 votanti su 3 approvano il credito per la scuola
Passa alle urne l’investimento di 7,1 milioni, ma sempre pendente al Tram il ricorso dell’ex sindaco. A Mesocco ratificata la pianificazione di Pian Doss
Luganese
20 ore
Arogno, il sentiero resta: respinto il ricorso di Franco Masoni
L’ex consigliere agli Stati riteneva illegittimo il ‘declassamento’ di una strada sterrata per raggiungere la sua proprietà
Luganese
20 ore
Origlio, l’avventura di un negozietto di paese
Peter Murer per 22 anni lo ha gestito guadagnandosi l’affetto della gente. Ora lascia ma ‘Bondì’ resterà
Luganese
1 gior
Direttore arrestato, ‘bisogna cogliere i segnali d’allarme’
Secondo il criminologo Franco Posa allievi, docenti e genitori devono poter far affidamento su una rete esterna per evitare situazioni spiacevoli
Ticino
1 gior
‘Cdm, competenze da ampliare o meccanismi da rivedere’
Consiglio della magistratura, lettera del governo alla commissione parlamentare Giustizia e diritti. Nicola Corti: spunti di riflessione interessanti
Ticino
1 gior
Rincari: ‘Non si scarichino le responsabilità su chi è malato’
A fronte di un aumento dei premi di cassa malati che si prospetta vertiginoso, per Acsi, cliniche private, Eoc, medici e farmacisti serve cambiare sistema
Luganese
1 gior
Lugano prevede di adeguare il rincaro del 3%
Lo annuncia il Municipio nella risposta all’interrogazione presentata dalla sinistra. La decisione definitiva verrà presa il prossimo dicembre
gallery
Bellinzonese
1 gior
Morobbia: dopo 20 anni e 22 milioni, inaugurato l’acquedotto
Entrato in funzione questa estate, in passato era stato contestato dalla Città e oggi produce anche elettricità per oltre mille abitanti
Ticino
1 gior
Le settimane passano, ma non i radar, ed è ottobre
Comune per comune i punti ‘osservati speciali’ dell’azione di controllo della velocità in un’ottica di prevenzione
© Regiopress, All rights reserved