laRegione
Yverdon-sport Fc
0
FC Stade Ls Ouchy
0
2. tempo
(0-0)
Aarau
0
Xamax
1
2. tempo
(0-1)
Langnau
3
Lugano
6
2. tempo
(1-3 : 2-3)
Ginevra
2
Zurigo
0
1. tempo
(2-0)
Friborgo
4
Bienne
2
2. tempo
(2-0 : 2-2)
Davos
3
Berna
2
2. tempo
(2-0 : 1-2)
Zugo
5
Ajoie
0
2. tempo
(2-0 : 3-0)
Visp
2
Turgovia
0
2. tempo
(0-0 : 2-0)
Olten
1
Zugo Academy
0
2. tempo
(1-0 : 0-0)
Kloten
2
La Chaux de Fonds
1
2. tempo
(2-0 : 0-1)
Ticino Rockets
1
Langenthal
5
2. tempo
(0-3 : 1-2)
Sierre
3
GCK Lions
2
2. tempo
(2-1 : 1-1)
dai-verdi-alle-acli-si-allarga-il-sostegno-a-india
Ti-Press
I colori di una lunga storia
14.01.22 - 18:430
Aggiornamento : 19:00

Dai Verdi alle Acli: si allarga il sostegno a India

Cresce la mobilitazione a favore della giovane richiedente l’asilo e della sua famiglia, che rischiano il rimpatrio forzato in Etiopia

Si allarga sempre più il fronte a favore di India. La giovane richiedente l’asilo, sua mamma e sua fratello rischiano infatti il rimpatrio forzato in Etiopia. E questo, pur essendosi ormai ben integrati in Ticino. Alle già numerose voci che chiedono al Dipartimento delle istituzioni a Bellinzona e alla Segreteria di Stato della migrazione a Berna di attivare il caso di rigore e concedere loro un permesso di dimora, se ne aggiungono ora altre due: i Verdi del Ticino e le Acli (Associazioni cristiane lavoratori internazionali).

‘Ognuno di noi potrebbe un giorno essere rifugiato’

“La chiusura e l’esclusione non devono essere la risposta ai movimenti migratori – sostengono gli ecologisti –. I Verdi difendono una politica di asilo che non giudichi le persone in base alla loro origine, non le emargini e non le spinga all’illegalità. Una politica che riconosca il potenziale di una società multiculturale, che metta al primo posto i diritti umani, crei vie di fuga sicure e offra opportunità ai migranti. Non dimentichiamoci che anche ognuno di noi potrebbe un giorno essere un rifugiato”. Oltre a ricordare l’integrazione di India, i Verdi mettono l’accento sulla situazione politica in Etiopia: “Secondo il Dipartimento federale degli affari esteri, i viaggi di qualsiasi tipo al di fuori di Addis Abeba sono sconsigliati. Nel corso del 2021 gli scontri militari si sono estesi dalla regione di Tigray ai territori confinanti. In tutto il Paese vige lo Stato d’emergenza. Questo autorizza il Governo a imporre varie restrizioni che limitano i diritti fondamentali. In tutto il Paese sussistono tensioni politiche, etniche e sociali. Possono sfociare senza preavviso in violenti scontri locali. Tali eventi hanno ripetutamente causato vittime e feriti. Il rischio di attentati esiste in tutto il Paese”.

‘Decisione umanamente inaccettabile’

Le Acli dal canto loro ricordano che alla battaglia hanno già aderito numerose associazioni umanitarie, come pure il vescovo Valerio Lazzeri. E “ritengono sia paradossale aver promosso con merito un percorso d’integrazione, attraverso la frequentazione di India dei diversi gradi di scolarizzazione della durata di dieci anni, e dover assistere a una decisione umanamente inaccettabile, dopo una procedura di eccessiva durata e dai contorni squisitamente burocratici e spersonalizzanti. Già dal Convegno promosso dalle Acli a Lugano nel 2015 che hanno visto la partecipazione di padre Mussie Zerai (già candidato al Premio Nobel per la Pace), Flavio Di Giacomo (portavoce dell’Organizzazione internazionale per le migrazioni Italia) e Paolo Bernasconi (membro onorario del Comitato internazionale della Croce Rossa), era stato approvato un appello alla Confederazione affinché si promuovano corridoi umanitari per e attraverso la Svizzera e al Cantone si chiede di facilitare il ricongiungimento fra membri della stessa famiglia e l’accoglienza dei minorenni non accompagnati. Questa vicenda dimostra che a distanza di anni alcune di queste istanze sono ancora attuali”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
6 ore
Giorgio Grandini sotto inchiesta
A lui e a un altro notaio sono contestate truffa e falsità in documenti
Ticino
10 ore
Prestazione ponte Covid, il Governo propone la proroga
Il Messaggio del Consiglio di Stato recepisce gli auspici del Gran Consiglio chiedendo la proroga degli aiuti di almeno 6 mesi con effetto retroattivo
Ticino
11 ore
In Ticino contagi in calo, pazienti Covid stabili e zero decessi
Restano 166 le persone positive al Covid in ospedale, una in più nei reparti di cure intense dove sono 15 le persone con complicazioni più gravi da Covid
Ticino
11 ore
Torna la processionaria: come riconoscerla e come proteggersi
Osservati i primi nidi della farfalla le cui larve danneggiano gli alberi e possono causare infiammazioni cutanee e allergie a persone e animali
Locarnese
11 ore
Gordola, oltre 750 firme contro il ‘mastodonte’ alle Campagne
Abitanti preoccupati per l’inserimento del progetto immobiliare da circa 30 milioni. “Urge soluzione confacente, il Municipio faccia da mediatore”
Bellinzonese
12 ore
Danni del nubifragio, ‘nessuna responsabilità del Municipio’
L’esecutivo di Lumino risponde all’interrogazione Plr rispedendo al mittente ‘insinuazioni e speculazioni’ sull’alluvione del 7 agosto
Mendrisiotto
12 ore
Il Gran Consiglio è con India e lancia ‘un messaggio forte’
Deputati compatti, tranne sui banchi della Lega (che si astiene). Critiche alla legge e all’attitudine del Cantone. Ma Gobbi non ci sta.
Ticino
15 ore
Iniziativa popolare per abolire i livelli, si scaldano i motori
Scuola media. Vpod, lunedì riunione allargata per decidere su comitato e testo. Associazioni e studenti si esprimono dopo il no parlamentare al test
Locarnese
15 ore
Verzasca, tutti i lavori dopo lo svuotamento del lago
Al via le opere di manutenzione a più di cinquant’anni dalla prima messa in servizio del bacino per la produzione di energia idroelettrica
Luganese
22 ore
Schiacciato sotto un tornio industriale, non ce la fa
Vittima dell’infortunio avvenuto in una azienda di Agno un operaio di 51 anni del Canton Zurigo
© Regiopress, All rights reserved