laRegione
blocchiamo-la-corsia-per-i-tir-lanciata-una-petizione
Ti-Press
Il Mendrisiotto non vuole più vedere colonne così
05.01.22 - 14:30
Aggiornamento : 06.01.22 - 17:20

‘Blocchiamo la corsia per i Tir’. Lanciata una petizione

Il Ppd distrettuale si appella alla popolazione locale e si rivolge a Gran consiglio e Dipartimento del territorio. ‘Il progetto di Ustra va abbandonato’

Dare l’altolà ai Tir lungo l‘autostrada nel Mendrisiotto. Visto che, dice l’adagio, ’chi fa da sé, fa per tre’, il Distretto per voce del Ppd regionale ha deciso di mobilitarsi e di lanciare una petizione popolare. L’obiettivo? Chiaro e dichiarato: bloccare il progetto federale che mira a realizzare tra Coldrerio e Balerna una corsia ad hoc per i camion diretti a sud. L’ultima goccia che ha fatto traboccare il proverbiale vaso, del resto, è stata la risposta recapitata di recente dal Consiglio di Stato ai tre deputati popolari democratici, Giorgio Fonio, Maurizio Agustoni e Luca Pagani. Uno scritto breve in cui il governo ammette di essere all’oscuro e di non avere ricevuto indicazioni ufficiali dall’Ufficio federale delle strade (Ustra). Affermazione, questa, che ha lasciato “basiti" i tre gran consiglieri. Ed è qui che il Ppd ha deciso di “non rimanere immobile” e di appellarsi alla popolazione locale al fine di "fermare questo progetto”. Il messaggio inequivocabile è per il Gran consiglio e, in particolare, per il Dipartimento del territorio. È a loro che ci si rivolge e si chiede di "agire tramite le autorità federali per lo stop immediato della realizzazione di questa corsia ad hoc per i camion”.

‘Si acuiscono solo i problemi’

Per il partito non c’è altra via d’uscita se non quella dell’abbandono dell’opera che Berna ha confermato di voler concretizzare da qui al 2028. Tanto da coinvolgere, come detto da Ustra a laRegione, gli uffici di Dipartimento del territorio e Dipartimento delle istituzioni. Vista dal Mendrisiotto, invece, un tale ‘parcheggio’ non farebbe che “acuire i problemi già tristemente noti in ambito ambientale e di sicurezza". Dopo le parole dure della Commissione regionale dei trasporti (Crtm) e dei Comuni toccati - con Balerna e Coldrerio, Novazzano e Mendrisio -, adesso ci si affida dunque a una raccolta di firme, promossa dalla piattaforma change.org, per centrare il traguardo e scongiurare il pericolo di vedere incolonnati i mezzi pesanti in via definitiva lungo il tratto finale dell’A2. E visto che il Cantone, si rimarca, è “rimasto a guardare” a livello regionale si vuole reagire. "Restare immobili e attendere passivamente i passi formali di Ustra - si motiva di nuovo con forza - rischia di pregiudicare qualsiasi futura possibilità di intervento a favore del Mendrisiotto”.

Leggi anche:

Corsia per i Tir, Cantone ‘passivo’. Ppd preoccupato

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
corsia tir mendrisiotto petizione ppd ustra
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
26 min
In Ticino nessun morto di Covid da quasi una settimana
L’ultimo decesso segnalato risale a martedi 17 maggio. Calano ancora i pazienti Covid e i contagi
Mendrisiotto
3 ore
I Comuni serrano i ranghi contro la corsia per i Tir sull’A2
Coldrerio convoca i vicini per definire una strategia congiunta. Lurati, Crtm: ‘Adesso serve un’azione di protesta’
Ticino
5 ore
Campeggi, nel 2021 il boom, ora il rientro nei ranghi
Dopo il milione e più di pernottamenti del 2021, la situazione dovrebbe tornare a livelli pre-pandemici. Patelli: ‘Inizio più che positivo’
Bellinzonese
5 ore
Strade e centri commerciali: cosa si è fatto e cosa manca
Sant’Antonino: il punto sulla viabilità dieci anni dopo la pianificazione che ha dimezzato l’area di vendita massima
Ticino
15 ore
Lega dei Ticinesi, Consiglio esecutivo al completo
Agli eletti in Cds e al Nazionale, si aggiungono Sabrina Aldi, Massimiliano Robbiani, Patrizio Farei e Alessandro Mazzoleni
Ticino
17 ore
Referendum sulla giustizia, votano anche gli italiani all’estero
Il plico con il materiale di voto arriverà per posta entro il 25 maggio a tutti gli iscritti alle anagrafi consolari
Ticino
17 ore
È attivo il Centro tumori cutanei complessi dell’Eoc
Il cancro della pelle è in costante aumento in tutto il mondo. Diagnosi e cura sono ora più efficaci e i tassi di mortalità in calo
Luganese
19 ore
Fienile distrutto dalle fiamme ad Arogno
Le cause del rogo sono per ora sconosciute. Non ci sarebbero feriti o intossicati.
Locarnese
19 ore
Locarno, Ps: ‘Accuse spiacevoli, pretestuose e imbarazzanti’
Bocciatura mozione contro il tabagismo nei parchi giochi: il Ps locale risponde alle insinuazioni della presa di posizione dell’associazione non fumatori
Luganese
19 ore
Molestie all’Unitas, assemblea tesa
Allontanati i giornalisti, trapela malcontento; il Comitato attende l’esito dell’inchiesta
© Regiopress, All rights reserved