laRegione
15.12.21 - 18:00
Aggiornamento: 19:01

Castel San Pietro, approvato il preventivo in rosso

Il Consiglio comunale conferma il moltiplicatore d’imposta al 55% e accoglie il credito di oltre un milione per il Centro scolastico

castel-san-pietro-approvato-il-preventivo-in-rosso
Ti-Press
Veduta panoramica di Castel San Pietro

Via libera al preventivo 2022 di Castel San Pietro che prevede un disavanzo d’esercizio pari a poco più di 3,8 milioni di franchi, in aumento del 102,3% rispetto al deficit indicato dal preventivo 2021 (poco meno di 1,9 milioni di franchi). L’approvazione del documento finanziario è avvenuta nella seduta di Consiglio comunale di lunedì sera quando è stato inoltre accolto il credito di poco più di un milione di franchi per ampliare gli spazi didattici e la realizzazione di una rete informatica/internet performante al Centro scolastico. Il legislativo ha pure confermato il moltiplicatore d’imposta pari al 55%, in linea con quello del 2021 e in discesa rispetto a quelli del recente passato. Approvata anche la convenzione siglata con il Comune di Coldrerio per la fornitura di acqua potabile in caso di emergenza. Respinta invece, per motivi formali, la mozione presentata da Floriano Prada e cofirmatari (commissari della Gestione) riguardante le fasi 2 e 3 della ristrutturazione del vecchio edificio che ospita la scuola dell’infanzia e la valutazione della gestione amministrativa e finanziaria dell’intera struttura, per ottimizzare i costi di gestione. Bocciata pure un’altra mozione, sempre presentata da Floriano Prada, che chiedeva la costituzione di una fondazione di interesse pubblico e senza scopo di lucro, volta a promuovere lo sviluppo economico del Comune. La sindaca Alessia Ponti ha risposto in forma scritta all’interpellanza presentata dal gruppo Ppd e Gg che chiedeva al Municipio se sia previsto uno studio che valorizzi la funzione aggregativa dell’area tra la casa di riposo e la Masseria dei Cuntitt, comprendente anche la chiesa parrocchiale, il sagrato e la casa comunale, nel rispetto della componente storica e paesaggistica degli edifici in zona. Ebbene, Ponti ha richiamato il credito di 176’000 franchi per l’elaborazione di un Programma d’azione comunale per lo sviluppo insediativo centripeto di qualità (Pac) che a breve prenderà avvio. Dopodiché, ha proseguito la sindaca, ci saranno le basi per affrontare il tema della pianificazione territoriale e quindi anche la pianificazione specifica del centro civico sarà posta in questo triennio, tramite il Pac. Questa operazione complessa permetterà di avere una visione d’insieme del centro paese nel rispetto delle peculiarità aggregative, storiche, paesaggistiche e strategiche della zona che porteranno certamente a una crescita qualitativa di Castel San Pietro.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
43 min
Mafie in Ticino: ‘Tanti i progetti, ma sono davvero operativi?’
A chiederlo è il deputato Quadranti (Plr) sentito in audizione dalla Commissione giustizia e diritti in quanto non soddisfatto delle risposte del governo
Mendrisiotto
50 min
Aim di Mendrisio, crediti quadro più ‘trasparenti e oculati’
La Commissione della gestione richiama le Aziende sull’uso di questo strumento finanziario. E smagrisce l’investimento richiesto di quasi 2 milioni
Bellinzonese
1 ora
Giardinieri multati a Bellinzona, ‘le regole sono chiare’
Consegna del verde agli ecocentri, il Municipio replica alle critiche e ammette però la presenza di eccezioni: ‘Solo se accompagnati dai proprietari’
Locarnese
1 ora
Ginecologia e ostetricia, si valuta la collaborazione
Nel Locarnese approfondimenti in corso: nascite alla Carità e ginecologia operatoria alla Santa Chiara
Luganese
1 ora
Campo Marzio nord di Lugano, avviato l’iter senza variante di Pr
Polo turistico e congressuale: il Municipio chiede 306’000 franchi e la revoca della modifica pianificatoria votata dal Consiglio comunale nel 2017
Bellinzonese
1 ora
Pecore moribonde: ‘Chi avrebbe dovuto tutelare la loro salute?’
I Verdi (primo firmatario Marco Noi) interrogano il Consiglio di Stato in merito al gregge abbandonato a se stesso in zona diga del Lucendro
Luganese
6 ore
Usura e migranti: quattro arresti tra il Luganese e Zurigo
Sono sospettati di far parte di un sodalizio internazionale dedito da tempo al trasporto di clandestini provenienti dall’Italia e diretti nel Nord Europa
Locarnese
7 ore
Pedofilo tra Ticino e Thailandia, chiesti 9 anni di carcere
Un 77enne del Sopraceneri è accusato di ripetuti atti sessuali con fanciulli e con persone inette a resistere per fatti compiuti tra il 2000 e il 2021
Bellinzonese
8 ore
Alessandra Genini nuova direttrice di Comundo a Bellinzona
È la principale organizzazione non governativa svizzera di cooperazione allo sviluppo tramite l’interscambio di persone
Mendrisiotto
8 ore
‘Le fermate Ffs di Mendrisio sono di serie B?’
Il Centro lo chiede al Municipio con un’interpellanza dopo che da mesi gli ascensori della stazione di San Martino sono fuori uso
© Regiopress, All rights reserved