laRegione
15.12.21 - 17:08
Aggiornamento: 19:04

Chiasso, iniziata la ristrutturazione del Palapenz

Cominciati i lavori ma resta garantita l’attività delle associazioni sportive. Il cantiere dovrebbe durare un anno

chiasso-iniziata-la-ristrutturazione-del-palapenz
(Da sin.), il sindaco Bruno Arrigoni, Rudy Cereghetti, direttore dell’Ufficio tecnico di Chiasso, i municipali Davide Lurati e Sonia Colombo-Regazzoni, insieme a Eugenio Ronchetti, Ufficio tecnico di Chiasso

Iniziati i lavori di ristrutturazione del Palapenz. Nella prima fase, sull’arco di circa un anno, gli interventi si concentreranno sull’esterno della struttura. L’attività delle associazioni sportive resta garantita, assicura in una nota la Città di Chiasso. Gli interventi proseguiranno con il risanamento del calcestruzzo esterno. La durata stimata per questi lavori è di circa un anno. Tenendo conto della natura degli interventi, per tutto il periodo di cantiere il Palapenz resterà agibile: l’attività delle associazioni sportive che vi fanno capo non subirà modifiche. Attualmente – e ancora per alcune settimane – la struttura funge da centro vaccinazioni Covid-19 per il Mendrisiotto.

Il Palapenz è stato inaugurato nel 1983 e da allora è stato costantemente occupato da varie associazioni sportive, oltre ad aver ospitato numerosi eventi. Dopo circa quarant’anni di attività si è reso necessario pianificare un’importante ristrutturazione che riguarda sia la struttura portante, sia l’impiantistica, gli elementi di infrastruttura, le finiture, sia l’adeguamento alle normative in vigore in ambito di Polizia del fuoco, di prevenzione degli infortuni e di accessibilità per le persone disabili. Il Consiglio comunale ha votato nel dicembre scorso il credito realizzativo, poco più di 5,5 milioni di franchi, in gran parte a carico di Chiasso. Considerata la valenza sovracomunale della struttura, sono stati coinvolti nel finanziamento dell’opera, per gli elementi prettamente sportivi, i Comuni di Balerna, Morbio Inferiore, Novazzano e Vacallo, con i quali è stata sottoscritta una Convenzione, che prevede la loro partecipazione nella misura di 200’000 franchi ciascuno.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
3 ore
Giudice supplente, proposta l’elezione di Federica Dell’Oro
Così la commissione Giustizia e diritti. La parola al plenum del Gran Consiglio
Gallery
Mendrisiotto
3 ore
Mendrisio fa un passo avanti sul sentiero del Laveggio
Il Consiglio comunale vota all’unanimità i fondi per completare i camminamenti lungo il fiume, nel solco di un parco intercomunale
Mendrisiotto
5 ore
Coldrerio, un 18enne aggredito e picchiato da due persone
Funziona il dispositivo di ricerca della polizia: fermati gli autori del tentativo di rapina. La loro posizione è al vaglio degli inquirenti
Luganese
5 ore
La Città lancia un percorso formativo rivolto ai commercianti
Lugano Living Lab promuove un incontro all’ex asilo Ciani per far conoscere le ‘opportunità’ e favorire una digitalizzazione alla portata di tutti
Ticino
5 ore
Superamento dei livelli, un accordo che sembra avere i numeri
Firmato a maggioranza il rapporto commissionale che propone una sperimentazione su base volontaria con vari modelli di codocenza. In parlamento a febbraio
Ticino
7 ore
Al via il programma cantonale di screening colorettale
Il Dipartimento sanità e socialità offre, da febbraio, un test gratuito e volontario per una patologia dove la prevenzione è fondamentale
Ticino
7 ore
Raccolte firme sui costi della salute, allarme rosso in casa Ps
Riget e Sirica agli iscritti: rischiamo di fallire su referendum contro la deduzione per i premi dei figli e iniziativa per i premi al 10% del reddito
Ticino
8 ore
Dalla Vpod oltre 7’700 firme per cure sociosanitarie di qualità
Consegnate oggi le sottoscrizioni che chiedono anche più attenzione alle prestazioni socioeducative. Ghisletta: ‘Cautamente ottimista, serve migliorare’
Luganese
8 ore
Tentata rapina al chiosco in stazione a Ponte Tresa, due fermi
Un uomo, insieme a una complice, ha minacciato la commessa con un’arma da taglio chiedendo l’incasso. I due hanno poi desistito e sono fuggiti a piedi
Luganese
8 ore
In manette per 12 kg di canapa destinati al Ticino
In prigione al Bassone da giovedì per tentata estorsione, il 30enne albanese si rifiuta di rispondere agli inquirenti
© Regiopress, All rights reserved