laRegione
si-e-pronti-ad-ampliare-la-pinacoteca-z-st-a-rancate
Dei lavori si farà carico il Cantone (Ti-Press)
20.11.21 - 18:27

Si è pronti ad ampliare la Pinacoteca Züst a Rancate

Depositata la variante di Piano regolatore che dà forma alle intenzioni e mette in cantiere un autosilo e la riqualifica di piazza Santo Stefano

Dopo anni di analisi e valutazioni si è pronti a mettere mano alle esigenze di spazio della Pinacoteca Züst a Rancate. Le basi a livello cantonale erano state poste, peraltro, nella primavera del 2019 iscrivendo l’intervento fra sedici progetti da pianificare, sul tavolo un credito quadro globale di 60 milioni. Oggi forte di uno studio di fattibilità – allestito nel 2016 e consolidato nel 2019 – e del via libera (preliminare) del Dipartimento del territorio (Dt), il Municipio di Mendrisio pubblica la variante di Piano regolatore (Pr) che concretizza l’ampliamento dell’edificio museale – che manterrà un carattere “emergente” – e pianifica, al contempo, la risposta al fabbisogno di posteggi nel nucleo del Quartiere, quindi la riqualifica di piazza Santo Stefano, coinvolgendo l’area della chiesa, della casa e dell’oratorio parrocchiali. La documentazione, già accessibile sul portale della Città (www.mendrisio.ch), potrà essere consultata all’Ufficio tecnico dal 29 novembre.

Migliorie e riorganizzazioni

Ecco che un’opera cantonale dà modo di restituire concretezza a un riordino che alla Città sta a cuore da tempo. D’altro canto, la variante di Pr non fa altro che reagire “alle accresciute esigenze espositive e didattiche” della Pinacoteca, come rileva lo stesso Rapporto di pianificazione che corrobora il dossier. In questo modo, infatti, si permetterà una fruizione più comoda delle esposizioni e si renderà la struttura accessibile ai disabili. In buona sostanza si procederà con dei lavori di miglioria e con la riorganizzazione interna degli spazi esistenti, al fine di adeguarli “agli attuali standard funzionali e tecnici”. Come si indica chiaramente nello studio di fattibilità firmato dall’architetto Jachen Könz su mandato della Sezione della logistica, per centrare gli obiettivi l’unica soluzione percorribile è quella di sconfinare nei terreni accanto di proprietà del Comune di Mendrisio. Superfici vincolate a Pr come area verde, a tutto vantaggio della vicina scuola dell’infanzia. Lì, del resto, è prevista anche l’autorimessa sotterranea da cinquanta posti al servizio di residenti e utenti dei servizi pubblici e privati locali. Risulta evidente come l’ampliamento sia legato alle opere comunali – che porteranno a eliminare i posteggi attuali, non a Pr – e alla necessità della Città di recuperare e valorizzare il centro di Rancate, classificato, si annota nel Rapporto, come “villaggio d’importanza nazionale nell’Inventario degli insediamenti svizzeri da proteggere (Isos)”. Questa operazione, d’altro canto, ha una chiara valenza di interesse pubblico, come rimarca lo stesso Dt nell’esame preliminare. Da un lato, in effetti, il nuovo autosilo andrà a coprire, come detto, il bisogno di posteggi pubblici – e ciò in base a un puntuale calcolo, “liberando” la piazza e gli spazi della Parrocchia –, dall’altro si guadagna terreno sullo svago e il verde. Certo pianificare il comparto, come si annota nel Rapporto, chiamerà la Città a “importanti investimenti”, mentre l’aggiunta di spazi a favore della Pinacoteca, in contiguità sul lato sud, sarà a carico del Cantone.

Concorso pubblico in vista

Per dare forma e contenuti alle intenzioni messe ora nero su bianco sarà promosso un concorso pubblico di architettura. Il Dt invoca sin d’ora la necessità che Comune e Cantone si coordinino; che tengano in debito conto l’esistenza di uno o più beni culturali di interesse cantonale e che prospettino una realizzazione a tappe, scorporando, se utile, l’intervento alla Züst dall’autorimessa. Altrettanto nitido è però l’invito a preferire una visione d’insieme del comparto, come indicato nella lettera d’intenti sottoscritta nell’ottobre del 2020.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
autosilo piano regolatore piazza pinacoteca züst rancate riqualifica variante
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
32 min
In Ticino nessun morto di Covid da quasi una settimana
L’ultimo decesso segnalato risale a martedi 17 maggio. Calano ancora i pazienti Covid e i contagi
Mendrisiotto
3 ore
I Comuni serrano i ranghi contro la corsia per i Tir sull’A2
Coldrerio convoca i vicini per definire una strategia congiunta. Lurati, Crtm: ‘Adesso serve un’azione di protesta’
Ticino
5 ore
Campeggi, nel 2021 il boom, ora il rientro nei ranghi
Dopo il milione e più di pernottamenti del 2021, la situazione dovrebbe tornare a livelli pre-pandemici. Patelli: ‘Inizio più che positivo’
Bellinzonese
5 ore
Strade e centri commerciali: cosa si è fatto e cosa manca
Sant’Antonino: il punto sulla viabilità dieci anni dopo la pianificazione che ha dimezzato l’area di vendita massima
Ticino
15 ore
Lega dei Ticinesi, Consiglio esecutivo al completo
Agli eletti in Cds e al Nazionale, si aggiungono Sabrina Aldi, Massimiliano Robbiani, Patrizio Farei e Alessandro Mazzoleni
Ticino
17 ore
Referendum sulla giustizia, votano anche gli italiani all’estero
Il plico con il materiale di voto arriverà per posta entro il 25 maggio a tutti gli iscritti alle anagrafi consolari
Ticino
17 ore
È attivo il Centro tumori cutanei complessi dell’Eoc
Il cancro della pelle è in costante aumento in tutto il mondo. Diagnosi e cura sono ora più efficaci e i tassi di mortalità in calo
Luganese
19 ore
Fienile distrutto dalle fiamme ad Arogno
Le cause del rogo sono per ora sconosciute. Non ci sarebbero feriti o intossicati.
Locarnese
19 ore
Locarno, Ps: ‘Accuse spiacevoli, pretestuose e imbarazzanti’
Bocciatura mozione contro il tabagismo nei parchi giochi: il Ps locale risponde alle insinuazioni della presa di posizione dell’associazione non fumatori
Luganese
19 ore
Molestie all’Unitas, assemblea tesa
Allontanati i giornalisti, trapela malcontento; il Comitato attende l’esito dell’inchiesta
© Regiopress, All rights reserved