laRegione
04.11.21 - 12:48
Aggiornamento: 16:11

In cammino sul confine ricordando Erminio Ferrari

’Diari di viaggio’ tra Italia e Svizzera mercoledì 10 novembre alle 20 a Balerna con lo scrittore e guida alpina Alberto Paleari

in-cammino-sul-confine-ricordando-erminio-ferrari
Ti-Press
La frontiera

‘Ri-pensare i confini’, il ciclo di incontri e conferenze promosso dal Museo etnografico della Valle di Muggio, in collaborazione con l’Accademia di architettura e il Cineclub del Mendrisiotto, fa tappa lungo il loro cammino. ‘In cammino sul confine. Diari di viaggio’ è appunto il titolo della serata che si svolge mercoledì 10 novembre alle 20 nella Sala della Nunziatura di Balerna. Ospite la guida alpina Alberto Paleari che si intratterrà con Guido Codoni, scrittore, docente e indagatore dei confini locali, nel presentare il suo libro ’Sul confine. In cammino tra Italia e Svizzera dal Sempione alla Formazza’.

Concetto complesso il confine, all’intersezione tra storia, geografia e antropologia, troverà una lettura in immagini con la proiezione fotografica, successiva alla presentazione del libro edito quest’anno da Monterosa Gignese, sulla frontiera della Valle di Muggio curata da Paolo Crivelli e Mario Zanetta che nel 2015 ne hanno percorso e documentato l’intero tracciato. La serata sarà dedicata al giornalista de ‘laRegione’ e alpinista Erminio Ferrari, scomparso tragicamente sul pizzo Marona, nel parco nazionale della Val Grande, nel Verbano-Cusio-Ossola, il 14 ottobre 2020, che conosceva bene non solo le Alpi e i territori di montagna, ma anche gli aspetti sociali e culturali di un tempo e di più stretta attualità consegnando ai lettori chiavi di lettura di estrema bellezza, intelligenza e originalità.

La partecipazione alla serata è gratuita. L’iscrizione è a ogni modo obbligatoria scrivendo all’indirizzo eventi@mevm.ch. In base alle prescrizioni delle autorità è richiesto il Certificato Covid/Covid-pass.

Leggi anche:

Oggi cominciamo dal ricordo di Erminio Ferrari

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
52 min
Caccia alta, sei persone denunciate per gravi infrazioni
Il Dipartimento del Territorio rende noti i dati sulla stagione appena conclusa. Abbattuti più cervi rispetto al 2021, meno cinghiali e camosci
Luganese
1 ora
Direttore arrestato: ‘Si crei uno sportello per genitori’
Per la Conferenza cantonale dei genitori è importante che si riduca il rischio di situazioni simili. Contrastanti, intanto, le reazioni dei genitori.
Ticino
4 ore
Crisi energetica e telelavoro, Ocst: ‘Vigili sì, preoccupati no’
Dal sindacato cristiano sociale un webinar informativo. Isabella: ‘Non c’è giurisprudenza, partenariato importante’. Alari: ’Le spese preoccupano’
Ticino
4 ore
Sicurezza e prevenzione: gli occhi e le orecchie del Gpn
Gestione della minaccia: ruolo e missione del gruppo di specialisti della Polizia cantonale. Al quale il governo vuole ora dare una chiara base legale
Luganese
11 ore
Lugano: in arrivo Expo Ticinotour, grande fiera vintage
L’evento è in programma sabato 1° ottobre al Padiglione Conza: oltre 120 espositori, food-truck, bar, sala giochi, veicoli d’epoca e molto altro
Ticino
13 ore
‘Non si aggiungano ulteriori materie di studio al Liceo’
Tra ‘grandi scetticismi’ e ‘totale concordanza’, il Cantone risponde alla consultazione federale in merito alla Revisione dell’Ordinanza sulla maturità
Luganese
14 ore
Lugano, da Radio Rsi a Città della Musica con 21 milioni
Licenziato il messaggio municipale per l’acquisto dello storico stabile di Besso. Un’operazione che, spiega Badaracco, genererà 55 milioni di investimenti
Gallery
Grigioni
14 ore
A lezione d’integrazione sui banchi di Roveredo
Da lunedì tredici adolescenti fuggiti dall’Ucraina hanno iniziato a districarsi fra matematica e italiano nel padiglione 1 della Casa di cura Immacolata
Bellinzonese
15 ore
Osogna, ‘con macchinisti istruiti si riducono gli infortuni’
È stato inaugurato ufficialmente il Centro di formazione professionale Macchine della Ssic Ticino che, inoltre, valorizza una regione periferica
Mendrisiotto
15 ore
‘Il palazzo reale delle menzogne’, 6 anni al principe Selassié
La Corte delle Assise criminali di Mendrisio lo ha riconosciuto colpevole e condannato per truffa per mestiere e falsità in documenti
© Regiopress, All rights reserved