laRegione
22.10.21 - 16:59
Aggiornamento: 18:55

Rapinato il distributore Tamoil a San Pietro di Stabio

Si tratta del secondo ‘colpo’ ai danni di una stazione di servizio della regione nell’arco di una settimana

rapinato-il-distributore-tamoil-a-san-pietro-di-stabio
Rescue media

Ormai non si contano più le rapine messe a segno a un distributore e soprattutto alla pompa di San Pietro di Stabio. A una settimana dal ‘colpo’ a una stazione di servizio di via Marcetto a Novazzano, questo pomeriggio, verso le 16.15, è toccato ancora una volta alla Tamoil, a due passi dal valico a Stabio. Alcuni elementi del fatto sono stati resi noti dalla Polizia cantonale. Una donna si è fatta aprire la porta e subito dietro è stata raggiunta dal complice, l’uomo era armato. Il proprietario e la commessa, vista la situazione di pericolo sono scappati dalla porta sul retro, mentre i due rapinatori, rimasti all’interno, hanno arraffato le banconote contenute nella cassa. Sono poi fuggiti a bordo di una vettura nera, risultata rubata in Italia, verso il valico di San Pietro facendo perdere le tracce.

QUesti i connotati dei rapinatori: Un uomo, circa 185/190 centimetri di altezza. Indossava una giacca nera con cappuccio tipo Parka e aveva il volto coperto, scarpe da ginnastica nere.
Una donna di piccola statura, magra, con felpa multicolore e leggins neri, volto coperto da mascherina nera. Eventuali testimoni che hanno notato movimenti sospetti nelle vicinanze del distributore sono pregati di contattare la Polizia cantonale allo 0848 25 55 55.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Video
Ticino
21 ore
La Chiesa si mette in attesa ‘un po’ particolare’ del Natale
Messaggio alla Diocesi ticinese del vescovo Alain de Raemy in occasione domenica dell’inizio del cammino d’Avvento
Luganese
1 gior
A2, PoLuMe anche da Gentilino alla Vedeggio-Cassarate
L’Ustra conferma: in autostrada si potrà usare la terza corsia d’emergenza come ‘dinamica’ in caso di necessità fino a Lugano nord
Ticino
1 gior
Cantonali ’23, Andrea Giudici torna in pista. E lo fa con l’Udc
Deputato liberale radicale dal 2003 al 2019, l‘avvocato locarnese proverà a tornare in Gran Consiglio: ’I democentristi rappresentano meglio le mie idee’
VIDEO
Locarnese
1 gior
‘Non si può ammazzare una donna per un ciuffo di capelli’
Tre 18enni che frequentano il Liceo Papio hanno deciso di compiere un gesto simbolico a sostegno delle donne iraniane che lottano per i propri diritti
Bellinzonese
1 gior
‘Hanno dato il massimo ma sono stati travolti da una tempesta’
La difesa dei vertici della casa anziani di Sementina chiede l’assoluzione contestando anche le direttive di Merlani. Morisoli: ‘Fatto il possibile’
Ticino
1 gior
Targhe, il governo rilancia con 2 proposte. Dal Centro nuovo No
Il Consiglio di Stato tende la mano con delle alternative di calcolo. Gli iniziativisti non ci stanno, la sinistra sì. Ognuno per la sua strada, ancora
Ticino
1 gior
‘Polizia unica? Sfruttiamo le potenzialità del sistema attuale’
Fsfp in assemblea. E sul delicato e controverso dossier si attende che la politica decida.‘Venga però sentita anche la nostra Federazione’
Gallery
Mendrisiotto
1 gior
Boffalora: al posto della villetta arrivano due palazzine
Altro cantiere residenziale in vista alla porta nord di Chiasso. L’operazione annuncia un investimento di oltre 6 milioni di franchi
Locarnese
1 gior
Picchiò un ragazzo in Piazza Grande, 3 anni di carcere
Un 19enne di origini siriane residente nel Luganese colpevole anche di rapina, infrazione e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti
Ticino
1 gior
Il salario minimo legale non sarà adeguato al rincaro
Il Consiglio di Stato boccia la mozione di Ivo Durisch (Ps): ‘Un adeguamento sarebbe contrario alla volontà del legislatore e alla legge’
© Regiopress, All rights reserved