laRegione
anche-silvio-tarchini-fra-le-vittime-del-principe-d-etiopia
Ti-Press/Archivio
L’imprenditore
13.10.21 - 16:08
Aggiornamento: 16:29

Anche Silvio Tarchini fra le vittime del ‘principe d’Etiopia’

L’imprenditore ticinese si è unito alla denuncia contro il sedicente erede Hailé Selassié: sarebbe stato convinto ad acquistare bond tedeschi scaduti

C’è anche Silvio Tarchini fra le presunte vittime del sedicente principe d’Etiopia Alexakis Berhan Makonnen Hailé Selassié Bissiri. Lo anticipa il portale Tio, sottolineando che l’imprenditore sarebbe finito nella rete dell’indagato – arrestato in Lussemburgo, estradato in Svizzera su richiesta della Procura di Lugano e da settimane rinchiuso alla Farera –, in quanto convinto ad acquistare dei bond tedeschi poi rivelatisi scaduti. Il danno complessivo causatogli sarebbe stimato in oltre dieci milioni di franchi.

«Mi sono unito alla denuncia, ma non sono stato io a farla partire» ha detto al portale il proprietario del FoxTown, che ha aggiunto di «attendere gli esiti dell’inchiesta». Come noto, la maxitruffa è stata messa in piedi a partire dal 2009 dal sedicente principe, ed è venuta alla luce nel 2018. Allora residente a Londra, il 65enne diceva di essere un discendente dell’ultimo imperatore di Etiopia, e come tale era conosciuto nel jet-set tra Lugano e Milano. La vicenda è al centro delle cronache televisive in Italia, in quanto le tre figlie dell’uomo stanno partecipando al Grande Fratello Vip.

In Ticino se ne occupano invece le cronache giudiziarie: l’indagine è coordinata dalla procuratrice pubblica Chiara Borelli.

Leggi anche:

Hailé Selassié, principe dell’inganno

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
etiopia hailé selassié silvio tarchini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
3 ore
Una famiglia luganese vuole assumere Wonder Woman
Da un annuncio di lavoro innumerevoli richieste e requisiti per la ricerca di una ‘semplice’ baby sitter e collaboratrice domestica
Locarnese
4 ore
Calcio, musica latina e tanti sogni in tasca. Questo era Raùl
Il 19enne, coinvolto in un incidente in moto insieme a un amico sabato scorso a Maggia, è morto martedì sera. Il ricordo di chi gli ha voluto bene.
Luganese
7 ore
Arrivano le misure di sicurezza: filo spinato alla Foce
In vista della Conferenza internazionale sull’Ucraina che inizierà settimana prossima
Bellinzonese
7 ore
Biasca lanciata verso un futuro d’arte e cultura
Il Legislativo ha approvato i crediti per lo studio di fattibilità per il deposito di opere all’ex arsenale e per gli interventi a Casa Cavalier Pellanda
Locarnese
9 ore
Incidente a Maggia: si cercano testimoni
Un’auto e una moto si erano scontrate sabato scorso poco prima delle 15. Deceduto un 19enne.
Locarnese
14 ore
Deceduto il 19enne vittima di un incidente stradale a Maggia
Si trovava a bordo di una moto con un altro ragazzo quando si è scontrato con un’auto guidata da una 21enne
Luganese
1 gior
Presidio di protesta per la Conferenza sull’Ucraina
Per una ricostruzione democratica, indipendente, pluralista e sociale! È lo slogan scelto dal Movimento per il socialismo.
Ticino
1 gior
Su imposta di circolazione e riforma Arp si voterà il 30 ottobre
Il Consiglio di Stato ha fissato la data delle urne. Al voto anche l’inclusione dei disabili e il riconoscimento della lingua dei segni italiana
Ticino
1 gior
Panne al San Gottardo, quaranta i treni cancellati
Il guasto che stamane ha paralizzato il traffico ferroviario da e per il Ticino ha costretto alla soppressione di 30 convogli merci e 10 passeggeri
Locarnese
1 gior
Morto a Solduno, autopsia svolta: servono esami tossicologici
Proseguono le indagini sul cadavere rinvenuto il 23 giugno. Stando agli elementi raccolti si tratta di un 24enne svizzero domiciliato nella regione
© Regiopress, All rights reserved