laRegione
10.10.21 - 17:04
Aggiornamento: 18:27

Cavadini: ‘Importante il rispetto della dignità del lavoro’

All’indomani della manifestazione ‘Poro TiSin’, abbiamo interpellato i sindaci di Mendrisio, Stabio e Novazzano per una riflessione sul dumping salariale

cavadini-importante-il-rispetto-della-dignita-del-lavoro
Ti-Press
Partecipanti alla manifestazione di sabato a Mendrisio

«La manifestazione autorizzata era al Mercato coperto. Sugli spostamenti faremo delle verifiche». Replica così, da noi interpellato, Samuele Cavadini all’interrogazione inoltrata oggi da Roberto Pellegrini (Udf) sulla manifestazione ‘Poro TiSin’, andata in scena ieri nel capoluogo momò. Quattro delle sette domande formulate dal consigliere comunale indagano sull’inatteso spostamento dal Mercato coperto al vicino piazzale Roncaa, dove ha sede la Plastifil, una delle ditte coinvolte nel caso. «Non abbiamo comunque avuto riscontri di problemi da parte della polizia – aggiunge il sindaco –, questo fuori programma non ha creato disagi al traffico». Sulla presenza di “un membro del Municipio”, ossia la capodicastero Politiche sociali e politiche di genere Françoise Gehring Amato, alla manifestazione, Cavadini replica: «No, il Municipio non era rappresentato. La collega era presente in qualità di sindacalista, non di municipale».

‘Massima attenzione’

Interrogazione a parte, a Cavadini – come anche ai suoi omologhi di Stabio e Novazzano, altri comuni con vaste aree industriali – abbiamo chiesto una valutazione sul movimento ‘Poro TiSin’. «Come Comuni non abbiamo competenze in ambito di legge sul salario minimo. È chiaro che a noi interessa il rispetto delle leggi ed è pertanto importante avere delle aziende sul territorio che siano dei buoni datori di lavoro e che rispettino la dignità del lavoro». «Massima attenzione all’evolversi degli eventi» assicura dal canto suo il sindaco di Stabio. «I margini di manovra, a livello di politica locale, sono molto limitati – conferma Simone Castelletti –. Quello che stiamo facendo adesso è monitorare, vedere cosa succede e, a dipendenza degli sviluppi, capire se effettivamente metterci in contatto con le istanze superiori per fare qualcosa anche noi». Stabio è zona di frontiera e vanta un’area industriale molto sviluppata, pertanto «si tratta di tematiche sulle quali il Municipio è sempre stato e sempre sarà molto attento. Si cerca di capire quel che accade o che potrebbe accadere sul territorio e, se possibile, di agire. Come peraltro già fatto in altre occasioni in passato. Quando è emerso il problema dei posteggi abusivi, ad esempio, siamo intervenuti in maniera molto importante, togliendo i parcheggi abusivi, verificando le licenze edilizie, collaborando con le aziende e chiedendo che venissero inseriti dei piani di mobilità».

‘Qualcosa di molto triste’

Come Stabio, anche Novazzano ha investito in anni recenti nelle infrastrutture della propria zona artigianale e industriale, e come Stabio anche Novazzano segue da vicino l’evoluzione della situazione, «anche perché abbiamo ricevuto un’interrogazione che chiede quali margini abbiamo per impedire che accadano queste cose» ricorda il sindaco. «E margini, come Comuni, purtroppo ne abbiamo veramente pochi» ammette Sergio Bernasconi. «Certo, possiamo sensibilizzare le aziende, ma non abbiamo la possibilità di venire a conoscenza di quali contratti vengono rispettati e quali no. Ci sono degli uffici cantonali preposti a questi controlli». Malgrado le mani legate o quasi, Bernasconi è molto perplesso sulla vicenda. «Sono cose che fanno riflettere. Lucrare o speculare su stipendi, in particolar modo se non di un certo livello, è qualcosa di molto triste al giorno d’oggi e in un Paese come la Svizzera. Che poi sia coinvolto un sindacato, anche se appena nato, fa ancor più riflettere. Per la pace sociale non si dovrebbe arrivare a questi punti. Se c’è un minimo da rispettare, che sia rispettato, non si cerchino delle scorciatoie. Il fatto che Ocst e Unia, che non sempre sono concordi, abbiano unito le forze, è un segnale forte».

Leggi anche:

A Mendrisio si scende in piazza contro il dumping salariale

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
7 ore
A Tresa nasce un progetto di reinserimento sociale
Municipio e servizio sociale coinvolgono le aziende per creare opportunità di stage, lavori temporanei o di lunga durata per i giovani in assistenza
Ticino
11 ore
Formazione bilingue, studenti friburghesi nei licei ticinesi
Dopo i cantoni di Berna e Vaud, un nuovo progetto per rafforzare il plurilinguismo
Ticino
11 ore
Si torna a fare il pieno in Ticino
Prezzi benzina: dopo il taglio delle accise in Italia, i frontalieri, e non solo loro, riappaiono nei distributori al di qua del confine
Luganese
11 ore
Bioggio, scontro tra due auto alla rotonda
Un ferito leggero e ingenti danni materiali ai due veicoli coinvolti il bilancio del sinistro tra via Strada Regina e via Longa
Luganese
12 ore
Ricerca di persona sopra Caslano, operazione conclusa
Nelle ricognizioni era stata impegnata la Rega, intervenuta anche con un elicottero con termocamera e visore notturno
Grigioni
13 ore
Il Parco Val Calanca è realtà
Le assemblee comunali di Rossa, Calanca, Buseno e Santa Maria hanno detto di sì con rispettivamente il 100%, il 76%, il 90% e il 100% dei voti
Bellinzonese
14 ore
‘L’unico neo di una tre-giorni riuscita’
L’alterco della serata d’apertura non rovina i bagordi carnascialeschi di Cadenazzo. Bottinelli: ‘Pienone nella ‘replica’, andata liscia come l’olio’
Luganese
16 ore
Persona dispersa sul Monte Sassalto, sopra Caslano
Le operazioni di ricerca sono scattate nella serata di ieri. Impegnata la Rega, prima con il visore notturno e poi in volo a vista
Ticino
1 gior
‘Dovete osare, la possibilità di fare bene è concreta’
Le elezioni cantonali e il Congresso del Centro, il presidente Dadò sprona candidati e candidate a scendere in campo. Ovvero, a fare campagna
Ticino
1 gior
‘Approfondiremo il tema, ma così su due piedi sono scettico’
Speziali dice la sua sulla congiunzione delle liste con l’Udc per le ‘federali’. Per il presidente Plr: ‘Differenze piuttosto evidenti tra i due partiti’
© Regiopress, All rights reserved