laRegione
grande-affluenza-e-nessun-problema-al-party-di-nebiopoli
Un momento della festa
26.09.21 - 17:53
Aggiornamento: 19:13

Grande affluenza e nessun problema al party di Nebiopoli

‘Sorpresi dalla gentilezza’ il commento del presidente Alessandro Gazzani. All’evento, con obbligo di certificato, ha partecipato un migliaio di persone

È stato un successo su tutta la linea il ‘party di Carnevale’ organizzato ieri dal Nebiopoli di Chiasso. Il risultato è andato ben oltre le più rosee aspettative, come ci tiene a rimarcare anche il presidente del Carnevale di Chiasso Alessandro Gazzani: «La serata è stata un saliscendi di emozioni per noi organizzatori. In conclusione però possiamo dirci pienamente soddisfatti, tutto è andato per il verso giusto e già un’ora prima della chiusura i bar avevano praticamente finito le scorte». Oltre a essere il primo appuntamento a tema carnascialesco da diverso tempo a questa parte, la festa è stata seguita con grande interesse anche per quanto riguarda sicurezza e accesso tramite certificato Covid. «Non abbiamo avuto il minimo problema di ordine pubblico. Gli stessi agenti di sicurezza erano stupiti di quanto fosse tranquillo e sereno l’ambiente. La gente ha dato davvero una prova di responsabilità».

‘Uno strumento che funziona’

Il migliaio di persone che ha preso parte alla festa ha quindi dovuto presentare un certificato Covid all’entrata. «Abbiamo potuto dimostrare che il certificato funziona, con la gente che ha voglia di godersi dei momenti insieme e che le regole dettate dalle autorità non generano nessun fastidio», spiega Alessandro Gazzani. Particolarmente apprezzata dai partecipanti è stata la possibilità di disporre di spazi di diverso genere, come ad esempio un giardino esterno alla palestra. «In passato a una festa tutti cercavano la tendina o il capannone più frequentato. Ora invece vengono apprezzate anche zone più tranquille, dove godere di maggiore comodità». Problemi non si sono registrati nemmeno all’entrata, solitamente una zona “calda” per via dei controlli e della cassa. «In genere troviamo sempre qualcuno che cerca di fare il furbo, provando a scavalcare il recinto o contestando il prezzo. Non è stato il caso questa volta, tutti si sono dimostrati molto gentili e comprensivi». Un ruolo l’ha sicuramente giocato il dibattito sull’organizzazione dei grandi eventi dell’ultimo periodo. «Le persone sono più consce di cosa voglia dire organizzare una manifestazione di questo tipo, sia a livello di tempo che di costi».

‘Entrata più veloce del solito’

Tra chi è rimasto piacevolmente sorpreso dallo svolgimento dell’evento, oltre agli organizzatori, ci sono anche i tanti giovani che ne hanno preso parte. «Inizialmente temevo che all’entrata ci sarebbe stata più fila del solito per via dei controlli al certificato. In realtà si è svolto tutto molto velocemente», ha spiegato a ‘laRegione’ un frequentatore. Un’opinione condivisa anche da altri ragazzi, felici di aver potuto vivere una serata di festa all’insegna della normalità: «Presentare certificato e documenti è qualcosa a cui ci stiamo abituando. Il poter togliere la mascherina una volta entrati e non dover tenere la distanza è qualcosa che mancava da tanto tempo». A stupire Alessandro Gazzani e gli organizzatori è invece stata la grande richiesta di pagamenti tramite carta di credito, «rispetto al passato molta meno gente chiedeva di pagare con i contanti, segno che probabilmente alcune abitudini sono davvero cambiate durante questo periodo di pandemia».

‘Restano dei punti da chiarire’

L’attenzione del mondo carnascialesco, con il test di ieri sera che ha dato importanti segnali, si sposta ora sulla pianificazione dell’edizione 2022. Alla festa erano presenti anche i rappresentanti degli altri Carnevali, «abbiamo avuto modo di discutere e di osservare tutti insieme come si è sviluppata la situazione. Vogliamo poter trovare una strategia comune per affrontare le sfide future. I cortei saranno infatti possibili solo se si terranno le sfilate di Chiasso e Bellinzona», conclude il presidente del Nebiopoli. Nel frattempo è stato deciso che il ricavato della serata verrà investito nel budget degli ingaggi dell’edizione 2022, che sarà maggiore rispetto al passato grazie anche agli incassi raccolti con l’iniziativa ‘Pacco momò’.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
alessandro gazzani certificato festa nebiopoli
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
22 min
Fitto programma per la tregiorni di feste ad Arbedo-Castione
Online il sito con gli eventi previsti al campo sportivo e sul territorio per sottolineare i 200 anni dell’aggregazione e i 600 della battaglia
Luganese
31 min
Agno, il padre ha tentato di uccidere il figlio
Restano gravi le condizioni di salute del 22enne, ferito gravemente ieri dal papà successivamente arrestato. Entrambi risiedono a Rovio
Bellinzonese
42 min
Auto fuori strada a Claro, deceduto il guidatore
Si tratta di un 77enne svizzero domiciliato in Riviera. L’auto che guidava era uscito di strada finendo in un fossato
Bellinzonese
46 min
Disco frenante spezzato, camion fermato a Giornico
Dal 1° luglio emanate oltre 30 contravvenzioni. Le principali infrazioni: freni difettosi, eccesso di ore di guida e manipolazione del cronotachigrafo
Ticino
1 ora
Sulle truffe per lavoro ridotto il Ticino ha fatto i compiti
È quanto emerge dai dati della Seco. Il nostro Cantone persegue anche violazioni più contenute, a differenza di altri cantoni
Bellinzonese
1 ora
Claro, un’auto esce di strada e finisce in un fossato
Incidente della circolazione intorno alle 10:15 sulla strada cantonale
Locarnese
7 ore
‘Basta posteggi al Pozzo di Tegna!’
Preoccupata l’Associazione Golene di Terre di Pedemonte, che teme che l’incremento degli stalli porti ancora più gente e traffico in una zona sensibile
Mendrisiotto
7 ore
Mendrisiotto, turismo ‘green’ lungo i parchi insubrici
’Insubriparks’ è una nuova piattaforma che porta alla scoperta di cinque bellezze naturalistiche tra Svizzera e Italia
Ticino
7 ore
Il mercato dell’auto resta ammaccato
Si sperava di risolvere i problemi di fornitura entro il primo semestre di quest’anno: niente da fare. E anche l’usato scarseggia
Luganese
14 ore
Violento temporale nel Luganese causa smottamenti e allagamenti
I pompieri sono stati sollecitati più volte. Colpito in modo particolare il Malcantone
© Regiopress, All rights reserved