laRegione
il-parco-di-villa-argentina-e-quelle-questioni-irrisolte
La Città è pronta a estendere il perimetro (Ti-Press)
Mendrisiotto
30.08.21 - 17:510
Aggiornamento : 20:04

Il Parco di Villa Argentina e quelle 'questioni irrisolte'

Il Comitato che ha promosso la petizione del 2009 saluta in modo positivo la ricomposizione dell'area, ma rende attenti su due punti 'denunciati da anni'

Il Comitato Parco di Villa Argentina ha una buona ragione per cantare vittoria. Sono passati diversi anni dalla primavera del 2009, ma senza la petizione sottoscritta da 2'870 cittadini e che ha aperto la strada alla ricomposizione del comparto, oggi, non si sarebbe arrivati all'acquisizione di quegli oltre 18mila metri quadrati collinari che daranno modo di "ricostituire nella sua quasi interezza il Parco storico di Villa Argentina" a Mendrisio. Una rivendicazione, quella dei fautori del giardino storico, legittima soprattutto oggi che l'area, rammenta il coordinatore Tiziano Fontana in una nota, dal maggio dell'anno scorso è tornata a essere bene culturale di interesse cantonale, "come fu già per un breve periodo, tra il 1985 e il 1989".

Tra le righe si saluta, quindi, in modo positivo la decisione del Municipio della Città che, giusto la settimana scorsa, ha messo sul tavolo dei consiglieri comunali il messaggio che vale più di otto milioni di franchi. Ovvero la somma necessaria per indennizzare i proprietari dell'appezzamento a monte di Villa Argentina, d'un canto, e per mettere la targa 'pubblico' anche su quell'angolo dell'area. Sentenza del Tribunale d'espropriazione alla mano, l'esecutivo intende, infatti, procedere a un duplice esproprio: materiale e formale. Certo, per avere un quadro completo anche il Comitato avrebbe voluto prendere visione del verdetto, che crescerà in giudicato in questi giorni. Studiare la sentenza, si ribadisce a chiare lettere, avrebbe permesso di "verificare la correttezza della decisione del Municipio - che ha seguito il parere del suo rappresentante legale - di non impugnarla e di procedere al licenziamento del messaggio in questione".

Il Comitato, del resto, ha ben chiari i confini del Parco storico. Ai suoi occhi ci sono, quindi, ancora un paio di punti da chiarire. In effetti, si esplicita nella nota, "rimangono irrisolte, giuridicamente e finanziariamente, questioni importanti quali le demolizioni abusive di parte dei muri perimetrali ottocenteschi da parte degli attuali proprietari, nonché la mancata protezione e conservazione attiva, da parte del Municipio, del muro del Belvedere, da sempre protetto a livello pianificatorio nel Piano particolareggiato". Questi aspetti, conclude Fontana, "sono stati denunciati da anni dal Comitato Parco di Villa Argentina, che tornerà sul tema".  

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
28 min
Mascherine, il Cantone sostiene l’obbligo nei luoghi affollati
Il Consiglio di Stato invita i Comuni a introdurre ‘una misura di prevenzione molto efficace in occasione degli eventi natalizi’
Bellinzonese
52 min
Disagio nelle case anziani, colloqui con tutti i dipendenti
La Delegazione consortile ha affidato un audit esterno al Laboratorio di psicopatologia del lavoro dell’Organizzazione sociopsichiatrica cantonale
Locarnese
1 ora
Il ragazzo pestato è tornato a casa
La madre chiede a chiunque abbia delle prove di farsi avanti
Bellinzonese
1 ora
La Lingera (per ora) ha deciso di non decidere
L’edizione 2022 del carnevale di Roveredo è in sospeso, il comitato riunitosi ieri deciderà entro la metà di gennaio
Ticino
3 ore
Coronavirus, 188 casi in più e 11 pazienti in terapia intensiva
Nelle case per anziani gli ospiti attualmente positivi sono 5
Bellinzonese
8 ore
Ritom, rinnovo della funicolare e 2,38 milioni per il turismo
Altre all’ammodernamento dell’impianto, si intende investire per marketing, segnaletica e veste grafica. Previsto anche un ponte tibetano lungo 413 metri
Ticino
8 ore
Babbo Natale è alle prese con qualche grattacapo
A causa di colli di bottiglia nella distribuzione globale, alcuni regali sono difficili da reperire. Ma i commercianti rassicurano: l’offerta resta ricca
Ticino
8 ore
Gole profonde... per legge
Whistleblowing, il Gran Consiglio si appresta a codificare le regole a tutela di chi nell’Amministrazione segnala irregolarità
Bellinzonese
8 ore
Officine di Castione, i tempi pieni salirebbero da 300 a 360
Oggi le Ffs comunicheranno i dettagli del Piano industriale: ecco le prime cifre, che richiedono tuttavia dei chiarimenti sul lato occupazionale
Locarnese
13 ore
Locarno, ancora un caso pestaggio in centro
Un ragazzo di 18 anni vittima di un gruppo di giovani. La denuncia della madre sui social media
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile