laRegione
valera-causa-milionaria-per-la-citta-di-mendrisio
Si andrà in aula (Ti-Press)
Mendrisiotto
 
21.08.21 - 05:300

Valera: causa milionaria per la Città di Mendrisio

I proprietari di un terreno a Rancate chiedono un risarcimento di oltre 4 milioni di franchi per la mancata costruzione di un capannone

Il Municipio della Città di Mendrisio si è ritrovato fra capo e collo una richiesta di risarcimento danni da oltre 4 milioni di franchi. E ancora una volta al centro del contendere c'è il comparto di Valera e i suoi contenuti pianificatori, sullo sfondo il Piano di utilizzazione cantonale sul tavolo del Gran consiglio. La vertenza, l'ennesima, è venuta alla luce dopo che l’incarto è finito davanti al Pretore di Mendrisio Nord. Costretto ad andare in causa, l’esecutivo ha messo, da prassi, nelle mani dei consiglieri comunali la domanda di autorizzazione a ‘stare in lite’. Galeotta (si fa per dire) si è rivelata una mancata licenza edilizia. Permesso che i proprietari di un terreno a Rancate – la comunione ereditaria Fontana – attendevano con ansia già nel 2007, con l’intenzione di costruire un capannone prefabbricato da adibire a deposito. Una operazione edilizia che, a loro dire, si sarebbe dovuta avallare una volta scaduta, nel 2014, la zona di pianificazione sul comparto. Dal canto suo, l’autorità cittadina oggi si oppone “integralmente” alle pretese avanzate.

Quel capannone vicino

I titolari del fondo sono andati alla carica del Municipio a fine 2019, pretendendo, a quel tempo, un indennizzo di 3,9 milioni. Fatti due calcoli, la comunione ereditaria Fontana aveva valutato di aver perso un reddito netto di 313mila franchi l’anno sull’arco di 12 anni e 7 mesi, riservandosi altresì – come rileva lo stesso messaggio municipale –, di aggiornare il danno sino al rilascio della licenza edilizia. Come termine di paragone, si spiega, i proprietari hanno considerato i “parametri effettivi utilizzati nella locazione di un analogo capannone già esistente sulla medesima particella”.

La parola al Pretore

Prima di arrivare in aula, a fine 2020, si è tentata la via della conciliazione. Risultato: le richieste si sono alzate, sino a 4,2 milioni. In più, la famiglia ha ricevuto il via libera ad andare in giudizio. Cosa che ha fatto il giugno scorso. Interpellata la compagnia di assicurazione, da parte sua il Municipio ha scelto i legali (due) che seguiranno la vertenza: si tratta dell’avvocato Raffaello Balerna, già giudice del Tribunale d’appello, e dell’avvocato Silvio Pestelacci, che per il Comune si occupa da anni delle procedure espropriative in corso e relative al comparto di Valera. Come detto la stessa area dove si trova il fondo al centro dell’attenzione.

A questo punto toccherà, quindi, al Pretore di Mendrisio Nord sciogliere i nodi di questa vicenda. Di certo si sa che il risarcimento sollecitato adesso ammonta a 4 milioni e 384mila franchi. Somma alla quale vanno aggiunti gli interessi (del 5 per cento) e un eventuale aggiornamento della valutazione del danno.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
23 min
Disagio nelle case anziani, colloqui con tutti i dipendenti
La Delegazione consortile ha affidato un audit esterno al Laboratorio di psicopatologia del lavoro dell’Organizzazione sociopsichiatrica cantonale
Locarnese
1 ora
Il ragazzo pestato è tornato a casa
La madre chiede a chiunque abbia delle prove di farsi avanti
Bellinzonese
1 ora
La Lingera (per ora) ha deciso di non decidere
L’edizione 2022 del carnevale di Roveredo è in sospeso, il comitato riunitosi ieri deciderà entro la metà di gennaio
Ticino
2 ore
Coronavirus, 188 casi in più e 11 pazienti in terapia intensiva
Nelle case per anziani gli ospiti attualmente positivi sono 5
Bellinzonese
7 ore
Ritom, rinnovo della funicolare e 2,38 milioni per il turismo
Altre all’ammodernamento dell’impianto, si intende investire per marketing, segnaletica e veste grafica. Previsto anche un ponte tibetano lungo 413 metri
Ticino
7 ore
Babbo Natale è alle prese con qualche grattacapo
A causa di colli di bottiglia nella distribuzione globale, alcuni regali sono difficili da reperire. Ma i commercianti rassicurano: l’offerta resta ricca
Ticino
7 ore
Gole profonde... per legge
Whistleblowing, il Gran Consiglio si appresta a codificare le regole a tutela di chi nell’Amministrazione segnala irregolarità
Bellinzonese
7 ore
Officine di Castione, i tempi pieni salirebbero da 300 a 360
Oggi le Ffs comunicheranno i dettagli del Piano industriale: ecco le prime cifre, che richiedono tuttavia dei chiarimenti sul lato occupazionale
Locarnese
13 ore
Locarno, ancora un caso pestaggio in centro
Un ragazzo di 18 anni vittima di un gruppo di giovani. La denuncia della madre sui social media
Luganese
14 ore
Glamping a Carona, ‘scelta giusta ma ci sono questioni aperte’
Apprezzato anche dal promotore della petizione il progetto premiato dalla giuria e dal Municipio: ’È stato ridimensionato lo spazio ai privati’
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile