laRegione
contro-le-isole-di-calore-piu-spazi-verdi-e-alberi-a-balerna
L'attenzione è rivolta ai centri urbani (Ti-Press)
Mendrisiotto
14.08.21 - 14:380

Contro le isole di calore, più spazi verdi e alberi a Balerna

La Sinistra e I Verdi invitano il Municipio locale ad affrontare il problema e individuare delle soluzioni. Obiettivo, fermare il riscaldamento climatico

'Nomen omen': l'aver ribattezzato 'Lucifero' l'anticiclone africano che in questi giorni aliterà aria calda anche sulla nostra regione, la dice lunga. La colonnina di mercurio sale sopra i 30 gradi e la vita nei centri urbani, una volta di più, si fa affannosa. Mentre l'estate torna rovente dopo la valanga d'acqua rovesciata sul Mendrisiotto (e non solo). Sono queste, del resto, le due facce di un'unica medaglia, quella del riscaldamento globale ormai in atto, come fa capire a chiare lettere l'ultimo rapporto firmato dagli esperti delle Nazioni unite. Un male comune che non fa sconti alle realtà locali. Non è un caso se diversi Comuni (pure nel Distretto) hanno messo nero su bianco l'impegno a mettersi di traverso al cambiamento climatico. La Sinistra e I Verdi di Balerna, ad esempio, si aspettano molto dal Municipio locale. Grafici e rilevamenti, a livello nazionale e cantonale, restituiscono un quadro poco confortante: basti dire che in Ticino negli ultimi tempi si sono registrati oltre una ventina di giornate tropicali all'anno. Quali sono gli antidoti? Accanto alle campagne sui rischi della canicola e alla politica energetica, c'è ancora un terreno inesplorato sul quale le istituzioni comunali possono fare la differenza, quello delle isole di calore. Sono i setti consiglieri comunali del gruppo a metterlo sul tavolo dell'esecutivo guidato da Luca Pagani in un'interpellanza, primi firmatari Daniela Benzoni e Fabio Canevascini. In effetti, questo fronte, fanno notare, "finora non è stato concretamente preso in considerazione da parte del Municipio".

Un tema sul tavolo a vari livelli

Da tempo, d'altro canto, a vari livelli istituzionali il tema è al centro dell'attenzione. Già nel 2018 l'Ufficio federale dell'ambiente pubblicava un rapporto sulle 'Ondate di calore in città' e indicava i possibili rimedi. L'anno dopo, in ottobre, Mendrisio ospitava il Climathon, che veniva centrato proprio sulle isole di calore. Molto, insomma, si è detto e scritto. Adesso, però, esortano La Sinistra e I Verdi di Balerna, è giunto il momento di passare all'azione. Tanto più, ricordano, che nel 2020 si è adottato un 'Piano d’azione comunale per il clima 2020'. E allora, suggeriscono, occorre prestare attenzione al proprio territorio, dove "le temperature e soprattutto i picchi di calore estivi sono distribuiti in modo molto diseguale". Di fatto, si richiama ancora nell'interpellanza, "in alcuni luoghi circoscritti d’estate il caldo può diventare insopportabile, in particolare numerose superfici impermeabilizzate assorbono le radiazioni solari e surriscaldano l’ambiente circostante determinando l’effetto 'isola di calore'". Infatti, nelle aree densamente edificate "si misurano così temperature di qualche grado più elevate rispetto a zone periurbane più verdi".

Uno studio sulla situazione di Balerna

Il gruppo ha voluto saperne di più e nei mesi scorsi ha finanziato di tasca propria uno studio mirato, avvicinando l'obiettivo alla parte più centrale del paese. Assegnato un mandato a uno studio di ingegneria, il risultato è un lavoro intitolato 'Comune di Balerna. Strategia di lotta alle isole di calore'. Un documento, ribadiscono i sete consiglieri, che "mette bene in evidenza la reale esistenza di isole di calore e inoltre menziona alcune proposte concrete per migliorare la situazione". Anche La Sinistra e I Verdi avanzano delle idee utili per contenere gli effetti dei luoghi in cui maggiormente si sprigionano le ondate di caldo. Gli accorgimenti da mettere in campo nelle zone abitate, si spiega nell'interpellanza, sono diversi. Si va dall'"aumento degli spazi liberi con superfici verdi e dei luoghi ombreggiati" alle "alberature nel centro abitato", per approdare, si suggerisce, alle superfici verdi sui tetti delle abitazioni, ai posteggi con superficie drenante e alberature o ai pannelli fotovoltaici e alle fontane. Tutto pur di combattere il caldo estremo. Una cosa è chiara, occorre conoscere bene lo stato dell'arte a Balerna.

Tre domande per il Municipio

A questo punto sono tre gli interrogativi ai quali il gruppo di consiglieri attende una risposta. Per cominciare, preme sapere se la tematica delle isole di calore sia già stata affrontata fra le mura di Palazzo civico dal Municipio, dall'Ufficio tecnico comunale o dai pianificatori incaricati di mettere mano alla pianificazione. Vi è poi da capire se l'esecutivo non ritenga "necessario affrontare il problema dando un mandato a specialisti per l’elaborazione di uno studio che interessi tutto il territorio comunale, oppure almeno alcuni comparti, quelli più interessati per la densità residenziale oppure di interesse pubblico". Infine, ci si chiede se una tale analisi, in grado di presentare delle soluzioni "concrete", non possa rivelarsi "assai interessante e utile per l’ulteriore elaborazione e adozione del nuovo Piano regolatore". La parola adesso passa all'autorità comunale: appuntamento al prossimo Consiglio comunale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
21 min
Disagio nelle case anziani, colloqui con tutti i dipendenti
La Delegazione consortile ha affidato un audit esterno al Laboratorio di psicopatologia del lavoro dell’Organizzazione sociopsichiatrica cantonale
Locarnese
1 ora
Il ragazzo pestato è tornato a casa
La madre chiede a chiunque abbia delle prove di farsi avanti
Bellinzonese
1 ora
La Lingera (per ora) ha deciso di non decidere
L’edizione 2022 del carnevale di Roveredo è in sospeso, il comitato riunitosi ieri deciderà entro la metà di gennaio
Ticino
2 ore
Coronavirus, 188 casi in più e 11 pazienti in terapia intensiva
Nelle case per anziani gli ospiti attualmente positivi sono 5
Bellinzonese
7 ore
Ritom, rinnovo della funicolare e 2,38 milioni per il turismo
Altre all’ammodernamento dell’impianto, si intende investire per marketing, segnaletica e veste grafica. Previsto anche un ponte tibetano lungo 413 metri
Ticino
7 ore
Babbo Natale è alle prese con qualche grattacapo
A causa di colli di bottiglia nella distribuzione globale, alcuni regali sono difficili da reperire. Ma i commercianti rassicurano: l’offerta resta ricca
Ticino
7 ore
Gole profonde... per legge
Whistleblowing, il Gran Consiglio si appresta a codificare le regole a tutela di chi nell’Amministrazione segnala irregolarità
Bellinzonese
7 ore
Officine di Castione, i tempi pieni salirebbero da 300 a 360
Oggi le Ffs comunicheranno i dettagli del Piano industriale: ecco le prime cifre, che richiedono tuttavia dei chiarimenti sul lato occupazionale
Locarnese
13 ore
Locarno, ancora un caso pestaggio in centro
Un ragazzo di 18 anni vittima di un gruppo di giovani. La denuncia della madre sui social media
Luganese
14 ore
Glamping a Carona, ‘scelta giusta ma ci sono questioni aperte’
Apprezzato anche dal promotore della petizione il progetto premiato dalla giuria e dal Municipio: ’È stato ridimensionato lo spazio ai privati’
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile