laRegione
licenziamenti-alla-burberry-bocche-cucite-sulle-trattative
L'arrivo di Giorgio Fonio, Ocst (Ti-Press/Pablo Gianinazzi)
27.07.21 - 17:53
Aggiornamento: 19:50

Licenziamenti alla Burberry, bocche cucite sulle trattative

Sindacati soddisfatti che si sia avviato un dialogo. I contenuti delle discussioni restano però segreti nell'interesse dei lavoratori coinvolti.

Non trapelano informazioni dopo il primo incontro, tra i sindacati (Unia e Ocst) e i rappresentanti della Burberry, in merito al licenziamento collettivo previsto presso i due punti vendita al Fox Town di Mendrisio. Le parti si sono trovate questa mattina presso la sede dell'Ocst, a Lugano. Oggetto della discussione i 15 tagli che l'azienda vorrebbe effettuare al personale, composto attualmente da 35 collaboratori. Stando a nostre informazioni, inoltre, si tratterebbe d'impiegati da diversi anni al servizio del noto marchio di moda britannico. «Le discussioni sono state avviate e questo è senza ombra di dubbio un primo punto positivo – ha affermato al termine del confronto Giorgio Fonio, segretario regionale Ocst Mendrisiotto –. In merito a quanto è stato discusso invece preferiamo non esprimerci. La trattativa è ancora in corso e per tutelare gli interessi dei lavoratori rinviamo ogni giudizio a quando sarà trovato un accordo». Una fumata bianca che non sembra comunque essere prevista in tempi brevi, gli stessi che avevano invece portato dalla mancata apertura dei negozi avvenuta lunedì mattina a un primo colloquio tra le parti stamane. «La prossima tappa sarà quella di confrontarci con i lavoratori e le lavoratrici. A fissare il ritmo di marcia della trattativa non sono i sindacati, ma i collaboratori e le collaboratrici coinvolti nella vicenda», ha invece dichiarato Giangiorgio Gargantini, segretario regionale di Unia per la regione Ticino e Moesano. Già domani è previsto un incontro tra i sindacati e i dipendenti per fare il punto della situazione e decidere quali sono i prossimi passi da intraprendere. 

Incontro a distanza

Il primo colloquio, a cui sicuramente ne seguiranno altri, si è tenuto a distanza. Presenti presso l'edificio di via Serafino Balestra vi erano infatti solo i sindacati e i rappresentanti legali dell'azienda. I responsabili di Burberry erano invece collegati da remoto. Al termine dell'incontro, durato circa tre ore, gli avvocati del marchio con sede centrale a Londra hanno fatto sapere che avrebbero dovuto consultarsi con i propri assistiti prima di rilasciare dichiarazioni alla stampa. Una presa di posizione che non ci è però stata fatta pervenire. 

‘Incontro franco’

Si è invece potuto capire quali sono stati i toni utilizzati durante il faccia a faccia tra chi si è seduto al tavolo della discussione. «Il confronto è stato lungo e franco. Era importante per noi poter incontrare fisicamente un rappresentante dell'azienda e parlare guardandoci negli occhi. Il percorso ora si concentra sul poter evitare il maggior numero possibile di disagi ai lavoratori», ha commentato Fonio. Non è invece ancora il momento per sbilanciarsi su quale piega potranno prendere le discussioni in futuro. «Al momento è presto per dare un giudizio sulla trattativa. In ogni caso questo genere di valutazioni vanno fatte dai lavoratori e non dai sindacati», ha proseguito Gargantini.

Braccio di ferro

La vicenda, va ricordato, era cominciato lo scorso 28 giugno quando ai dipendenti era stata comunicata da parte dell'azienda l'intenzione di ridurre il personale. Una misura, avviata attraverso l'apertura di una procedura di consultazione a seguito di un possibile licenziamento collettivo, che aveva subito fatto intervenire i sindacati. A loro era stato infatti dato incarico da parte dei lavoratori d'intavolare una discussione con l'azienda. La mancanza di dialogo, denunciata da parte di Unia e Ocst attraverso un comunicato, ha raggiunto il suo apice lo scorso venerdì quando il brand ha comunicato la conclusione della procedura attraverso una mail fatta recapitare ai dipendenti. Da qui la conseguente mancata apertura dei due negozi avvenuta ieri per forzare la mano e aprire una trattativa. Una mossa che si è rivelata vincente e ha permesso di arrivare ora a un dialogo che, si spera, possa risolversi positivamente. 

Leggi anche:

‘Abbiamo una trattativa’, Burberry rialza le serrande

Mendrisio, Burberry licenzia. A rischio 15 posti di lavoro

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
burberry giangiorgio gargantini giorgio fonio ocst unia
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
1 ora
Dieci chilometri di colonna sotto il sole tra Biasca e Airolo
Rientro dei vacanzieri e momentanea chiusura della galleria del San Gottardo mandano l’asse autostradale in tilt
Bellinzonese
2 ore
Tunnel del San Gottardo chiuso in entrambe le direzioni
Veicolo in avaria poco prima di mezzogiorno: situazione ‘calda’ sull’asse autostradale ticinese
Bellinzonese
9 ore
Bistrot di Bellinzona, ‘Nessuna truffa né maltrattamenti’
Il gerente Ivan Lukic non nasconde le difficoltà economiche. Tuttavia alcune persone hanno ‘tenuto duro, credendo nel progetto. Altre lo hanno diffamato’
Luganese
9 ore
Rovio, fucile notificato ma il padre era senza porto d’armi
Emergono ulteriori aspetti legati al grave fatto di sangue capitato domenica scorsa ad Agno: il 49enne non aveva il permesso di girare con il Flobert
Ticino
9 ore
Aspettando Godot... e Greta Gysin. L’area rossoverde attende
Sarebbe imminente la decisione della consigliera nazionale dei Verdi se candidarsi o meno per il governo. Bourgoin e Riget: ’Avanti, con o senza di lei’
Bellinzonese
16 ore
Vacanze costose e beni di lusso con i guadagni della cocaina
Condannato a 4 anni e 3 mesi (più l’espulsione dalla Svizzera) un 35enne recidivo e reo confesso. La Corte: ‘Prognosi nefasta’
Locarnese
16 ore
Gambarogno, 83enne inghiottito dalle acque del lago
L’uomo, un confederato, si era tuffato per una nuotata ma non è più riemerso. Partito dal Porto patriziale di Ascona, aveva ‘toccato’ alcune imbarcazioni
Bellinzonese
20 ore
Bennato e tanta buona musica allo Spartyto di Biasca
Tre serate intense il 25, 26 e 27 agosto in Piazza Centrale per la 32esima scoppiettante edizione
Locarnese
21 ore
Onsernone, da mezzo secolo senza mai perdere ‘LaVoce’
Compie 50 anni il semestrale (un tempo bimestrale) della locale Pro; una rivista cartacea nata per parlare di territorio e offrire spunti di riflessione
Ticino
21 ore
A Ferragosto il sole brucia, il radar pure
Puntuale come ogni venerdì, ecco la lista delle località nelle quali nel corso della prossima settimana verranno effettuati controlli della velocità
© Regiopress, All rights reserved