laRegione
30.06.21 - 12:08
Aggiornamento: 01.07.21 - 15:10

Stabio, l'appello contro il littering arriva dai bambini

Gli allievi delle seconde elementari hanno realizzato dei cartelloni di sensibilizzazione. La campagna sarà ripresa anche nel calendario ecologico

stabio-l-appello-contro-il-littering-arriva-dai-bambini
Un manifesto realizzato dai bambini (Municipio di Stabio)

‘Stabio pulita’. Non è solo una speranza, ma il titolo della campagna di sensibilizzazione contro il littering voluta dal Municipio e realizzata dai bambini della seconda elementare A e B (anno scolastico 2020-2021) che, aiutati dalla loro docenti, hanno studiato il problema e preparato dei cartelloni per sensibilizzare la popolazione di Stabio. Il Municipio fa sapere che “una prima serie di questi manifesti sarà posati nei prossimi giorni negli appositi spazi espositivi ubicati all’interno del Comune con l’intenzione di sensibilizzare i nostri concittadini a un migliore uso dei cestini posati negli spazi pubblici”. La campagna sarà inoltre “ripresa dal calendario ecologico 2022 che verrà stampato dal Comune, e inviato a tutti i fuochi per, anche in questo caso, sensibilizzare la popolazione a non buttare rifiuti nei boschi, nei fiumi, nei parchi giochi, ecc”.

Da una recente indagine del Dipartimento del territorio è emerso che buona parte di questi rifiuti è composta da mozziconi di sigarette, ai quali di recente si sono aggiunte le mascherine di protezione, oltre a lattine, cartacce e bottigliette in plastica. “La presenza dei cestini per i rifiuti non rappresenta necessariamente la soluzione al problema del littering – continua il Municipio –. Questo problema è risolvibile “unicamente con la collaborazione di tutte le persone coinvolte” ed è proprio a “queste persone” che la campagna promossa dai ragazzi della seconda A e B vuole rivolgersi”.

L'esecutivo guidato da Simone Castelletti ricorda inoltre che per sensibilizzare maggiormente la popolazione sulla problematica, Dt e Azienda cantonale dei rifiuti (Acr) promuoveranno nel corso dei prossimi mesi delle azioni concrete di prevenzione. Per raggiungere il pubblico più giovane, l’Acr ha previsto una serie di servizi dedicati alla didattica e all’insegnamento nelle scuole ticinesi, con l’obiettivo di far comprendere cosa siano i rifiuti e l’importanza di una loro corretta separazione e relativo smaltimento.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
1 min
Gambarogno, i ritocchi ai conti possono attendere
Le finanze del Comune destano preoccupazione, ma le contromisure non saranno per il 2023. Probabile un futuro aumento del moltiplicatore
Mendrisiotto
1 min
Mendrisiotto, la qualità dell’aria resta osservata speciale
Dopo una settimana pesante è arrivata la pioggia. Nel 2020 registrate quattromila morti premature nelle province pedemontane lombarde
Luganese
1 min
Lugano, la replica a Lombardi: ‘Coinvolgeteci, ma davvero’
La Commissione di quartiere di Sonvico mette i puntini sulle i, dopo che il municipale si era detto deluso dal presunto inattivismo delle commissioni
Ticino
7 ore
E per la fine dell’anno c’è anche Nez Rouge
Ritorna il servizio che riaccompagna a casa in sicurezza chi non se la sente di mettersi alla guida
Luganese
8 ore
Fiamme in un appartamento di Caslano, danni ingenti
Non si registrano feriti: quando l’incendio è scoppiato i locali erano vuoti. Sul posto pompieri di Caslano e Polizia
Luganese
10 ore
Protezione civile Lugano Città, un altro anno in prima linea
Anche nel 2022 i giorni di servizio sono stati largamente di più di quelli del triennio 2018-20, seppur un po’ meno rispetto al 2021
Grigioni
12 ore
Frana in Val Calanca: ‘Non si può continuare a sfidare la sorte’
Per la vicesindaca di Buseno Rosanna Spagnolatti è necessario individuare una soluzione per una zona già toccata in passato da scoscendimenti
Mendrisiotto
12 ore
Breggia cambia il progetto per l’ex Osteria del sole
Il Municipio ha presentato una nuova domanda di costruzione, che al contrario della precedente, prevede la demolizione integrale della struttura
Gallery
Ticino
12 ore
Nel weekend la Svizzera italiana s’è messa il suo abito bianco
Trenta centimetri a San Bernardino, venti a 1’400 metri di quota: la neve ha fatto capolino anche a Sud del San Gottardo. Disagi contenuti sulle strade
Ticino
14 ore
Il 25 dicembre Gas stacca definitivamente la spina
La testata web indipendente di controinformazione, nata in scia al cartaceo Diavolo, annuncia la sua prossima chiusura
© Regiopress, All rights reserved