laRegione
17.06.21 - 17:19
Aggiornamento: 18.06.21 - 15:49

La soluzione per l'A2 a sud? 'Ripensare tutto il tracciato'

La risposta della terza corsia per il Cantone contribuirà a rimediare alle criticità dell'asse autostradale nel Mendrisiotto

la-soluzione-per-l-a2-a-sud-ripensare-tutto-il-tracciato
'Non si può fare a meno di una rete stradale efficiente' (Ti-Press)

Quanto a traffico, colonne di auto e mobilità difficile sull'asse autostradale, un fatto è chiaro, anche al Cantone: per cambiare panorama andrebbe rivista in toto l'A2. Ma non è questo, oggi, l'obiettivo del progetto PoLuMe - si legga la terza corsia dinamica tra Mendrisio e Lugano -, che cercherà piuttosto di rimediare alle criticità emerse nel tempo a seguito di scelte operate oltre cinquant'anni or sono. Il tracciato dell'autostrada, all'epoca, fa memoria il Consiglio di Stato (CdS), aveva "goduto del consenso da parte della popolazione e delle autorità politiche". Visto adesso, invece, è solo un nodo da sciogliere senza pagare pegno sul piano ambientale e paesaggistico. "È innegabile - riconosce il Cantone rispondendo alla decina di domande allineate dal gruppo dei Verdi del Ticino per voce di Nicola Schoenenberger -, che la soluzione dei problemi creati dall'A2 al Mendrisiotto sarebbe possibile solo con un completo ripensamento del tracciato". Come dire, una vera impresa. Anche se a Chiasso ci hanno già fatto un pensierino.

Il PoLuMe? In fase 'molto avanzata'

La meta finale del progetto proposto dall'Ustra, l'Ufficio federale delle strade, con i suoi quasi due miliardi di investimento, in ogni caso, è un'altra. Il mantra, condiviso pure dall'autorità cantonale, è la fluidificazione del traffico fra Mendrisio e Lugano (nord) e l'alleggerimento delle strade cantonali e comunali. Tanto più, si conferma, che si tratta di un'opera a "valenza sovraregionale", che si trova allo stadio di progetto generale, quindi, in una fase "molto più avanzata" di altre ipotesi come la messa in circonvallazione in galleria o la copertura dell'autostrada nei centri abitati. Prospettive, in realtà, a cui aspira buona parte della popolazione, così come i 6'300 firmatari della petizione consegnata a Berna, contrari alla variante federale.

Sacrifici 'giustificati'

Il Cantone assicura, comunque, che seguirà con interesse i possibili ulteriori sviluppi; "veglierà" affinché i disagi procurati dal cantiere, imponente, "siano ridotti al minimo indispensabile"; e vigilerà per evitare che una gestione flessibile delle corsie non riesca a scongiurare un aumento incontrollato del traffico. Certo i sacrifici, seppur temporanei, non mancheranno - parte di uno di campeggi di Melano sarà interessata, si conferma, da alcune istallazioni legate ai lavori -, ma i "benefici globali" che deriveranno dall'opera, motiva il CdS, li giustificano. Anche perché, rilancia, "le zone toccate dai lavori hanno la possibilità di essere riqualificate".

D'altro canto, fa capire a chiare lettere il Cantone, non si potrà fare a meno di questo potenziamento dell'autostrada. "Le modalità di trasporto più sostenibili - ribadisce - non sono tuttavia sufficienti a soddisfare la domanda di mobilità complessiva, in particolare nelle ore di punta, motivo per cui non si può prescindere da una reste autostradale e stradale efficiente".

Per il momento, insomma, bisogna accontentarsi dei risultati raggiunti. Inclusi quelli perorati dal Consiglio di Stato, come l'aggiramento del nucleo di Bissone e un ripensamento sul nuovo svincolo di Melano

Leggi anche:

La terza corsia sull'A2? 'È la sola risposta al traffico'

Terza corsia A2: 'Il rischio? Un cantiere infinito'

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
16 min
Capanna Cremorasco pronta per la primavera
I lavori di ammodernamento dello stabile del patriziato di Camorino sono quasi terminati. Inaugurazione prevista il 4 giugno
Ticino
5 ore
Patriziati, il Tram dice no alle deleghe di competenze
L’Assemblea patriziale non può delegare decisioni – come sugli investimenti – all’Ufficio patriziale. Respinto il ricorso a Carona. ‘Ma c’è un problema’
Luganese
5 ore
‘Anno sabbatico’ per il giornalino di Carnevale di Tesserete
I festeggiamenti che si terranno dal 23 al 25 febbraio non saranno accompagnati dalla satira. Or Penagin è alla ricerca di nuovi redattori
Ticino
12 ore
Alleanza Lega-Udc: Zali attacca, Marchesi imperturbabile
Alla festa elettorale leghista volano parole roventi. Ma il presidente democentrista replica: ‘Non intendo alimentare sterili polemiche’
Mendrisiotto
13 ore
Il Nebiopoli 2023? ‘Un Carnevale da grandi numeri’
Il presidente Alessandro Gazzani tira le somme di quest‘ultima edizione chiassese. ’Il villaggio è diventato troppo stretto’
Locarnese
15 ore
Per la Stranociada un successo… incontenibile
Organizzatori soddisfatti per le 10mila persone sulle due serate, ma qualcuno lamenta ‘caos organizzativo’ alla risottata della domenica
Ticino
17 ore
Interpellanza sul caso del pianista ucraino sostituito
Ay e Ferrari (Pc) chiedono fra l’altro al governo se ‘simili misure dal sapore censorio non giovino alla credibilità della politica culturale del Cantone’
Locarnese
18 ore
Plr e Verdi Liberali di Gordola: ‘Moltiplicatore fisso all’84%’
Il gruppo in Cc si esprime in vista della seduta di martedì sostenendo il rapporto di maggioranza. Municipio e minoranza propongono un aumento
Bellinzonese
20 ore
Gara dei parlamentari: vincono Buri e Ghisla
Il tradizionale slalom dei granconsiglieri si è svolto ieri a Campo Blenio
Locarnese
1 gior
Grave incidente ad Avegno, un motociclista rischia la vita
Un 56enne del Locarnese ha perso il controllo del mezzo andando a sbattere contro lo spartitraffico riportando gravi ferite
© Regiopress, All rights reserved