laRegione
18.05.21 - 12:29
Aggiornamento: 14:31

Nel Mendrisiotto 27 milioni dedicati alla sostenibilità

Presentato il piano di investimenti per opere di mobilità in grado di offrire anche nel Basso Ceresio 'vere alternative' agli spostamenti e al traffico privato

nel-mendrisiotto-27-milioni-dedicati-alla-sostenibilita

Mobilità coniugata con sostenibilità. Lo ha detto chiaro alla conferenza stampa tenutasi a Palazzo delle Orsoline a Bellinzona il direttore del Dipartimento del territorio Claudio Zali. Piatto forte un credito di quasi 15 milioni di franchi e l'autorizzazione a effettuare una spesa di oltre 27 per la realizzazione di diverse opere a favore del Mendrisiotto e del Basso Ceresio. E proprio il consigliere di Stato ha voluto aggiungere quel 'sostenibili' ai prossimi progetti «senza dimenticare quello che è stato fatto. Per questo – ha evidenziato Zali – la parola sostenibilità va declinata a 360° essendo questa una tappa che, alla fine, ci vuole tutti più virtuosi, offrendoci concrete alternative per i nostri spostamenti».

Dalla stazione di Mendrisio-San Martino, alla Mendrisio-Varese, passando dalle opere stradali per lo svincolo del capoluogo fino al nodo intermodale della stazione del Magnifico Borgo. Tutte opere, alcune concluse altre in divenire, di una più ampia pianificazione del territorio che non vuole dimenticare il comparto Valera e un altro interessante progetto come la rete di teleriscaldamento che a Mendrisio permetterà di allacciare anche 28 stabili del Cantone. Un credito, dunque, che il 'ministro' ha definito «di un certo rilievo, sostegno tangibile alla nostra economia e dove lo Stato, fungendo da committente, attraverso il contributo della Confederazione, crea un effetto leva negli investimenti».

'Un'iniezione di denaro e di fiducia'

Andrea Rigamonti, presidente della Commissione regionale dei trasporti del Mendrisiotto e Basso Ceresio, ha quindi parlato di "soddisfazione" per questo messaggio: «Un'iniezione di denaro anche pubblico nell'economia reale a favore delle imprese e dei posti di lavoro in un momento particolarmente necessario. Il Piano degli agglomerati diventa importante infatti laddove riesce a stimolare le regioni nell'intraprendere attività rivolte al trasporto pubblico e al trasporto cosiddetto dolce. Perché, per migliorare la mobilità, c'è bisogno soprattutto di opere. Un messaggio di cui ci rallegriamo soprattutto prevedendo opere che hanno il merito di facilitare la fruibilità dell'utenza, opere più che mai necessarie nella nostra regione così che il trasporto pubblico diventi un'alternativa valida al trasporto individuale».

Si è parlato poi di estensione della rete ciclabile e dell'installazione a breve di stazioni di bike sharing per una portata di 230 biciclette: «Sta qui la sinergia! Se il Cantone realizza opere – ha spiegato il presidente – i comuni e la nostra commissione sono chiamati a implementare le diverse reti con sinergie e visioni d'insieme a favore di un territorio che vuole tornare a essere fruibile. Pensiamo alla realizzazione dell'ascensore inclinato dalla stazione di Balerna verso il paese che permetterà un ampio collegamento al trasporto pubblico su gomma e su ferro, il collegamento con le piste ciclabili e naturale fra i parchi. Un messaggio perciò che ci soddisfa e che permette di costruire per il nostro territorio una visione comune dove le opere dialogano fra di loro. C'è ancora tanto da lavorare, ma è questo un ottimo passo nella giusta direzione».

Tre tipologie di mobilità in un messaggio

Un messaggio che raggruppa, come illustrato da Diego Rodoni, capo dell'Area operativa del Sottoceneri, «tutte le tipologie di mobilità, dal trasporto pubblico alla mobilità privata alla mobilità lenta. Siamo ormai alla terza generazione, e a fronte di contributi per 40 milioni di franchi, Cantone e comuni negli anni hanno investito fra i 100 e i 120 milioni. Non è la tappa finale ma è un buon investimento, un ulteriore passo verso quanto previsto nell'ultimo Piano di agglomerato. E se per il Mendrisiotto si è decisa una pausa per l'avvio della quarta generazione, vedremo se nel prossimo futuro potremo pensare già a una quinta. Resta il fatto che con questo nuovo credito si continui nell'obiettivo di dare continuità al processo di realizzazione di opere infrastrutturali nell'agglomerato del Mendrisiotto e Basso Ceresio». 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Gallery
Locarnese
12 ore
La Rega decolla nei consensi e nella simpatia
Ben 14’000 visitatrici e visitatori hanno approfittato dell’opportunità di gettare uno sguardo dietro le quinte della base e dell’hangar
Luganese
13 ore
Inaugurato il nuovo Consorzio depurazione acque della Magliasina
Entrato in servizio a Purasca nel 1987 è stato oggetto di ampliamento e ottimizzazione generale fra il 2018 e il 2022
Luganese
16 ore
Precipita mongolfiera: fra curiosi e passanti... la sorpresa
Si è trattato di un’esercitazione congiunta fra la Società svizzera di salvataggio di Lugano e il Gruppo aerostatico Ticino
Mendrisiotto
20 ore
Case ‘Greenlife’, il Municipio nega la licenza edilizia
A Novazzano l‘esecutivo boccia il progetto del complesso abitativo in zona Torraccia. ’Non è in sintonia con il paesaggio’
Locarnese
23 ore
Delitto Emmenbrücke, il presunto colpevole resta in carcere
Richiesti altri tre mesi di carcerazione preventiva per l’uomo sospettato di aver assassinato la 29enne di Losone nel luglio 2021. C’è anche la perizia
Ticino
23 ore
‘Hanno distrutto la vita di mio padre 87enne. E la giustizia?’
Cede dei terreni a due figlie, ma per la terza ‘è un raggiro, non era in grado di capire’. Quando la fragilità della terza età è sfruttata dai famigliari
Mendrisiotto
1 gior
Tra l’Alabama e il Ticino
L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
1 gior
Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico
Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
1 gior
Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi
Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Ticino
1 gior
Un ottobre da... radar
Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
© Regiopress, All rights reserved