laRegione
laR
 
19.04.21 - 16:50

Chiasso conferma la squadra: ‘Il risultato che ci aspettavamo’

Dalle urne emerge un Municipio fotocopia. Il più votato, e sindaco di quindicina, è il Plr Bruno Arrigoni

chiasso-conferma-la-squadra-il-risultato-che-ci-aspettavamo
L'attesa è finita: Bruno Arrigoni confermato sindaco di Chiasso (Ti-Press/Francesca Agosta)

Sarà un triennio all'insegna della continuità quello scelto dai cittadini di Chiasso. Le urne hanno infatti restituito alla cittadina di confine gli stessi membri dell'esecutivo. Nessuno scossone, quindi, con Bruno Arrigoni che rimane sindaco (di quindicina), con 1’787 voti personali. Restando in casa Plr, Sonia Colombo-Regazzoni è stata confermata per la sua seconda legislatura con 1'538 voti. In casa Lega-Udc, Roberta Pantani ha conquistato 1'159 voti. Rieletti pure Davide Dosi (958 voti) per l’Unità di Sinistra-I Verdi-Indipenenti e Davide Lurati (860 voti) per il Ppd-Gg-Verdi liberali-Indipendenti. Percentuali di lista alla mano, si sono rafforzati Plr (dal 36,8 del 2016 al 38,3 per cento), Sinistra e Verdi (dal 20,9 al 21,4) e Ppd (dal 15,7 al 16,2). La Lega ha invece registrato un calo (dal 26,6 ottenuto 5 anni fa al 24,1 per cento). Dopo l'insediamento, il Municipio si chinerà sul vicesindacato e sulla ripartizione dei dicasteri: gli eletti non nascondono di voler continuare con i dossier avviati in questa legislatura allungata dal coronavirus, ma sorprese non possono essere escluse. Uno dei nodi principali che impegnerà Chiasso (e non solo) nel prossimo triennio sarà la ripartenza dopo l'emergenza sanitaria.  

La soddisfazione del sindaco

Bruno Arrigoni non nasconde la sua soddisfazione. «Sono contento, è il risultato che ci aspettavamo – commenta a ‘laRegione’ pochi istanti dopo la pubblicazione dei risultati, inizialmente attesa per la tarda serata di domenica –. Non posso quindi che essere soddisfatto per questo risultato». Quale sarà il primo passo che vorrà concretizzare? «In ambito politico, nei prossimi mesi vorrei sondare in modo approfondito la tematica dell'aggregazione nel Basso Mendrisiotto – risponde Arrigoni –. Dobbiamo inoltre continuare con il nostro piano degli investimenti che, tra gli altri, comprende il comparto della stazione, la ristrutturazione del Palapenz, gli asili e le palestre».

Obiettivo fallito per la Lega

Roberta Pantani non aveva nascosto le sue ambizioni di raddoppio in Municipio del gruppo Lega-Udc e di sindacato. «Obiettivo che non abbiamo raggiunto – analizza la municipale –. A livello generale abbiamo comunque tenuto: in altri tempi per un 24per cento saremmo stati super felici. Anche a livello personale non ho nulla da recriminare e non posso che ringraziare i cittadini per il loro sostegno». Come analizzare il calo percentuale? «È stata una lotta tre a uno. Nelle interviste ai singoli candidati e al sindaco è stata evidente la coalizione contro di noi per evitare il nostro raddoppio e, di conseguenza, aiutare il Ppd». Come vede Roberta Pantani il lavoro che la attende nei prossimi anni, anche alla luce della recente segnalazione agli Enti locali da parte dei colleghi di Municipio? «Se la squadra non è cambiata, non cambierà nemmeno la modalità di lavoro», risponde Pantani.

Campagna ‘come una volta’ per il Ppd

«Sono contento, non era assolutamente scontato». Stando alle analisi della vigilia, il seggio del Ppd era a rischio. Davide Lurati è riuscito a difenderlo. «È stato un lavoro d squadra, ringrazio la sezione per il lavoro micidiale svolto. È stata una campagna come una volta». Parlando del suo risultato, l'esponente del Ppd annota che «in questi 5 anni ho lavorato e proposto cose concrete a sostegno di tutti i cittadini. I cittadini di Chiasso hanno capito che non era il caso di raddoppiare in Municipio un certo modo di intendere la politica. E questo è successo per la seconda legislatura: a Chiasso può iniziare una nuova prospettiva».

‘La prossimità’ fa la differenza

Sonia Colombo-Regazzoni ha incrementato di 107 voti il suo ‘bottino’ di personali. «Sono felicissima per il risultato, per Chiasso e per il partito – spiega la rappresentante del Plr –. Il mio successo personale deriva dal modo che ho sempre avuto di operare vicino alla gente perché la prossimità è il fattore principale per qualcuno che opera a livello comunale: le persone vogliono potersi approcciare ed esprimere osservazioni e problematiche. Sono contenta di poter continuare a lavorare con questo Municipio, visto che per i cittadini non è stato il momento di cambiare».

‘Abbiamo sempre lavorato bene’

La «riconferma della squadra» soddisfa anche Davide Dosi, che sottolinea il «buon lavoro e la crescita interessante» del gruppo Us-I Verdi. «Abbiamo lavorato bene fino all'altro giorno e non vedo perché non dovremo continuare a farlo: non vedo come le scaramucce possano intaccare i rapporti professionali». Il riferimento di Davide Dosi è alla sua recente segnalazione della collega Pantani agli Enti locali per violazione della collegialità. «La segnalazione è un atto dovuto nel momento in cui ritieni che qualcuno ha fatto qualcosa di sbagliato: non si tratta di una sentenza. Se mi risponderanno che quanto fatto è corretto, ne prenderò atto e ne farò tesoro». Guardando ai dicasteri, come si diceva in apertura, Dosi non nasconde di «essere incuriosito da tanti temi. Ma ci sono anche tante cose iniziare nell'ambito dell'Educazione e della Cultura che mi piacerebbe portare avanti».

Leggi anche:

Pantani segnalata agli Enti Locali. ‘È stata trasparenza’

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
3 ore
Tra l’Alabama e il Ticino
L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
3 ore
Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico
Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
3 ore
Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi
Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Ticino
4 ore
Un ottobre da... radar
Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
Bellinzonese
5 ore
Camorino, servono 2,5 milioni in più per il Centro polivalente
Il Consiglio di Stato chiede un credito suppletorio ai già stanziati 11 milioni: ‘Necessario aumentare le superfici degli alloggi’ per richiedenti l’asilo
Luganese
5 ore
Lugano, disavanzo di 5,3 milioni nel Preventivo 2023
Dato positivo, ma da relativizzare, spiega Foletti, considerando il nuovo sistema di calcolo. Moltiplicatore d’imposta: si propone di lasciarlo al 77%
Ticino
6 ore
‘Serve una lista forte’, Mirante critica la direzione Ps
Per l’esponente socialista la proposta di lista che la direzione presenterà al Congresso del 13 novembre si basa su un ragionamento ‘fallace a azzardato’
Locarnese
6 ore
Locarno, licenziato l’agente dei presunti atti d’esibizionismo
L’esecutivo cittadino ha comunicato in giornata la decisione presa. Il poliziotto, dal canto tuo, ricorrerà al Consiglio di Stato
Bellinzonese
6 ore
Camorino: ‘La Città si ricordi la nostra volontà politica’
Le esortazioni dell’ex sindaco Donadini, mense scolastiche, parchi giochi e una sede per le società: sono alcuni temi dell’incontro col Municipio turrito
Mendrisiotto
6 ore
Ritorno al salario minimo: ‘Doveva andare così’
Il fronte sindacale (Ocst e Unia) commenta il dietrofront di Ticino Manufacturing. Rischio delocalizzazione, ‘si paga pegno ma non alla legge’
© Regiopress, All rights reserved