laRegione
08.04.21 - 07:33
Aggiornamento: 17:48

Scarpe e accessori Bally sequestrati a Chiasso Brogeda

Due cinesi fermate dalla Guardia di Finanza mentre tentavano di portare in Italia merce non dichiarata per un valore di oltre 16mila franchi

scarpe-e-accessori-bally-sequestrati-a-chiasso-brogeda
Sequestro Bally a Chiasso Brogeda

Scarpe e accessori per un valore di oltre 16mila franchi. E questa volta non di Gucci o Valentino ma della nota griffe rossocrociata Bally. Prese nella rete dei funzionari doganali italiani e della Guardia di Finanza due cittadine cinesi residenti in Italia. Le due donne sono state "sorprese – come ci spiegano dal comando provinciale di Como – nell'atto di introdurre, nel territorio della penisola, la merce non dichiarata". Non è bastato infatti il loro 'nulla da dichiarare' per evitare un controllo più approfondito da parte delle Fiamme Gialle che ha portato a rinvenire, all’interno del veicolo, quattro sacchetti di plastica trasparente e un cartone contenenti 61 cinture, 15 borse, 3 zaini e 146 paia di scarpe della maison del lusso Bally.

Constatata l’irregolare introduzione della merce i doganieri hanno imposto alle donne una multa di 4'621 euro, a titolo di dazio e Iva. Inoltre, a seguito dell’accertamento della condotta di inesatta dichiarazione di merce soggetta al pagamento di diritti doganali, le due donne sono soggette anche al pagamento della sanzione amministrativa pari, nel minimo edittale, a 30'000 euro, poiché l’ammontare dei diritti evasi è superiore a 4'000 euro. In attesa  della definizione dell’obbligazione doganale e del pagamento della sanzione, la merce è stata trattenuta negli uffici doganali.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
58 min
Alvad, ‘malumore generalizzato ma soffocato dalla Direzione’
Partendo da una durissima lettera di un “gruppo molto folto di collaboratori” al Dss, il deputato Mps Matteo Pronzini chiede lumi al governo
Bellinzonese
3 ore
Cinquant’anni di cure domiciliari e Abad vuole ancora crescere
Roberto Mora, direttore dell’associazione bellinzonese, auspica che il servizio, che aiuta bisognosi e sgrava le famiglie, diventi ancora più capillare
Bellinzonese
3 ore
Bellinzona, ‘Natale in città e Mondiali in Qatar più ecologici’
Nella sua interrogazione a nome del gruppo Unità di Sinistra, Lisa Boscolo invita il Municipio a una riflessione più approfondita
Ticino
3 ore
Ottobre, cadono le foglie... ma non i radar
Puntuale come ogni venerdì, ecco la lista delle località nelle quali nel corso della prossima settimana verranno effettuati i controlli della velocità
Ticino
4 ore
Lascia il vescovo Lazzeri? Due nomi per la gestione pro tempore
Il capo della Curia di Lugano sarebbe prossimo a dimettersi. Farine e De Raemy in lizza per l’amministrazione in attesa della designazione del successore
Bellinzonese
4 ore
‘Niente maxischermi a Bellinzona per i Mondiali in Qatar’
Dopo alcune città francesi e romande, anche il gruppo Verdi-Mps-Fa-Pop ha deciso di scendere in campo contro le violazioni dei diritti umani e ambientali
Locarnese
4 ore
Ad Ascona si pensa a un moltiplicatore fiscale differenziato
Una mozione interpartitica presentata al Municipio da Marco Passalia, Paolo Duca, Glenn Brändli e Fabio Guerra chiede di approfondire il tema
Luganese
9 ore
‘Cambiare il sistema di nomina per i direttori delle scuole’
È quanto chiede, con un’interpellanza al Governo, l’Mps dopo l’arresto per atti sessuali con fanciulli del direttore di una scuola media del Luganese
Luganese
10 ore
Lugano, nell’amministrazione non ci sono differenze di salario
La Città ha pubblicato i risultati delle analisi effettuate sui collaboratori retribuiti secondo il Regolamento organico comunale
Mendrisiotto
11 ore
‘Ampliare le scuole? Un pilastro per attrarre famiglie’
Il Municipio di Breggia difende il progetto di ampliamento della sede di Lattecaldo. ‘Sostenibile per le finanze, necessario per la didattica’
© Regiopress, All rights reserved