laRegione
condannati-due-muli-lungo-il-confine-italo-svizzero
Cocaina (Ti-Press)
18.02.21 - 16:38
Aggiornamento : 06.04.21 - 10:49

Condannati due 'muli' lungo il confine italo-svizzero

Venti e tredici mesi per un italiano e un albanese accusati di un traffico di cocaina e hashish. Entrambi espulsi per un periodo di sette anni.

Trent'anni l'uno, 27 l'altro. Il primo albanese, il secondo italiano. Insieme sono stati condannati alle Assise correzionali di Mendrisio, presiedute dal giudice Marco Villa, a 13 e 22 mesi di carcere, sospesi per un periodo di prova di tre anni, e con l'espulsione dalla Svizzera per sette anni. I due, nel settembre 2020, giorno dell'arresto, erano stati intercettati dalle guardie di confine a Coldrerio. Poco prima erano entrati in Ticino dal valico di Chiasso Brogeda. La loro intenzione era quella di importare illegalmente dalla vicina penisola circa 50 grammi di cocaina, occultati nelle mutande dell'albanese, e poco più di 96 grammi di hashish. A bordo dell'auto intestata al giovane italiano era stato sequestrato anche un puntatore laser che è valsa al ventenne la condanna oltre per i reati di infrazione, in parte aggravata, alla Legge federale sugli stupefacenti, di contravvenzione alla Legge federale sulla protezione dai pericoli delle radiazioni non ionizzanti e degli stimoli sonori. Sulla pena di quest'ultimo è pesata anche l'accusa di riciclaggio di denaro: in tre occasioni, infatti, fra il luglio e il settembre dello scorso anno, uno spacciatore di Lugano, chiamato 'il cucciolo', gli aveva affidato un totale di 10'000 mila franchi così da consegnarli a un 'collega' in Italia.

Particolarità dei due processi, avvenuti con rito abbreviato e sostenuti nell'accusa dal procuratore pubblico Zaccaria Akbas, è che (fra le prime volte) il giudice è stato chiamato a decidere sull'iscrizione, o meno, degli imputati nel sistema informatico di Schengen. Cosa che avrebbe precluso ai due anche la possibilità di recarsi, oltre che in Svizzera, negli altri Paesi aderenti allo spazio europeo. Villa, questa volta, e per entrambi, ha deciso, considerato il contesto processuale, di non richiederne l'iscrizione.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
assise correzionali mendrisio cocaina coldrerio giudice marco villa hashish
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
2 ore
Riaperta la A2 in direzione sud su una corsia
Era stata chiusa per un veicolo in fiamme. Su Twitter la Polizia cantonale segnala rallentamenti tra Maroggia e Mendrisio
Bellinzonese
2 ore
Sorpassi a Giubiasco, ex Oratorio archiviato fra le critiche
Votati dal Cc il credito suppletorio di 2,71 milioni e la sistemazione esterna. Il conto finale sale da 8 a quasi 11 milioni
Luganese
2 ore
Lugano, la Coppa svizzera svetta sul tavolo del Municipio
All’inizio della seduta di Consiglio comunale, applausi alle parole di Michele Campana e di Olivier Custodio, l’autore del parziale vantaggio di 2 a 1
Bellinzonese
3 ore
Morti Covid a Sementina, il Cc (per ora) non ne discute
Bellinzona, bocciate le richieste di Lega/Udc e Mps/Verdi/Fa: Municipio esortato dai gruppi a esprimere vicinanza e solidarietà ai familiari dei defunti
Ticino
4 ore
Trasporti, ‘sarà assorbita solo parte della crescente domanda’
Un recente studio analizza le tendenze della richiesta di mobilità in Ticino. ‘Gli investimenti in corso non potranno che fornire un viatico parziale’
Ticino
4 ore
‘Formazione professionale, borse di studio fino ai 55 anni’
Compromesso in commissione tra la proposta di alzare da 40 a 60 anni la soglia e l’invito del governo di fermarsi a 50. Biscossa soddisfatta, Pronzini no
Luganese
5 ore
Lugano sviluppa una campagna contro la violenza domestica
La Polizia della Città presenta i dati dell’attività 2021. A breve debutta un’attività legata alla tolleranza reciproca tra giovani e adulti
Ticino
6 ore
‘Opere e crisi materie prime, per ora programmazione invariata’
Il Consiglio di Stato risponde a Schnellmann (Plr) sui possibili cantieri a rischio per prezzi e penuria di acciaio, metallo, legno e carburante
Luganese
7 ore
Omicidio Cantoreggi in Appello, per l’accusa è stato assassinio
La pp Tuoni ha richiesto 17 anni di carcere per il 35enne austriaco. La difesa: i ricorsi sono da respingere. Attimi di tensione fuori dall’aula
Mendrisiotto
7 ore
A Mendrisio il Ppd rilancia: ‘Dimezziamo i dicasteri’
In una interrogazione il gruppo mette sul tavolo la proposta, alternativa a tagli e aumento del moltiplicatore
© Regiopress, All rights reserved