laRegione
01.02.21 - 18:17
Aggiornamento: 19:35

Il Patriziato di Melano dice 'no' alla terza corsia A2

Opposizione su tutta la linea al progetto scelto dall'Ustra per potenziare l'autostrada fra Lugano e Mendrisio. 'Non risolve il problema'

il-patriziato-di-melano-dice-no-alla-terza-corsia-a2
Aumentano le voci contrarie (Ti-Press)

A Melano il potenziamento dell'autostrada fra Lugano e Mendrisio proprio non va giù. A mettersi di traverso al progetto scelto a livello federale per aumentare la capacità dell'A2, creando una terza corsia dinamica per le ore di punta, è anche il Patriziato locale.  La sua opposizione, infatti, è totale. Una voce contraria in più, dunque, che si va ad aggiungere a quelle dei promotori e dei firmatari - al momento oltre 800 - della petizione determinata a chiedere al Consiglio federale una soluzione davvero rispettosa del territorio. Alternativa, quella evocata, che non coincide con la variante 4/2 prescelta per questo intervento.

Il piano d'azione messo in campo dall'Ustra, l'Ufficio federale delle strade, in effetti, non convince, neppure il Patriziato.  L'Ufficio presieduto da Giampaolo Cremonini è "più che fermo nell'affermare - si ribadisce in una nota - che il progetto, dal costo esorbitante di oltre un miliardo di franchi, non risolverà per nulla il problema che attanaglia la regione da ormai mezzo secolo". In particolare il paese di Melano, "oltre a non ricevere alcun beneficio concreto, sarà fortemente penalizzato, come tutta la regione del Basso Ceresio, a livello territoriale e di salvaguardia del paesaggio".

Da una parte, si fa osservare, ci si prefigge di alleggerire il Mendrisiotto e Basso Ceresio dal traffico parassitario, senza però considerare soluzioni come il potenziamento dei mezzi pubblici, il telelavoro e il carpooling, che una volta promosse "annullerebbero gli eventuali benefici del progetto". Dall'altra, si rilancia, vi è la voglia della popolazione di risolvere "una volta per tutte il problema del traffico in tutta la regione, non con soluzioni tampone, ma in maniera definitiva e lungimirante". Come? Ad esempio, si suggerisce, immaginando una galleria sotto il Generoso. Una direzione preferita alla costruzione di semi svincoli "su terreni di valore storico e ambientale". E qui il riferimento è al parco della villa ottocentesca e agli ex Tannini.

 

Leggi anche:

Una petizione per salvare la regione dalla terza corsia A2

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
44 min
I 25 anni della Supsi secondo Gervasoni, tra successi e futuro
L’importanza della formazione professionale, i ricordi di quell’acronimo che faceva sorridere e ora è un’istituzione, gli obiettivi da raggiungere (tanti)
Ticino
44 min
‘Si allarghino le fasce di reddito per i sussidi cassa malati’
L’iniziativa del Ps e i due rapporti allestiti saranno al centro della prossima seduta della Commissione parlamentare sanità e sicurezza sociale
Bellinzonese
3 ore
Necessari 45 milioni per il nuovo Ior a Bellinzona
Studio di fattibilità concluso: oltre ai 12 laboratori sono previsti una mensa e un auditorium, e forse anche un asilo nido per i figli dei ricercatori
Luganese
3 ore
Mezzovico: lite fra giovani degenera, interviene il... papà
Condannato per vie di fatto un 57enne che, durante un alterco fra il figlio e alcuni coetanei (fra cui la ex), ha tirato quattro sberle a tre dei ragazzi
Locarno
11 ore
Originalità e ambizione: la Cultura è in due parole
Direzione dei Servizi, con il bando uscito ieri la Città di Locarno cerca una figura in grado di ridisegnare l’intera struttura
Ticino
13 ore
Mafie in Ticino: ‘Tanti i progetti, ma sono davvero operativi?’
A chiederlo è il deputato Quadranti (Plr) sentito in audizione dalla Commissione giustizia e diritti in quanto non soddisfatto delle risposte del governo
Mendrisiotto
13 ore
Aim di Mendrisio, crediti quadro più ‘trasparenti e oculati’
La Commissione della gestione richiama le Aziende sull’uso di questo strumento finanziario. E smagrisce l’investimento richiesto di quasi 2 milioni
Bellinzonese
14 ore
Giardinieri multati a Bellinzona, ‘le regole sono chiare’
Consegna del verde agli ecocentri, il Municipio replica alle critiche e ammette però la presenza di eccezioni: ‘Solo se accompagnati dai proprietari’
Locarnese
14 ore
Ginecologia e ostetricia, si valuta la collaborazione
Nel Locarnese approfondimenti in corso: nascite alla Carità e ginecologia operatoria alla Santa Chiara
Luganese
14 ore
Campo Marzio nord di Lugano, avviato l’iter senza variante di Pr
Polo turistico e congressuale: il Municipio chiede 306’000 franchi e la revoca della modifica pianificatoria votata dal Consiglio comunale nel 2017
© Regiopress, All rights reserved