laRegione
frattura-tra-ente-ospedaliero-e-cure-domiciliari-motivata
Visioni diverse (Ti-Press)
24.11.20 - 19:27
Aggiornamento : 19:48

Frattura tra Ente ospedaliero e Cure domiciliari: 'Motivata'

Il direttore del Dss Raffaele De Rosa risponde al Movimento per il Socialismo. Anche un tentativo di riavvicinamento ad agosto è fallito

Il primo a vedere di buon occhio l'intesa fra l'Ente ospedaliero cantonale (Eoc) e il Servizio assistenza e cura a domicilio (Sacd) era il direttore del Dipartimento sanità e socialità (Dss) Raffaele De Rosa. Dell'accordo preliminare in discussione da alcuni anni, però, non se ne è fatto nulla. Tant'è che il luglio scorso l'Eoc ha inviato la disdetta all'Acd, l'Associazione assistenza e cura a domicilio; che dal canto suo non ha voluto saperne di traslocare all'interno della nuova ala dell'Ospedale regionale di Mendrisio, oggi in costruzione. De Rosa, incalzato dalla deputata Mps Simona Arigoni Zürcher, (autrice di una interpellanza) ha però difeso le ragioni dell'Ente.

La co-gestione del Reparto acuto di minor intensità (Rami), previsto al terzo piano del futuro edificio e dotato di 30 posti letto, auspicata dal Sacd, era «impossibile» ha spiegato il Consigliere di Stato, e per tre ragioni. La prima è di carattere legale - e vincolata al voto popolare del 5 giugno 2016, contrario alla collaborazione strutturata fra l’Ente e terzi -; la seconda è di natura operativa - sarà applicato il modello ospedaliero, anche nella gestione del personale -; e la terza è legata all'aspetto finanziario. In effetti, non potendo omologare le prestazioni delle cure domiciliari a quelle del reparto, i costi sarebbero ricaduti, si è fatto notare, sull'Ente.

Sta di fatto che in agosto, ha reso noto De Rosa, il Dss ha incontrato una delegazione dell'Associazione, rinnovando (a parità di condizioni e oneri) l'offerta di affittare gli spazi nella nuova ala e rilanciando la volontà di collaborare grazie alla possibilità di operare a stretto contatto. La soluzione logistica sarebbe stata «un primo passo verso il concetto di cure integrate», ha commentato il direttore, con particolare attenzione agli anziani e al loro accompagnamento a casa dopo un ricovero e all'opportunità di avvicinare la struttura ospedaliera al territorio. L'Acd, però, ha declinato l'invito, a risultare indigesto il fatto di mettere sullo stesso piano i servizi domiciliari pubblici e privati.

Leggi anche:

Le Cure a domicilio non traslocano nella futura ala dell'Obv

Niente intesa Obv-Cure domiciliari: l'Mps ne chiede conto

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cure domiciliari ente ospedaliero raffaele de rosa
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
3 min
Lugano, per il Municipio con la Gipi Sa tutto in regola
L’esecutivo sottolinea di non essere a conoscenza di criticità riguardo all’operato e agli immobili in mano alla Gestioni Immobiliari per Istituzionali
Bellinzonese
3 ore
‘Atteggiamento mafioso’, Pronzini querelato dal Municipio
Bellinzona: il consigliere Mps indagato per diffamazione, calunnia e ingiuria. All’origine un suo intervento in Cc sulla casa anziani di Sementina
Ticino
3 ore
Maggio va agli archivi, ma non... i controlli della velocità
Da Airolo a Ligornetto, attenzione a non premere troppo sull’acceleratore sulle strade ticinesi: ce n’è per tutti
Bellinzonese
4 ore
Alta Leventina: Prato e Quinto vogliono unirsi
Nei prossimi giorni sarà inviata una lettera al Consiglio di Stato per avviare la procedura di aggregazione. Airolo, Bedretto e Dalpe hanno rifiutato
Ticino
4 ore
In piazza contro l’aumento delle spese militari
Il comitato di solidarietà Ucraina Ticino è contrario all’aumento del bilancio per la difesa e alla politica di avvicinamento alla Nato
Bellinzonese
5 ore
‘Carnevaa iunaited’: a Lumino Gabry Ponte e Davide Van de Sfroos
La festa estiva organizzata da Rabadan Bellinzona, Lingera Roveredo (Gr), Or Penagin Tesserete e Stranociada Locarno avrà luogo il 24, 25 e 26 giugno
Grigioni
5 ore
Ferite per un giovane motociclista a Lostallo
Incidente della circolazione per un 21enne allievo conducente ieri pomeriggio sulla H13 che da Bellinzona porta a San Bernardino
Locarnese
8 ore
Pretorio di Locarno, scelto il progetto di ristrutturazione
Il via ai lavori, che dureranno quasi tre anni, è previsto all’inizio del 2025. Investimento complessivo: 35 milioni di franchi
Mendrisiotto
10 ore
Auto in fiamme sulla A2 direzione sud, disagi al traffico
Secondo quanto riporta il Tcs, la corsia di destra dell’autostrada è chiusa fra la galleria San Nicolao e l’uscita di Mendrisio
Locarnese
15 ore
Analisi della violenza giovanile, tra malessere ed emulazione
Diversi episodi nel Locarnese. Le chiavi di lettura in un’intervista con Loredana Guscetti, operatrice sociale che lavora sul territorio
© Regiopress, All rights reserved