laRegione
mendrisio-meno-gente-in-piscina-ma-piu-local
Mendrisiotto
28.09.20 - 06:000
Aggiornamento : 11:07

Mendrisio; meno gente in piscina ma più 'local'

In chiaro scuro la stagione balneare: a causa del virus più che dimezzate le entrate. In netto aumento, per contro, le entrate dei domiciliati

Un'estate più 'corta' e più 'local'. È questa la prima considerazione che si può fare in merito al bilancio sulla stagione balneare alla Piscina comunale di Mendrisio. Stagione che – complice la pandemia da coronavirus in corso – si presenta in chiaro scuro. Da un lato infatti, e non poteva essere altrimenti (sempre a causa delle ristrettezze), l'affluenza alla struttura balneare è nettamente diminuita rispetto al 2019. Le entrate totali, a tal proposito, sono state 13'587, meno della metà rispetto all'anno precedente, quando si sono 'staccati' 30'579 biglietti. Dato positivo, per contro, l'affluenza registrata dalle persone domiciliate a Mendrisio: 11'099 nella stagione appena conclusa (nel 2019 sono state 9'806. È quindi per questo che il responsabile dell'Ufficio sport e tempo libero della Città, Giuliano Genoni, guarda ai dati con «una certa positività. Perché – evidenzia confermando la statistica – nonostante la stagione balneare 2020 sia durata 35 giorni in meno rispetto al 2019 (79 giorni contro i 114 dell'anno precedente considerando che la struttura è rimasta fruibile al pubblico dal 20 giugno al 6 settembre, ndr) e gli accessi in contemporanea alla struttura fossero limitati (in una prima fase a 500 e poi a 800 persone), sono state registrate 1'293 entrate in più di persone domiciliate a Mendrisio rispetto all’anno precedente».

Ad avere un ruolo da protagonisti sono quindi stati i contingentamenti messi in atto per argine una potenziale diffusione del virus. Misure che, giocoforza, hanno portato al citato calo in termini di numeri generali. «Oltre alla durata ridotta della stagione (apertura circa un mese dopo rispetto al solito), la principale causa di questa diminuzione è da ricondurre alla decisione di limitare l’accesso alla Piscina alle persone non domiciliate a Mendrisio – ribadisce Genoni –. Infatti per una questione di contingenti, in un primo momento, l’accesso alle persone non domiciliate a Mendrisio era vietato. Con la decisione del Consiglio federale di diminuire la superficie in metri quadrati necessaria a persona all’interno delle strutture balneari, è stato possibile aumentare il numero di entrate in contemporanea (da 500 a 800 persone), conseguentemente anche i non domiciliati hanno potuto – a determinate condizioni – accedere alla Piscina comunale».

Si parte con i lavori

La struttura balneare di Mendrisio, realtà presente da più di 40 anni (la sua inaugurazione è avvenuta nel 1976), necessita ora di importanti lavori di manutenzione. Lo attesta il Messaggio municipale del 2019 con il quale l'esecutivo cittadino ha chiesto al Consiglio comunale un credito di un milione di franchi. D'altronde, gli obiettivi sono chiari: alla piscina serve un ammodernamento affinché la sua vita possa essere garantita ancora per almeno 20 anni. Per questo motivo, la Città negli  scorsi giorni ha messo a concorso le opere di sostituzione delle lastre perimetrali delle piscine e le opere di sostituzione del telo impermeabile delle vasche. Le ditte interessate devono annunciarsi all'Ufficio tecnico comunale entro martedì 6 ottobre. Un sopralluogo è inoltre previsto giovedì 8 ottobre. I lavori di sostituzione delle lastre inizieranno verosimilmente a inizio dicembre, mentre le opere per la sostituzione del telo impermeabile nei primi giorni di febbraio del prossimo anno.

TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
1 ora
Capanna Gorda verso l'ampliamento
Il Comune di Blenio intende contribuire con 200mila franchi. Parallelamente avanzano i preparativi per l'osservatorio astronomico
Luganese
5 ore
Vico Morcote, 'si istituisca il Consiglio comunale'
Ecco l'esito del sondaggio: l'80% dei votanti vuole abbandonare l'Assemblea. A dicembre la decisione definitiva in seduta ordinaria
Grafici
Ticino
7 ore
Coronavirus, in Ticino 257 nuove infezioni e un decesso
Nelle ultime 24 ore 10 persone hanno dovuto essere ricoverate a causa del Covid-19
Ticino
11 ore
‘Nuove misure contro il Covid? Attenzione all’impatto psicologico’
Tra stanchezza pandemica e contagi in aumento, lo psichiatra Michele Mattia: ‘Responsabilità civile importante, ma si tenga conto della psiche delle persone’
Bellinzonese
11 ore
Aggregazione Bassa Leventina: si vota nei Cc a febbraio
Avanza il progetto a quattro, nonostante la contrarietà di Pollegio. Ne abbiamo parlato con il sindaco: 'Non porterebbe un valore aggiunto'
Luganese
11 ore
Colpo da 3 milioni e sequestro, mezza banda in aula a Lugano
Alla vigilia del processo per la rapina al portavalori di Monteggio emerge la somma sottratta nel luglio 2019. All'appello mancano tre dei sei malviventi
Locarnese
11 ore
Tegna, tra Comune e Parrocchia una convenzione del 1811
I rapporti fra le due istituzioni non sono dei più idilliaci. Si attende il rinnovo dell'accordo tra le parti, che, due anni fa, il legislatio non approvò
Ticino
20 ore
Cassa pensioni cantonale, i 500 milioni sono 'imprescindibili'
Daniele Rotanzi (direttore dell'Ipct): la sostenibilità finanziaria futura dell'istituto dipende anche dall'approvazione del parlamento del mezzo miliardo
Luganese
21 ore
Deposito Arl di Viganello, il Municipio: 'Sì alla tutela'
Esecutivo favorevole a una modifica pianificatoria per la salvaguardia dello storico stabile, ma con possibilità edificatorie attorno e in altezza
Ticino
22 ore
Radar un po' per tutti, ma soprattutto per il Luganese
Ecco i controlli di velocità previsti in Ticino tra il 26 ottobre e il 1° novembre 2020
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile