laRegione
se-si-chiude-lanciamo-una-petizione-popolare
Il futuro potrebbe non essere più possibile (Ti-Press)
Mendrisiotto
10.07.20 - 06:000
Aggiornamento : 10:01

‘Se si chiude lanciamo una petizione popolare’

Si annuncia battaglia per la difesa del reparto di ostetricia all'Obv. Matteo Muschietti: 'Il Mendrisiotto non merita un ospedale zoppo'

Matteo Muschietti non ha proprio nessuna intenzione di lasciare la presa. Non per nulla alle prime avvisaglie di possibili 'tagli' tra le corsie dell'Obv ha lanciato l'sos, peraltro raccolto da istituzioni e politica locale. Alle battaglie a favore dell'Ospedale regionale di Mendrisio, del resto, lui che è stato presidente dell'assemblea dei delegati comunali, c'è abituato. "Ma sono in tanti - conferma il municipale socialista di Coldrerio - a pensarla come me". Quindi se i vertici della struttura e dell'Ente ospedaliero cantonale (Eoc) sceglieranno di rinunciare ai servizi di ostetricia, neonatologia e pediatria, si mobiliterà la popolazione del Mendrisiotto. "Questo è certo - ribadisce -: se quanto ventilato, alla fine, si concretizzerà, allora promuoveremo una petizione che coinvolgerà l'intero Distretto. E sono convinto che avrà un seguito. Se perla pediatria, a suo tempo, avevamo radunato 12mila firme circa, adesso - pronostica - possiamo anche raddoppiarle". Se non si cambierà rotta, all'Eoc tocca prepararsi al confronto. Se la delegazione dell'Ente, mercoledì sera, voleva gettare acqua sul fuoco della polemica, ebbene non sembra proprio esserci riuscita. Organizzato dal primo cittadino del Cantone (e municipale della Città), Daniele Caverzasio, l'incontro, nato per fare chiarezza, ha messo la deputazione momò del Gran consiglio di fronte a una prospettiva per niente tranquillizzante (cfr. 'laRegione' di ieri). A rassicurare non basta la certezza (l'unica per ora) che dal primo agosto il reparto tornerà a operare a Mendrisio tutto intero. "L'impressione dall'esterno? Che nulla è sicuro: bisogna restare vigili e se sarà il caso andare fino in fondo", ci confida Muschietti. Il Mendrisiotto, ci rammenta ancora, che si è battuto per avere l'ospedale, non può ritrovarsi con una struttura "zoppa". "Non dimentichiamo che rappresenta un punto di riferimento per 50mila abitanti".

'La direzione? Pronta a chiudere'

È difficile, dunque, sentirsi dire, come è accaduto mercoledì, per bocca della stessa direzione dell'Obv che si è pronti a chiudere. "I vertici - ci fa capire Claudia Crivelli Barella, parlamentare per i Verdi, una delle due donne (con Anna Biscossa) presenti alla riunione - sono tutti abbastanza convinti di questo. Il punto - esterna - è che partorire è un atto simbolico. E togliere a una regione la possibilità di nascere è un po' come cancellarla". Insomma, se si può comprendere la volontà di centralizzare i parti a rischio, non si capisce per quale motivo, sottolinea la deputata, "anziché valorizzare un servizio certificato anche dall'Unicef (per i suoi metodi di allattamento naturale, ndr) lo si vuole tagliare". Le argomentazioni sono emerse nitide mercoledì: è una questione di numeri. Quelli delle nascite in calo e quelli dei libri contabili. Per le prime, esplicita Crivelli Barella, "c'è stato detto che al di sotto dei 500 parti è una questione di sicurezza. Nella gran parte dei casi è gesto fisiologico, non richiede una medicalizzazione spinta". Tanto più che il Dipartimento donna-bambino ha rappresentato una innovazione in Ticino per il suo approccio. Per le seconde, all'AlternativA - Verdi e Sinistra insieme sgorga una domanda spontanea: 'Servono maggiori risorse finanziarie? Lo si dica chiaramente. Ma il punto è che sono in vertici dell’Eoc e dell’Obv a dover credere in questo servizio. Fondamentale in un distretto e per un Distretto, che non può essere impoverito sul piano della qualità sanitaria'. E poi, rincara il gruppo in una nota, ', 'non si capisce perché a Lugano rimarrebbero due strutture (ospedali Sant’Anna e Civico) e nel Mendrisiotto neppure una!'. Che ne sarebbe, a quel punto, della medicina di prossimità? Rischierebbe di venire sacrificata sull'altare dei costi. Françoise Gehring dell'AlternativA non ha esitazioni: "Strappare all’Obv reparti così sensibili, rappresenta una decisione poco lungimirante nell’ottica della qualità delle cure, della medicina di prossimità e di una medicina finalmente più attenta alle questioni di genere".

TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
4 ore
In piscina a Chiasso si torna a staccare il biglietto
Da Ferragosto il Municipio allenta le disposizioni. Per un tuffo non ci vorrà solo l'abbonamento. Misura che aveva escluso i ragazzini meno fortunati
Mendrisiotto
8 ore
Treni InterCity, il Mendrisiotto rilancia con un'altra petizione
Dopo il veto delle Ffs alle richieste del Distretto, è il deputato Massimilino Robbiani a chiamare a raccolta i cittadini
Ticino
9 ore
Problemi all'antenna dell'Mpc, 'quali conseguenze per il Ticino?'
Fonio (Ppd) e Bignasca (Lega) interrogano il Consiglio di Stato alla luce delle recenti notizie su presunti episodi di mobbing nella sede luganese
Ticino
10 ore
L'ospedale in Tanzania dell'ong ticinese SwissLimbs sarà 'green'
Al via la seconda fase del progetto per creare un centro riabilitativo 'per offrire un più ampio accesso alla sanità'
Bellinzonese
10 ore
Scontro tra auto e moto a Bellinzona, un ferito
A causa dell'urto il centauro è caduto a terra e la moto è terminata contro una macchina che circolava in senso opposto
Mendrisiotto
11 ore
Mendrisio difende l'ostetricia 'a spada tratta'
Il Municipio lo mette nero su bianco e scrive (ancora) al Dss per chiedere di non chiudere il Dipartimento donna-bambino dell'Obv
foto e video
Luganese
11 ore
Soccorso surclassa l'obiettivo pre-partenza: i km sono già 330
Tappa ieri a San Lazzaro, in provincia di Bologna. Oggi la corsa lo porterà a Forlì: più di 50 chilometri al giorno, un record!
Bellinzonese
12 ore
Carlo Bertinelli presidente onorario della Fondazione Curzútt
A due anni dalla scomparsa insignito della carica il compianto fondatore e poi promotore di tanti progetti sulla montagna di Monte Carasso
Ticino
13 ore
Calano gli affitti, in Ticino 'giù' di mezzo punto percentuale
La variazione mensile cantonale, al ribasso, è dello 0,58%. A Lugano -0,86 per cento
Ticino
14 ore
Coronavirus, tre nuovi contagi in Ticino
I positivi nel Cantone, dall'inizio della pandemia, sono 3'445. Nessun nuovo decesso.
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile