laRegione
pronti-a-scendere-in-campo-a-difesa-dell-ostetricia-all-obv
(Ti-Press)
Mendrisiotto
09.07.20 - 17:300
Aggiornamento : 21:37

Pronti a scendere in campo a difesa dell'ostetricia all'Obv

A Mendrisio l'AlternativA - Verdi e Sinistra insieme prende posizione dopo l'incontro con i vertici ospedalieri. 'Guardia altissima'

Il Mendrisiotto ha tutta l'intenzione di tenersi stretto il 'suo' Dipartimento donna-bambino (peraltro l'unico del genere in Ticino). E c'è da credere che se la politica locale si mobiliterà, la cittadinanza seguirà. A rafforzare i sentimenti che stanno attraversando il Distretto ci sono la parole dell'AlternativA - Verdi e Sinistra insieme di Mendrisio che oggi, giovedì, in una nota, si è detta 'pronta a scendere in campo con tutte le forze politiche che si schiereranno a favore del mantenimento dei reparti 'a rischio'" all'Obv di Mendrisio. Il gruppo ha chiare due cose. La prima che 'il settore della sanità pubblica deve essere rafforzato, non indebolito'. La seconda che 'nell’ottica della medicina di prossimità – rivendicata anche da un’iniziativa popolare – privare in futuro il Mendrisiotto di questi reparti così sensibili e strategici, è inaccettabile". Detta altrimenti (e qui, si annota, la politica è stata 'compatta e chiara'), 'non si capisce perché a Lugano rimarrebbero due strutture (ospedali Sant’Anna e Civico) e nel Mendrisiotto neppure una!'.

É vero, dal primo di agosto prossimo i reparti di ostetricia e neonatologia e il Pronto soccorso pediatrico torneranno alla 'base', a Mendrisio (dopo il trasferimento a Lugano dettato dall'emergenza sanitaria da Covid-19). Ma ciò, ribadisce l'AlternativA, permette di tirare 'solo momentaneamente un sospiro di sollievo'. L'incontro di mercoledì sera all'Ospedale regionale - organizzato dal presidente del Gran consiglio, nonché municipale della Città, Daniele Caverzasio fra una delegazione dell'Ente ospedaliero cantonale (Eoc), guidata dal direttore del Dss Raffaele De Rosa e la deputazione momò - non ha restituito 'granitiche certezze'. Sui servizi dell'Obv, si richiama, pende sempre una spada di Damocle. Tutto dipenderà, infatti, dai contenuti che si vorranno dare alla revisione della pianificazione ospedaliera. Analisi che a quanto pare, però, potrebbe non essere conclusa entro l'attuale legislatura cantonale. 

Resta il fatto, fa capire l'AlternativA, che da queste parti toccherà rimanere sul chi va là. Anzi, bisognerà tenere la guardia 'altissima'. In effetti,' l’obiettivo dell’Eoc è di garantire una medicina di qualità in sicurezza e a costi sostenibili, ma il criterio di prossimità non può essere sacrificato. Specialmente quando si parla dei reparti di ostetricia, neonatologia e pronto soccorso pediatrico'. Tanto più, si legge ancora nella nota, che 'mai come in questo periodo difficile per tutti, ci si è resi conto di quanto la prossimità sia importantissima come elemento della qualità della vita e del benessere della popolazione'.

Dove sta la questione? Qui nasce spontanea una domanda: 'Servono maggiori risorse finanziarie? Lo si dica chiaramente. Ma il punto è che sono in vertici dell’Eoc e dell’Obv a dover credere in questo servizio. Fondamentale in un distretto e per un distretto, che non può essere impoverito sul piano della qualità sanitaria'. Poi c'è l'aspetto dei numeri (o meglio delle nascite in calo), evocato anche mercoledì sera all'incontro. L'AlternativA non ha dubbi: 'È stato detto che l’attività del reparto è troppo bassa per garantire a medio lungo termine la qualità delle cure. Ma di fatto partorire all’Obv – unico centro ospedaliero ad avere un innovativo dipartimento donna-bambino - è sicuro come altrove'. 

TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
5 ore
Ufficio tecnico, 'un edificio per i cittadini di Chiasso'
Scelto il progetto, entro fne anno il Municipio chiederà il credito di progettazione e nel 2021 i 4 milioni per la costruzione
foto
Luganese
8 ore
Quattro veicoli in fiamme a Gandria, un arresto
Poco dopo l'una di notte le guardie di confine sono intervenute per spegnere un principio d'incendio. Arrestato un 24enne italiano, si teme il dolo
Locarnese
9 ore
Aeroporto, 'luci' della pista accese correttamente
La risposta dei responsabili dello scalo alle affermazioni, critiche, contenute nell'interpellanza del consigliere nazionale Bruno Storni al Consiglio federale
Luganese
10 ore
Giorno 9, la tappa più breve ma tabella di marcia 'messa bene'
Per Soccorso Cresta e il figlio Gabriele percorsi sotto un gran caldo 41,68 chilometri fra Rimini e Pesaro.
Mendrisiotto
14 ore
InterCity, il Mendrisiotto fuori gioco fin dal 2009
L'Ufficio federale dei trasporti risponde alle rivendicazioni del Distretto: 'Tocca al Cantone cambiare idea, inserendo la regione fra gli agglomerati da collegare'
Ticino
14 ore
'Lega identitaria, non a rimorchio dell'Udc'
Chiesa verso la presidenza democentrista, Foletti:'Area di destra rafforzata'. Quadri: 'Il nostro futuro dipende solo da noi'. Censi: 'Occhio alla nostra storia'
Luganese
14 ore
Stelle cadenti, l'Osservatorio del Lema anticipa San Lorenzo
All'Osservatorio astronomico questa sera l'associazione Le Pleiadi apre la possibilità di gettare uno sguardo al firmamento e alla costellazione di Perseo
Bellinzonese
1 gior
Nessun complotto: costrinse la figliastra a fare sesso
La Corte di appello conferma la sentenza emessa in primo grado: il 69enne della regione è colpevole di violenza carnale. Dovrà scontare cinque anni di carcere.
Ticino
1 gior
Tutti i controlli radar della prossima settimana
Ecco l'elenco completo delle località in cui verranno svolti dei controlli della velocità mobili e semi-stazionari
Luganese
1 gior
Balneabili le acque di Porto Ceresio
Soddisfatta la sindaca, Jenny Santi che negli ultimi mesi era stata presa di mira da minoranza e ambientalisti
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile